ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

23 luglio 2014 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 11.28 GMT+2



28 settembre 2011

Non più procrastinabile la realizzazione delle opere di dragaggio nel porto di Livorno

Lo ha confermato l'assessore regionale ai Trasporti Ceccobao rispondendo ad un'interrogazione del consigliere Taradash

Rispondendo ad un'interrogazione urgente del consigliere regionale della Toscana Marco Taradash (Pdl) che chiede una valutazione della giunta sul contenuto di una lettera aperta degli operatori del porto di Livorno e risposte alle proposte di intervento citate per la salvaguardia del porto labronico, oggi l'assessore ai Trasporti della Regione Toscana, Luca Ceccobao, ha replicato che «la giunta regionale ha da sempre riconosciuto al porto di Livorno un'importanza strategica e prioritaria ed un ruolo centrale nella piattaforma logistica costiera, il cui sviluppo rappresenta un elemento essenziale ed imprescindibile del programma regionale di sviluppo 2011-2015».

Rifacendosi ad una lettera con cui gli operatori del porto di Livorno denunciano la situazione di degrado, incuria e abbandono di quella che dovrebbe rappresentare la principale risorsa economica della città ed una delle principali realtà portuali della Toscana, nella quale si sottolinea che «il porto di Livorno si insabbia, gli affari se ne vanno e le diatribe locali diventeranno sempre più aspre per quella fetta di torta che diventa sempre più piccola», nell'interrogazione Taradash ha evidenziato che nella lettera degli operatori «si esprime allarme per le condizioni di abbandono della realtà portuale e lo sconforto per le inadempienze di lunga durata di fronte alle esigenze drammatiche di manutenzione e ampliamento. Al tempo stesso, si richiamano le principali urgenze infrastrutturali e si richiedono interventi precisi di carattere legislativo».

«Il porto di Livorno - ha denunciato Taradash - è in una situazione di abbandono quasi totale, necessita manutenzione e ampliamento. C'è da recuperare il ritardo ultradecennale per le infrastrutture, gli operatori internazionali l'hanno abbandonato. Dobbiamo renderci consapevoli del fatto che il porto di Livorno è volano essenziale di tutta l'economia toscana».

Riferendosi agli interventi necessari, l'assessore Ceccobao ha confermato l'esigenza non più procrastinabile di realizzare le opere di dragaggio: «per assicurare la funzionalità del porto - ha spiegato - si prevede che la Regione concorra finanziariamente con l'Autorità Portuale alla realizzazione degli interventi di scavo del porto, autorizzando una spesa massima di 1,5 milioni di euro per gli anni 2012-2013».

Nella risposta l'assessore regionale ha precisato che la «Regione contribuisce con risorse di bilancio - per 35 milioni di euro - anche all'Accordo di programma, per l'adeguamento idraulico del Canale Scolmatore d'Arno per la realizzazione dei lavori alla foce. Un altro obiettivo dell'Accordo - ha concluso - è quello di giungere in tempi rapidi alla progettazione degli interventi finalizzati allo sbocco diretto a mare del canale dei Navicelli».

FIORE
ABB Marine Solutions
Salerno Container Terminal

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Cerca altre notizie su



Seleziona la rubrica:  Tutte
Notizie
Porti
Turismo
Banche dati
Trasporto aereo
Autotrasporto



Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail