ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

19 settembre 2014 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 07.51 GMT+2



21 dicembre 2011

La Corte di Giustizia dell'UE ha condannato l'Austria per i limiti imposti all'autotrasporto nella valle dell'Inn

Del Boca (Confartigianato Trasporti e UETR): «si tratta di una sentenza che chiedevamo da molto tempo e che salutiamo con grandissima soddisfazione»

Oggi la Corte di Giustizia dell'Unione Europea, accogliendo un ricorso per inadempimento presentato dalla Commissione Europea, ha condannato l'Austria per aver adottato un divieto di circolazione degli autocarri con peso complessivo superiore a 7,5 tonnellate che trasportano determinate merci su un tratto dell'autostrada A 12, nel Tirolo austriaco.

«Si tratta - ha commentato il presidente di Confartigianato Trasporti e dell'European Road Haulers Association (UETR), Francesco Del Boca - di una sentenza che chiedevamo da molto tempo e che salutiamo con grandissima soddisfazione: finalmente il diritto ha prevalso sull'arbitrio e il protezionismo. L'autostrada A 12 nella valle dell'Inn - ha sottolineato - è una delle principali vie di comunicazione tra la Germania del Sud e il Nord Italia: l'autotrasporto del nostro Paese era grandemente penalizzato, impedito di fatto a lavorare su un tratto lungo ben 84 chilometri e per motivazioni di fatto infondate».

Il 15 novembre 2005 una sentenza della Corte di Giustizia UE aveva già affermato che un analogo divieto settoriale di circolazione sull'autostrada A 12, adottato con regolamento della regione del Tirolo, costituiva una violazione degli articoli 28 CE e 29 CE e aveva dichiarato che la Repubblica d'Austria era responsabile del relativo inadempimento.

A seguito di tale sentenza l'Austria aveva impostato il divieto settoriale di circolazione in modo ritenuto conforme al diritto dell'Unione Europea concependolo come parte di un pacchetto di misure finalizzate al miglioramento della qualità dell'aria lungo l'autostrada nella valle dell'Inn e nel contempo l'Austria si era impegnata a realizzare alternative per il trasporto di merci interessato dal divieto settoriale di circolazione. Nelle sue conclusioni l'avvocato generale della Corte di Giustizia ha evidenziato che tuttavia tale divieto settoriale di circolazione «continua a non essere conforme al principio di proporzionalità».

FIORE
ABB Marine Solutions

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Cerca altre notizie su



Seleziona la rubrica:  Tutte
Notizie
Porti
Turismo
Banche dati
Trasporto aereo
Autotrasporto



Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail