ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

22 novembre 2014 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 09.54 GMT+1



3 maggio 2012

Il 16 maggio i porti italiani si fermeranno se non si decide per la sicurezza

Lo sottolineano Assoporti, associazioni imprenditoriali e sindacati del settore

L'Associazione dei Porti Italiani (Assoporti), le associazioni delle imprese e dei terminalisti portuali e le organizzazioni sindacali dei lavoratori portuali hanno lanciato oggi un allarme per la tutela della sicurezza nei porti.

In una nota le associazioni e i sindacati del settore hanno ricordato che da più di due anni richiamano l'attenzione del governo sulla necessità di adottare un provvedimento per la sicurezza nei porti e che fin dal 2010 erano già stati definiti con le amministrazioni competenti i contenuti del provvedimento, idoneo a coniugare i princìpi generali della norma a garanzia della sicurezza del lavoro (decreto legislativo 81/2008) con le specificità del settore, come previsto nello stesso provvedimento.

A meno di due settimane dal termine in cui verranno meno le norme che tutelano la specificità del settore (oggi contenute nel decreto legislativo 272/99) consentendo adeguata operatività e tutela della sicurezza del lavoro - hanno sottolineato Assoporti, associazioni imprenditoriali e sindacati - i richiami inascoltati prefigurano un'inaccettabile incertezza normativa. Si avrà, come conseguenza, l'impraticabilità delle attività operative dei porti, in danno delle imprese, dei lavoratori - che non potranno fare a meno di valutare azioni di tutela - e dell'intero Paese.

ABB Marine Solutions

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Cerca altre notizie su



Seleziona la rubrica:  Tutte
Notizie
Porti
Turismo
Banche dati
Trasporto aereo
Autotrasporto



Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail