ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

1 agosto 2014 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 15.52 GMT+2



27 giugno 2012

Il Consiglio federale elvetico propone la costruzione di una seconda canna del Traforo del San Gottardo

Dovrebbe essere aperta al traffico intorno al 2027

Il Consiglio federale elvetico ha proposto la realizzazione di una seconda canna della galleria autostradale del San Gottardo affinché il collegamento, importante per la Svizzera e per l'Europa, sia disponibile anche durante il risanamento integrale del tunnel, che comporterà la sua chiusura essendo la galleria ad una sola canna.

Il governo svizzero ha precisato che l'opera avverrebbe senza ampliamento della capacità della galleria e che l'articolo sulla protezione delle Alpi è tutelato in quanto per ogni senso di marcia sarà sempre in servizio una sola corsia. Il Consiglio federale ha intenzione di sancire per legge questa limitazione presentando al Parlamento un progetto sottoponibile a referendum.

Il Consiglio ha evidenziato in particolare il vantaggioso rapporto costi-benefici determinato dalla costruzione di una seconda canna. Il semplice risanamento della galleria esistente senza una seconda canna - ha spiegato l'esecutivo - costerebbe tra i 650 e gli 890 milioni di franchi svizzeri. Affinché il traffico, che è salito a circa 5,38 milioni di automobili e 930.000 camion l'anno, possa circolare normalmente nonostante la chiusura della galleria, occorrerebbero però misure d'accompagnamento aggiuntive, tra cui strutture per il trasporto ferroviario di automobili e camion: un'autostrada viaggiante per autocarri tra Rynächt (Canton Uri) e Biasca (Canton Ticino) costerebbe dai 410 ai 770 milioni, il trasporto di automobili dai 160 ai 280 milioni. Insieme agli investimenti necessari per prolungare il periodo di apertura estiva del Passo, i costi complessivi di un risanamento con misure d'accompagnamento ammonterebbero a 1,2-2 miliardi di franchi.

Il Consiglio federale ha spiegato che la costruzione di una seconda canna con successivo risanamento della galleria esistente richiederà in totale circa 2,8 miliardi di franchi, incluse le spese per mantenere transitabile la galleria fino all'apertura della seconda canna e che, nonostante gli investimenti siano maggiori rispetto a quelli previsti per le altre varianti, a lungo termine convengono poiché i vantaggi previsti in termini di fruibilità sono notevoli: con questa opzione il traffico privato e merci disporrà in futuro di un sistema ridondante che consentirà, all'entrata in funzione di entrambi i tunnel, di dotare ciascuno di essi di una corsia di marcia e di una corsia d'emergenza. La manutenzione corrente potrà così essere garantita senza dover ricorrere alla chiusura notturna e il risanamento seguente, per ciascuna canna necessario dopo circa 40 anni, potrà essere effettuato senza una gestione del traffico dispendiosa.

Secondo le previsioni, nella migliore delle ipotesi la nuova canna dovrebbe essere aperta al traffico intorno al 2027. Il successivo risanamento della galleria durerà circa 2,5 anni.

ABB Marine Solutions

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Cerca altre notizie su



Seleziona la rubrica:  Tutte
Notizie
Porti
Turismo
Banche dati
Trasporto aereo
Autotrasporto



Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail