ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

28 agosto 2014 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 15.07 GMT+2



17 luglio 2012

La Regione Friuli Venezia Giulia vuole selezionare entro l'anno un partner strategico per il rilancio dell'aeroporto di Ronchi dei Legionari

L'obiettivo è la cessione della metà del pacchetto azionario

La Regione Friuli Venezia Giulia ha confermato l'intenzione di avviare una gara, che dovrebbe concludere il suo iter entro l'anno, per individuare un partner strategico per la gestione e il rilancio dell'aeroporto di Ronchi dei Legionari, scalo operato dalla Aeroporto Friuli Venezia Giulia Spa, società che ha per socio unico l'ente regionale. L'obiettivo della Regione è la cessione della metà del pacchetto azionario.

Il piano per il rilancio dell'aeroscalo è stato presentato oggi a Udine dall'assessore regionale a Infrastrutture, mobilità, pianificazione territoriale e lavori pubblici, Riccardo Riccardi, che - assieme al presidente dell'aeroporto, Sergio Dressi - si è incontrato nella sede della Regione con gli esponenti sindacali che ne avevano fatto richiesta per fare il punto assieme sui risultati raggiunti in conseguenza della scelta della Regione di acquisire la proprietà dell'aeroporto nonché sulle prospettive che si apriranno con l'acquisizione di un partner nella proprietà e nella gestione dello scalo.

Sottolineando che «la Regione non intende svendere l'aeroporto, né compiere un'operazione di cassa attraverso la cessione di parte della proprietà», Riccardi ha spiegato che, tenuto conto dell'attuale scenario economico, non è ipotizzabile che la Regione possa investire cospicue risorse anche sul futuro della struttura aeroportuale, mentre potrà invece mantenere la proprietà di non meno del 20% del pacchetto azionario e puntare ad assicurarsi una funzione di controllo, a beneficio della funzionalità della struttura, a vantaggio degli utenti e a garanzia dei lavoratori che vi sono occupati. L'amministrazione - ha precisato l'assessore - ritiene di doversi assicurare che siano garantite le condizioni previste dal piano industriale di rilancio, che siano garantiti i collegamenti nazionali, da ampliare ulteriormente, e che si pervenga all'adeguamento delle infrastrutture aeroportuali e alla riduzione delle attuali tariffe, e venga mantenuto, e possibilmente ampliato, l'attuale livello occupazionale.

La Regione - ha ricordato l'assessore - si era prontamente attivata per scongiurare la chiusura dell'aeroporto e, grazie alla disponibilità di risorse, del nuovo management della struttura, della direzione centrale che si è assunta la responsabilità del progetto, e delle parti sociali, è stato possibile perseguire una politica di rilancio che sta dando i suoi frutti concreti. Per esempio - ha sottolineato - è stato riattivato il volo su Milano e si registra un record di passeggeri in transito per Ronchi dei Legionari.

Riccardi ha reso noto che i contenuti del bando predisposto dalla Regione sono già stati valutati positivamente dal ministero dei Trasporti e che entro settembre le realtà che vorranno partecipare alla gara per l'acquisizione di parte del pacchetto azionario dell'aeroporto dovranno far pervenire alla Regione le relative manifestazioni d'interesse a concorrere.

ABB Marine Solutions

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Cerca altre notizie su



Seleziona la rubrica:  Tutte
Notizie
Porti
Turismo
Banche dati
Trasporto aereo
Autotrasporto



Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail