ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

21 ottobre 2014 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 12.20 GMT+2



27 luglio 2012

Concluso l'iter di approvazione della legge di riforma del sistema portuale presso l'VIII Commissione del Senato

Odone (CUTOP): finalmente la riforma dell'ordinamento portuale riprende il suo cammino, ma il testo approvato lascia irrisolte alcune criticità

Ieri si è concluso l'iter di approvazione della legge di riforma del sistema portuale presso l'VIII Commissione del Senato. La notizia è stata accolta con soddisfazione dal presidente del Comitato nazionale di coordinamento degli Utenti e degli Operatori Portuali (CUTOP), Paolo Odone: «finalmente - ha sottolineato - la riforma dell'ordinamento portuale riprende il suo cammino legislativo e un ringraziamento particolare va al senatore Grillo per l'impegno e la passione dimostrati, in una fase di difficile congiuntura economica e politica, al fine di superare lo stallo di una iniziativa normativa necessaria al rilancio del settore portuale e del sistema produttivo nel suo complesso».
«Certo il testo approvato, pur essendo ampiamente condivisibile da parte delle componenti associate a CUTOP - ha rilevato Odone - lascia irrisolte alcune criticità fra le quali è consistente quella di un depotenziamento del ruolo delle categorie economiche che vedono un forte restringimento dell'area del loro concreto contributo di idee e proposte alla definizione delle linee strategiche della portualità e dell'assetto operativo dei singoli scali nazionali».

«In effetti suscita perplessità e preoccupazione - ha specificato il presidente del CUTOP - la prospettiva di un assetto normativo che tende a relegare alla mera consultazione l'intervento delle componenti imprenditoriali operanti nel porto e con il porto, con la sottrazione di importanti competenze dalla sfera del loro intervento attivo e determinante».

«Per CUTOP - ha puntualizzato Odone - la sinergia tra porto e categorie economiche è imprescindibile e va previsto ogni suo possibile rafforzamento nell'ottica dell'adeguamento efficiente ai mutamenti di una domanda in forte evoluzione e del conseguimento dell'auspicata crescita della portualità».

«Resta poi non risolta - ha aggiunto - la questione riguardante lo sportello unico doganale in ordine al quale nel disegno di legge non è presente alcuna disposizione volta ad incidere in modo semplice, chiaro e funzionale sui ritardi e sulle carenze attuative di tale strumento, indispensabile a favorire la fluida circolazione delle merci, la crescita quantitativa dei traffici e l'efficienza complessiva del porto».

«L'auspicio - ha concluso Odone - è che tali aspetti, unitamente a quello del pieno dispiegarsi del ruolo regolatorio delle Autorità Portuali, superando ogni loro commistione con attività di natura gestionale, possano trovare piena e adeguata considerazione nello sviluppo dell'iter approvativo della legge di riforma portuale».

ABB Marine Solutions

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Cerca altre notizie su



Seleziona la rubrica:  Tutte
Notizie
Porti
Turismo
Banche dati
Trasporto aereo
Autotrasporto



Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail