ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

26 giugno 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 07:42 GMT+2



1 ottobre 2012

Assoporti sollecita il governo ad avviare un confronto in sede UE sulla durata delle concessioni di aree portuali

Merlo: la dimensione della sfida lanciata dal mercato e dai grandi container operators non consente esitazioni

Assoporti, l'associazione delle Autorità Portuali italiane, sollecita il governo ad attivarsi in sede europea per discutere il tema della durata delle concessioni di aree portuali. «I porti italiani - ha spiegato il presidente di Assoporti, Luigi Merlo - chiedono con urgenza al governo di aprire un confronto con l'Unione Europea sia sul tema dei tempi delle concessioni che Bruxelles vorrebbe ridurre, mettendo ovviamente a rischio la possibilità di attrarre nuovi investitori in banchina, sia sulle regole del gioco che il commissario ai Trasporti Siim Kallas ha confermato voler riscrivere nell'ottica di una maggiore trasparenza, di certezze per gli operatori e di un ingresso in banchina di soggetti esterni al sistema».

Merlo ha sottolineato che si tratta di «un momento delicatissimo, anche perché - ha precisato - la dimensione della sfida lanciata dal mercato e dai grandi container operators non consente esitazioni di sorta. È per altro significativo - ha aggiunto Merlo - come il governo spagnolo e quello della Catalogna, impegnati in un taglio drastico di tutte le spese, abbiano invece incrementato i fondi per la portualità».

Assoporti ha ricordato che «entro il 2015 alcune fra le maggiori concessioni di terminal portuali in Europa arriveranno al giro di boa del rinnovo e il clima di incertezza potrebbe mettere a rischio i massicci investimenti che i privati hanno pianificato per i prossimi anni. Per altro sembra inevitabile - secondo l'associazione delle Autorità Portuali italiane - che nei prossimi anni una consistente svendita di asset portuali (sta già accadendo in Gran Bretagna) destinata a penalizzare ulteriormente i paesi, Italia in primis, che denunciano forti rigidità amministrative e che non hanno generato condizioni di reale autonomia finanziaria».


ABB Marine Solutions
Voltri-Pra Terminal Europa
Vincenzo Miele

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail