ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

22 luglio 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 22:35 GMT+2



3 ottobre 2012

Il porto di Civitavecchia sarà il primo in Italia dotato di una diga in grado di convertire l'energia ondosa in energia elettrica

Nello scalo sarà realizzato il progetto “Rewec3”

L'Autorità Portuale di Civitavecchia ha adottato una delle 700 idee per far ripartire l'Italia presentate nell'iniziativa dell'Associazione e della Fondazione “ItaliaCamp”. Nel porto, infatti, sarà realizzato il progetto “Rewec3” applicando il brevetto per la produzione di energia dal mare della “Wawenergy.it”, spin-off dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria e del suo laboratorio naturale di ingegneria marittima Noel. Il dispositivo, una diga a cassoni Rewec3 in grado di convertire l'energia ondosa in energia elettrica, è il punto di arrivo della lunga opera di ricerca portata avanti dal professor Paolo Boccotti, come illustrato lunedì scorso a Palazzo Chigi dall'ingegner Alessandra Romolo, ricercatrice dell'Università Mediterranea.

Intervenendo all'incontro nella Sala Verde di Palazzo Chigi, al quale hanno partecipato il sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri, Antonio Catricalà, anche in qualità di presidente onorario dell'associazione Italiacamp, il presidente onorario della Fondazione Italiacamp, Gianni Letta, il presidente di Italiacamp, Fabrizio Sammarco, il presidente della Fondazione Italiacamp, Pierluigi Celli, il presidente dell'Autorità Portuale di Civitavecchia, Pasqualino Monti, ha sottolineato che il porto è orgoglioso «di poter contribuire a realizzare una delle idee vincitrici del concorso per quanto riguarda il Sud, confermando inoltre il porto di Civitavecchia come una eccellenza del Paese, non solo per quanto riguarda i traffici ed il ruolo conquistato nel sistema produttivo, ma anche per la ricerca e lo sviluppo di progetti assolutamente innovativi nel campo delle energie rinnovabili e della tutela ambientale».

«L'Autorità Portuale - ha spiegato Monti - oltre ad impegnarsi per far realizzare e posizionare i cassoni “Rewec3” sul molo di sottoflutto della nuova darsena servizi, che sarà completata entro i prossimi due anni e mezzo, interverrà direttamente investendo circa un milione di euro per l'acquisto delle prime due turbine per la produzione di energia elettrica. L'obiettivo è quello di arrivare a 10 MW di potenza grazie ai cassoni cellulari in grado di sfruttare anche un moto ondoso molto contenuto».

Il progetto era stato presentato nell'ambito dell'iniziativa “La tua idea per il Paese” di ItaliaCamp durante gli “Stati Generali del Mezzogiorno d'Europa”, la prima tappa della seconda edizione della manifestazione svoltasi lo scorso 30 giugno a Catanzaro, risultando una delle 16 idee selezionate tra oltre 700. I Rewec (Resonant Wave Energy Converter), rispetto ai tradizionali Owc (Oscillating Water Column), hanno migliore efficienza in termini di assorbimento di energia. L'idrodinamica dei Rewec è stata studiata sia con un approccio analitico, sia con due esperimenti in scala ridotta eseguiti nel laboratorio naturale di ingegneria marittima. I risultati hanno confermato i principi di funzionamento degli impianti di questa categoria. Nel 2005, al fine di favorire lo sfruttamento industriale del brevetto, è stata costituita la società denominata Wavenergy.it, riconosciuta come spin-off dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria.

Recentemente si stanno sviluppando alcuni progetti per l'inserimento di cassoni Rewec3 all'interno di dighe foranee per la protezione di porti e di isole artificiali. Tale scelta progettuale è favorita dal fatto che il questo dispositivo, rispetto ai cassoni tradizionali largamente utilizzati per la realizzazione di porti, assolve le stesse funzioni con il vantaggio di potere produrre energia elettrica con un limitato incremento dei costi.

La prima serie di cassoni Rewec3 in Italia sarà realizzata e posta in opera nel porto di Civitavecchia. La società consortile Dnc (Darsene Nord Civitavecchia), che sta realizzando la nuova darsena traghetti “Sant'Egidio” e la darsena servizi, ha già offerto la propria disponibilità a produrre i cassoni cellulari modificati, che costituiranno il molo di sottoflutto della nuova darsena servizi del porto, coprendo una lunghezza complessiva di circa 350 metri.



Evergreen Line Vincenzo Miele

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail