ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

25 agosto 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 21:05 GMT+2



4 dicembre 2012

Nel 2011 il commercio mondiale via mare ha raggiunto un livello record

Tuttavia l'eccesso di offerta di stiva della flotta mette a rischio la sostenibilità economica del settore del trasporto marittimo

Lo scorso anno il commercio mondiale via mare ha raggiunto un livello record, ma il suo tasso di crescita è stato notevolmente superato da quello dell'offerta di stiva della flotta. Lo evidenzia il rapporto “Review of Maritime Transport 2012” diffuso oggi dalla Conferenza delle Nazioni Unite sul Commercio e lo Sviluppo (UNCTAD) spiegando che nel 2011 il commercio mondiale per via marittima è aumentato del +4% raggiungendo il livello record di 8,7 miliardi di tonnellate, mentre nel corso dello stesso anno l'offerta di capacità di trasporto della flotta mondiale di navi è cresciuta molto più velocemente ad un tasso pari al +10% raggiungendo per la prima volta un totale di 1,5 milioni di tonnellate di portata lorda.

L'UNCTAD ha sottolineato come questa mancata corrispondenza tra domanda e offerta sia una cattiva notizia per la sostenibilità economica del settore del trasporto marittimo e per il mercato soprattutto in considerazione del costante aumento della capacità della flotta e dell'attuale incertezza delle previsioni economiche che mina la prospettiva di una consistente ripresa della domanda.

La relazione evidenzia inoltre che, parallelamente, nel 2011 il traffico delle merci movimentato complessivamente dai porti mondiali ha registrato un tasso di crescita del +5,9% rispetto all'anno precedente. L'UNCTAD ha rilevato che il 60% del volume del commercio mondiale via mare è stato caricato nei porti dei Paesi in via di sviluppo e il 57% è stato sbarcato in questi porti e ciò rappresenta un cambiamento notevole rispetto alla situazione precedente, in cui le nazioni in via di sviluppo erano utilizzate principalmente come aree di carico di materie prime e di risorse naturali.

Il rapporto rileva anche come lo squilibrio tra offerta e domanda abbia avuto un impatto negativo sui noli e sulle performance economiche di gran parte delle compagnie armatoriali: il costo medio del trasporto di un container da 20 piedi (teu) da Shanghai al Nord Europa è sceso da 1.789 dollari nel 2010 a 881 dollari nel 2011 e la tariffa media per spedire un container da 40 piedi (feu) da Shanghai fino alla costa occidentale degli Stati Uniti è diminuita nello stesso periodo da 2.308 a 1.667 dollari.




PSA Genova Pra' Vincenzo Miele

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail