ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

18 ottobre 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 15:31 GMT+2



10 dicembre 2012

Da cinque anni i lavoratori della CULMV P. Batini del porto di Genova attendono il pagamento della CIG

Lo denunciano Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti

Le rappresentanze locali di Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti denunciano che da quasi cinque anni i lavoratori della compagnia portuale CULMV P. Batini del porto di Genova attendono il pagamento della CIG (indennità di mancato avviamento) a loro spettante a norma di legge e già regolarmente percepita dai lavoratori degli altri porti italiani.

«Il protrarsi di questo ingiustificabile rinvio - spiegano Enrico Ascheri (Filt-Cgil), Ettore Torzetti (Fit-Cisl) e Marco Odone (Uiltrasporti) - ha costretto i lavoratori portuali ad avanzare ricorso presso il Tribunale del Lavoro. In seguito a ciò l'Autorità Portuale di Genova ha finalmente inviato al ministero delle Infrastrutture tutta la documentazione che già a suo tempo (nel 2008 e nel 2009) la Compagnia aveva regolarmente preparato e inviato. Ora - osservano i rappresentanti dei lavoratori - nessuno può più nascondersi dietro responsabilità altrui o interpretazioni tendenziose delle norme vigenti: questa inaccettabile situazione deve trovare conclusione con l'immediata restituzione ai lavoratori di quanto ad essi dovuto, che costituisce salario a tutti gli effetti».

«La mancata o ritardata corresponsione della CIG - concludono Ascheri, Torzetti e Odone - costituirebbe a questo punto una gravissima violazione delle norme e una penalizzazione delle condizioni generali di vita dei lavoratori della CULMV P. Batini».



PSA Genova Pra' Logistics Solution

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail