ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

21 novembre 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 07:20 GMT+1



17 dicembre 2012

L'industria crocieristica mondiale sarà rappresentata dalla nuova Cruise Lines International Association

Fusione delle associazioni CLIA, European Cruise Council, Asia Cruise Association, Passenger Shipping Association, AFCC, Abremar, Northwest and Canada Cruise Association, Alaska Cruise Association e International Cruise Council Australasia

Nove associazioni internazionali e nazionali del settore crocieristico hanno deciso di riunirsi sotto un'unica organizzazione costituita da una struttura unificata che rappresenti l'intero comparto mondiale delle crociere. Si tratta dell'associazione Cruise Lines International Association (CLIA), dell'European Cruise Council (ECC), dell'Asia Cruise Association (ACA), della britannica Passenger Shipping Association (PSA/ACE), della francese Association Française des Compagnies de Croisières (AFCC), della brasiliana Associação Brasileira de Cruzeiros Marítimos (Abremar), della Northwest and Canada Cruise Association (NWCCA), dell'Alaska Cruise Association (ACA) e dell'International Cruise Council Australasia (ICCA).

La nuova associazione manterrà la denominazione Cruise Lines International Association (CLIA) con l'apposizione della specifica area geografica: così, ad esempio, l'European Cruise Council sarà ribattezzata CLIA Europe. Inoltre gli uffici delle nove associazioni continueranno ad essere operativi. La nuova CLIA sarà guidata da un comitato esecutivo globale presieduto da Howard Frank, vice presidente e direttore operativo del gruppo crocieristico statunitense Carnival Corporation & plc. Christine Duffy, presidente e amministratore delegato della vecchia CLIA, ricoprirà le medesime cariche nella nuova associazione.

«Ora - ha commentato Howard Frank - siamo veramente una sola industria con una sola voce. Data l'eccezionale crescita e continua globalizzazione del settore delle crociere, questa evoluzione risponde alla necessità di parlare e agire globalmente con una singola voce e nel contempo di riconoscere l'importanza delle relazioni locali. La nuova associazione avrà un ruolo fondamentale nel confrontarsi in modo proattivo con le istituzioni politiche e di regolamentazione a livello globale e nel promuovere le crociere con varie organizzazioni attraverso un coordinamento, una comunicazione e un coinvolgimento delle parti interessate più efficaci».

«Ci sono - ha sottolineato Christine Duffy - benefici immediati e più a lungo termine generati dalla nuova associazione che sono di esteso ed ampio raggio. Ci consente di far meglio leva sui nostri associati e di condividere investimenti nell'associazione e nel contempo di rafforzare la leadership globale del settore su temi come la safety, la security, l'ambiente, la sostenibilità e la salute. Ci permette inoltre di consolidare l'attività di ricerca del settore e di sfruttare gli eventi promozionali e la comunicazione commerciale al fine di facilitare un maggior interesse dei consumatori nelle crociere».

«La nuova organizzazione globale - ha osservato Manfredi Lefebvre d'Ovidio, presidente della nuova CLIA Europe e della Silversea Cruises - accrescerà notevolmente la voce e il punto di vista dell'industria delle crociere sia a livello globale che europeo, e CLIA Europe promuoverà l'approccio “un'industria, una voce” in Europa. Il settore delle crociere - ha aggiunto - è ormai ampiamente riconosciuto come un comparto importante e prezioso in e per l'Europa e il nostro obiettivo è di sviluppare il dialogo costruttivo già instaurato con le istituzioni dell'Unione Europea, con reciproco vantaggio sia dell'industria che dei più ampi interessi politici e pubblici in Europa».


Logistics Solution
Vincenzo Miele

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail