ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

20 ottobre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 05:11 GMT+2



12 febbraio 2014

ACP e GUPC hanno raggiunto accordi preliminari per la prosecuzione dei lavori di ampliamento del canale di Panama

Lo ha annunciato l'amministratore dell'Autoridad del Canal de Panamá, Jorge Luis Quijano

L'Autoridad del Canal de Panamá (ACP) e il consorzio Grupo Unidos por el Canal (GUPC) hanno raggiunto accordi preliminari per la prosecuzione dei lavori di ampliamento del canale di Panama, attività che nei giorni scorsi il consorzio ha sospeso in attesa che gli vengano riconosciuti oneri aggiuntivi per circa 1,6 miliardi di dollari ( del 6 febbraio 2014). Lo ha annunciato oggi l'amministratore di ACP, Jorge Luis Quijano, in occasione della riunione con la giunta direttiva della panamense Câmara de Comercio, Industrias y Agricultura (CCIAP) indetta specificamente per discutere della controversia tra l'Autorità del Canale di Panama e il consorzio GUPC.

A margine della riunione con i vertici della CCIAP, ente camerale che ha appoggiato la decisione di ACP di opporsi fermamente alla richiesta del consorzio e ha difeso la linea dell'Autoridad del Canal de Panamá di attenersi strettamente ai termini contrattuali che - ha sottolineato la CCIAP - «blindano l'opera», Quijano ha spiegato di aver raggiunto telefonicamente accordi su varie questioni che sono sul tavolo delle trattative con i rappresentanti della spagnola Sacyr Vallehermoso, dell'italiana Salini Impregilo e dalla belga Jan De Nul, che insieme con la panamense Constructora Urbana (CUSA) costituiscono il consorzio GUPC. Quijano ha specificato che restano ancora questioni da risolvere, tra cui la partecipazione della compagnia di assicurazioni Zurich North America, garante del progetto di costruzione della terza serie di chiuse del canale panamense, e che le parti stanno lavorando in questa direzione.

Quijano ha inoltre confermato che un'alternativa alla prosecuzione del progetto senza il ricorso all'opera del consorzio GUPC significherebbe incorrere in notevoli ritardi nel completamento dei lavori, ma ha sottolineato la necessità che una soluzione venga raggiunta in pochi giorni per riprendere al più presto le attività.


PSA Genova Pra'

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail