ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

14 dicembre 2017 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 05.39 GMT+1



2 ottobre 2017

La turca Ekol attiverà un nuovo servizio ferroviario con treno blocco tra Trieste e Zeebrugge

Sarà operato dalla società intermodale elvetica Hupac

Il gruppo logistico turco Ekol, in cooperazione con l'operatore intermodale elvetico Hupac, attiverà un nuovo servizio ferroviario con treno blocco tra Trieste e Zeebrugge, con inoltro dal porto belga verso l'Inghilterra e altre destinazioni grazie alla collaborazione .con la compagnia di navigazione P&O Ferries.

«A gennaio 2017 - ha sottolineato Alaa Jennane, direttore Engineering Business Development della Ekol - abbiamo collegato il Mediterraneo con il Mar Baltico con il treno Trieste-Kiel ed ora siamo molto lieti di offrire ai nostri clienti un nuovo collegamento diretto tra il Mediterraneo e il Mare del Nord. Questo treno blocco sarà il primo treno diretto che collegherà la Turchia, l'Iran e il Medio Oriente con le nazioni del Benelux, la Francia e tutto il Regno Unito - Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda - il modalità esclusivamente “green” senza fare ricorso ad alcun autotrasportatore».

Lo scorso anno Ekol ha acquisito nel porto di Trieste il controllo della società terminalista Europa Multipurpose Terminals ( del 7 dicembre 2016). Il nuovo servizio per Zeebrugge, che sarà operato dalla Hupac, partirà dal terminal EMT due volte alla settimana. Si prevede che Ekol utilizzerà il nuovo servizio per circa 5.000 spedizioni all'anno.

ABB Marine Solutions
Est Europea Servizi Terminalistici
Consorzio ZAI

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Cerca altre notizie su



Seleziona la rubrica:  Tutte
Notizie
Porti
Turismo
Banche dati
Trasporto aereo
Autotrasporto



Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail