ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

3 marzo 2021 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 10:35 GMT+1



25 gennaio 2021

Oltre al record dei container, nel 2020 il porto di Tanger Med ha stabilito anche il nuovo picco storico di traffico complessivo delle merci

Notevole rialzo dell'attività di bunkeraggio svolta nello scalo portuale marocchino

L'Autorità Portuale di Tanger Med, come anticipato a fine 2020, ha reso noto oggi che lo scorso anno lo scalo portuale marocchino ha stabilito il proprio nuovo record storico di traffico containerizzato avendo movimentato 5.771.221 teu, con un incremento del +20% rispetto a 4.801.713 teu nel 2019. L'ente portuale ha evidenziato che questo risultato conferma la posizione di Tanger Med quale principale porto container nel bacino del Mediterraneo.

Nel 2020 è stato registrato anche il nuovo record storico di traffico complessivo delle merci che è ammontato a 81 milioni di tonnellate, in crescita del +23% sull'anno precedente. Oltre ai container, lo scalo africano ha movimentato quasi 8,0 milioni di tonnellate di rinfuse liquide, con un aumento del +26% sul 2019 determinato principalmente al rialzo dell'attività di bunkeraggio svolta in porto che è stata pari a quasi 1,6 milioni di tonnellate, e 304mila tonnellate di rinfuse solide (+18%). Inoltre, nel segmento dei rotabili, il traffico di camion è rimasto stabile essendo stato di 357mila veicoli, mentre la movimentazione di auto nuove è diminuita del -28% essendo stati trattati 358mila mezzi.

Lo scorso anno il traffico dei passeggeri nel porto di Tanger Med, che è stato il settore d'attività più colpito dalla crisi sanitaria del Covid-19, è stato di 702mila persone, in calo del -75% sul 2019.


LineaMessina

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail