ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

26 febbraio 2021 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 23:17 GMT+1



2 febbraio 2021

Nel quarto trimestre del 2020 il traffico delle merci nel porto di Venezia è diminuito del -8,4%

Nell'intero anno sonno state movimentate 22,4 milioni di tonnellate di carichi (-10,3%)

Nel periodo ottobre-dicembre dello scorso anno il porto di Venezia ha movimentato 5,78 milioni di tonnellate di merci, volume che rappresenta un calo del -8,4% sul quarto trimestre del 2019 e il nono dato percentuale negativo consecutivo di variazione trimestrale del traffico. Le sole merci allo sbarco sono ammontate a 4,47 milioni di tonnellate (-7,9%) e quelle all'imbarco a 1,31 milioni di tonnellate (-8,2%).

Complessivamente nel settore delle merci varie il traffico è stato di 2,24 milioni di tonnellate (-6,6%), incluse 1,31 milioni di tonnellate di merci containerizzate (-8,2%) realizzate con una movimentazione di container pari a 134mila teu (-9,1%), 390mila tonnellate di rotabili (-12,4%) e 536mila tonnellate di altre merci varie (+2,4%). Più accentuata la flessione segnata dal settore delle rinfuse secche nel quale il traffico è stato di 1,35 milioni di tonnellate (-21,7%), di cui 394mila tonnellate di mangimi, foraggi e semi oleosi (+0,3%), 302mila tonnellate di prodotti metallurgici (-37,2%), 172mila tonnellate di cereali (-26,8%), 94mila tonnellate di carboni (-70,1%), 88mila tonnellate di minerali (-10,3%), 25mila tonnellate di prodotti chimici (-19,3%) e 275mila tonnellate di altre rinfuse solide (+59,7%). In lieve crescita, invece, le rinfuse liquide con un totale di 2,19 milioni di tonnellate (+0,2%), di cui 1,81 milioni di tonnellate di prodotti petroliferi raffinati (-1,3%), 314mila tonnellate di prodotti chimici (+9,1%) e 65mila tonnellate di altri carichi liquidi (+2,3%).

Nell'intero 2020 il porto veneziano ha movimentato globalmente 22,40 milioni di tonnellate di merci, con una riduzione del -10,3% sull'anno precedente, di cui 17,37 milioni di tonnellate allo sbarco (-11,1%) e 5,03 milioni di tonnellate all'imbarco (-7,5%). Nel comparto delle merci varie il totale è stato di 8,87 milioni di tonnellate (-8,6%), di cui 5,09 milioni di tonnellate di carichi containerizzati (-10,4%) realizzati con una movimentazione di contenitori pari a 529mila teu (-10,8%), 1,62 milioni di tonnellate di carichi rotabili (-8,3%) e 2,16 milioni di tonnellate di altre merci varie (-4,5%).

Nel segmento delle rinfuse solide sono state movimentate 4,97 milioni di tonnellate (-20,4%), incluse 1,57 milioni di tonnellate di mangimi, foraggi e semi oleosi (+2,6%), 1,50 milioni di tonnellate di prodotti metallurgici (-6,6%), 434mila tonnellate di carboni (-69,6%), 333mila tonnellate di cereali (-49,6%), 319mila tonnellate di minerali e cementi (-14,3%), 120mila tonnellate di prodotti chimici (-2,0%) e 697mila tonnellate di altre rinfuse secche (+32,2%).

Lo scorso anno le rinfuse liquide sono diminuite del -5,1% a 8,56 milioni di tonnellate, di cui 7,16 milioni di tonnellate di prodotti petroliferi raffinati (-4,8%), 1,17 milioni di tonnellate di prodotti chimici (-0,3%) e 233mila tonnellate di altri carichi liquidi (-27,9%).

Se, infine, lo scorso anno gli effetti della pandemia di Covid-19 sulle attività portuali hanno avuto un impatto dirompente in particolare nel segmento delle crociere, con soli 6mila passeggeri movimentati (-99,6%), anche il traffico dei traghetti - oltre che quello delle merci - ha subito una rilevante contrazione con soli 47mila passeggeri movimentati (-54,4%).





Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail