ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

27 gennaio 2022 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 03:22 GMT+1



29 novembre 2021

Butler (WSC): per la decarbonizzazione dello shipping, abbiamo bisogno che l'establishment politico passi dalle parole ai fatti

Continueremo - ha annunciato - a sostenere i Paesi membri che lavorano per una risoluzione positiva al MEPC 78

Come l'associazione internazionale del settore armatoriale e marittimo International Chamber of Shipping (ICS), anche il World Shipping Council (WCS), l'organizzazione che dell'industria dello shipping rappresenta il segmento delle compagnie di navigazione containerizzate, ha manifestato disappunto per l'esito della settantasettesima sessione del Maritime Environment Protection Committee (MEPC) dell'International Maritime Organization (IMO) che si è tenuta la scorsa settimana ( del 26 novembre 2021).

Così come l'ICS, anche il WSC ha posto in evidenza il marchiano divario tra le promesse e le intenzioni espressi dai governi all'inizio di questo mese in occasione della COP26, la conferenza dell'Onu sui cambiamenti climatici tenutasi a Glasgow, e quanto pochi giorni dopo gli stessi governi hanno deciso per ridurre l'impatto ambientale del settore dello shipping nell'ambito della MEPC 77. «Durante la COP26 - ha rilevato il World Shipping Council - è stato incoraggiante vedere il settore marittimo incluso nella discussione tra i governi. Le compagnie di navigazione di linea internazionali, che da tempo sono in prima linea per quanto riguarda gli impegni e gli investimenti per un concreto sviluppo tecnologico, a Glasgow sono state in prima linea nel chiedere un'azione dei governi. Sono state lanciate alcune intese e dichiarazioni promettenti e nella settimana del MEPC 77 dell'IMO c'è stato un sottofondo positivo. Pertanto è ancora più deludente vedere i governi, gli stessi che solo pochi giorni fa alla COP26 hanno rilasciato dichiarazioni roboanti, che ancora una volta non riescono mettere in pratica i loro proponimenti quando, in seno all'IMO, si tratta di decidere un'azione concreta».

«Possiamo parlare quanto vogliamo delle ambizioni per il 2050 - ha commentato sferzante il presidente e amministratore delegato del WSC, John Butler, riferendosi agli obiettivi di riduzione dell'impatto climatico delle attività marittime - ma ciò non sarà sufficiente per cambiare l'intera industria. Si rischia anche di lasciare indietro alcune nazioni, alcuni settori e aziende».

«Il nostro appello ai leader politici e alle autorità di regolamentazione - ha proseguito Butler - è di non rimanere impantanati in una serie di propositi ambiziosi, ma di agire per un cambiamento inclusivo nell'industria dello shipping».

Tuttavia, per il World Shipping Council, il MEPC 77 non è stato un totale fallimento: «pur essendo delusi per la mancanza di decisioni - ha chiarito Butler - il MEPC 77 ha registrato un notevole aumento del numero di nazioni che sostengono l'istituzione di un fondo di ricerca finanziato dall'industria, assicurando cinque miliardi di dollari per la ricerca e lo sviluppo di tecnologie a zero emissioni di gas serra che saranno disponibili per tutte le nazioni». Il riferimento di Butler è allo specifico fondo la cui creazione è stata proposta due anni fa dalle principali organizzazioni dello shipping ( del 18 dicembre 2019). «L'iniziativa - ha sottolineato - è pronta ad essere lanciata, ha il sostegno del Green Climate Fund e continueremo a sostenere i Paesi membri che lavorano per una risoluzione positiva al MEPC 78».

«Il dibattito su obiettivi ambiziosi per scadenze lontane nel tempo - è l'ultima bacchettata di Butler ai governi - sottrae da discussioni più difficili su giuste iniziative da intraprendere e non deve essere scambiato per un effettivo progresso. Abbiamo bisogno che l'establishment politico passi dalle parole ai fatti».

LineaMessina

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail