ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

21 gennaio 2022 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 06:52 GMT+1



1 dicembre 2021

Le disfunzioni della rete ferroviaria tedesca compromettono i trasporti su rotaia in tutta Europa

Lo denunciano CLECAT, ERFA, ESC, Essenscia, Netzwerk Europäischer Eisenbahnen, RailGood, UIP e UIRR

Le principali associazioni europee dei settori delle spedizioni e della logistica e del trasporto ferroviario e intermodale hanno inviato una lettera alla Commissione Europea e ai ministri entrante e uscente del dicastero dei Trasporti della Germania per denunciare le inefficienze che da due settimane caratterizzano la rete ferroviarie tedesca, situazione - hanno spiegato nella missiva CLECAT, ERFA, ESC, Essenscia, Netzwerk Europäischer Eisenbahnen, RailGood, UIP e UIRR - che, anche in mancanza di capacità alternativa disponibile, sta determinando il blocco sia del trasporto merci su rotaia in Germania sia di quello che transita attraverso i principali corridoi ferroviari europei.

Le associazioni hanno specificato che il problema, che ha assunto una dimensione europea con sei dei nove corridoi ferroviari merci europei che transitano attraverso la Germania, è causato principalmente da intensi lavori di costruzione sulla rete ferroviaria tedesca dovuti ad un ritardo degli investimenti e che molte parti del sistema ferroviario, in particolare lungo il corridoio ferroviario merci Reno-Alpi, non funzionano in modo efficiente e decine di treni merci internazionali sono stati fermati o hanno subito forti ritardi. A peggiorare la situazione - hanno precisato le associazioni - ci sono gli attuali problemi di congestione nei porti e nei loro hinterland.

PSA Genova Pra
LineaMessina

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail