ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

17 settembre 2019 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 11:32 GMT+2



18 gennaio 2006

Il ritiro della proposta di direttiva - secondo ECSA - non chiude la questione della liberalizzazione dei servizi portuali

«Il settore portuale - ha sottolineato ha osservato l'associazione degli armatori europei - è troppo importante per lasciare le cose così come stanno»

«La liberalizzazione dei servizi portuali è un passo essenziale per avanzare ulteriormente la posizione del trasporto marittimo nell'ambito della supply chain e in particolare per la promozione dello short sea shipping». Lo ha sottolineato questo pomeriggio l'European Community Shipowners' Associations (ECSA) commentando la nuova bocciatura della proposta di direttiva sull'accesso al mercato dei servizi portuali decisa oggi dal Parlamento europeo (inforMARE del 18 gennaio 2006).

«La liberalizzazione attraverso l'accesso al mercato - ha osservato l'associazione degli armatori europei - incrementerà l'efficienza e contribuirà a rendere l'economia dell'Unione Europea più competitiva come concordato nella dichiarazione di Lisbona e riconfermato dalle istituzioni dell'UE. L'ECSA non riesce a comprendere perché un seguito alla dichiarazione di Lisbona non debba essere dato ai servizi portuali, che sono un elemento chiave della supply chain per i commerci europei».

Secondo ECSA, «il ritiro della proposta della Commissione Europea non dovrebbe significare che la questione della crescita dell'efficienza dei servizi portuali e dell'applicazione della liberalizzazione a questo importante settore sia chiusa. Al contrario, il settore portuale è troppo importante per lasciare le cose così come stanno. Così come per qualsiasi altro settore dell'industria, la Commissione Europea - come guardiano del Trattato - dovrebbe applicare i principi base del Trattato ai servizi portuali».

ECSA ha espresso disappunto per il fatto che, «nel corso del dibattito, questa importante proposta sia stata portata ad una posizione che ne rendeva auspicabile il ritiro». In effetti - secondo l'associazione - «gli elementi di liberalizzazione che avrebbero dovuto costituire la base di una direttiva sono stati notevolmente indeboliti facendo della direttiva un guscio vuoto».


PSA Genova Pra'

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza





Le pagine saranno aperte in una nuova finestra del browser






Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail