ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

3 marzo 2021 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 10:42 GMT+1



1 febbraio 2021

Dichiarato il fallimento di Perini Navi

Fiom Cgil, hanno distrutto un'impresa e un marchio che ha fatto la storia della nautica e di Viareggio

Venerdì il Tribunale di Lucca ha respinto il piano di ristrutturazione del debito presentato dal cantiere nautico Perini Navi, che infine era stato incentrato sul sostegno dei fondi di investimento Blue Skye e Arena Investors ( del 19 gennaio 2021), dichiarando il fallimento della società che costruisce grandi yacht a vela e a motore.

Commentando la decisione del tribunale, il segretario generale di Fiom Cgil Toscana, Massimo Braccini, e il segretario generale di Fiom Cgil Lucca, Mauro Rossi, hanno affermato che «si tratta di una conclusione drammatica, anche se non inaspettata, e riteniamo che vi siano precise e gravi responsabilità aziendali, sia della proprietà che di chi ha diretto l'azienda. Hanno distrutto un'impresa e un marchio che ha fatto la storia della nautica e di Viareggio a livello mondiale.
L'azienda - hanno denunciato Braccini e Rossi - sono mesi che raccontava di avere un piano di salvataggio, ma anche a seguito dell'entrata del fondo di investimenti non ci hanno mai convinto sulla possibilità di poter riprendere i lavori. La grave esposizione debitoria, circa 100 milioni, era evidente che presentasse un quadro irrecuperabile. Tutte le garanzie date si sono rivelate false e così centinaia di lavoratori tra dipendenti ed indotto adesso si trovano in una situazione di grande incertezza».

«Riteniamo importante - hanno proseguito i rappresentanti di Fiom Cgil - che il tribunale abbia disposto l'esercizio provvisorio dell'impresa per garantire almeno una minima continuità dell'attività, ma nello stesso tempo vanno messi in sicurezza tutti i lavoratori, garantendogli i previsti ammortizzatori sociali. A tal proposito è già stato richiesto un incontro con il curatore fallimentare. Visto che vi sono importanti gruppi industriali interessati ad acquisire la Perini Navi, bisogna che la procedura comparativa prevista venga sbrigata in tempi brevi, garantendo l'unitarietà dell'azienda ed i livelli occupazionali. Per quanto ci riguarda ci misureremo con le imprese interessate sulla base di precisi piani industriali di garanzia e prospettiva, sul modello produttivo e sugli investimenti. Invitiamo le istituzioni a stare al fianco dei lavoratori e ad intervenire direttamente sulle concessioni demaniali affinché siano gestite sulla base degli interessi della collettività».

LineaMessina

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail