ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

28. November 2020 Der tägliche On-Line-Service für Unternehmer des Transportwesens 14:47 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS JAHR XXVII - Anzahl 3/2009 - MÄRZ 2009

Porti

La BBI prepara la vendita della PD Ports

La Babcock & Brown Infrastructure ha confermato l'esistenza di trattative inerenti alla vendita totale o parziale della PD Ports, proprietaria del porto britannico di Teesport.

Il problematico investitore in infrastrutture con sede in Australia ha dichiarato di essere "impegnato in trattative in corso" per la vendita di una quota azionaria della PD Ports dopo essere stato contattato senza averlo richiesto.

La società ha confermato di essere ancora in trattativa per la vendita di una ulteriore partecipazione nella Euroports, la divisione relativa a strutture in 20 porti della quale essa ha recentemente venduto una quota pari al 29.7%.

Annunciando i propri risultati provvisori questa settimana, la BBI ha espresso la propria fiducia nelle attività inerenti alla PD Ports ed alla Euroports.

Jeff Kendrew, amministratore delegato della BBI, afferma: "Le attività inerenti alla PD Ports ed alla Euroports hanno qualche esposizione correlata ai volumi collegate alle attuali condizioni economiche.

Possiamo anticipare che questa esposizione verrà moderata dal momento che queste attività movimentano una varietà di carichi estremamente ampia, concentrate in primi luogo su prodotti alla rinfusa quali cereali, fertilizzanti, oli alla rinfusa, minerali, zucchero e carbone termico utilizzato nella fornitura di energia".

E' probabile che il progetto del terminal contenitori Northern Gateway della PD Ports sia uno degli sviluppi-chiave in grado di attirare investitori nell'iniziativa.

L'infrastruttura da 330 milioni di sterline alla fine incrementerà la capacità sino alla movimentazione di 1,5 milioni di TEU, per quanto il suo completamento sia stato ora rinviato al 2011.

Anche due importanti catene di supermercati, la Asda e la Tesco, sono state attirate a Teesport al fine di stabilirvi grandi infrastrutture di magazzinaggio logistico, che ci si aspetta che contribuiscano a convogliare più traffici containerizzati attraverso il porto.

La costruzione del centro di importazioni della Tesco's da 111.000 metri quadrati è iniziata nello scorso mese di agosto e dovrebbe concludersi con l'avvio delle operazioni entro quest'estate.
Nei sei mesi che vanno sino al 31 dicembre dello scorso anno, i proventi della PD Ports sono diminuite da 67,1 milioni di sterline a 64,33 milioni di sterline, mentre i proventi della Euroports sono aumentati da 194,3 milioni di sterline a 295,1 milioni di sterline.

Il 27 gennaio scorso, la PD Ports ha ampliato la propria struttura di debito da 75 milioni di sterline, che dovrà essere rinegoziata nel giro dei prossimi sei mesi.

Anche le attività della PD Ports presentano 300 milioni di sterline di debiti in titoli piazzati dal precedente proprietario Nikko nel 2001.

"Ciò significa che la BBI non potrebbe, nemmeno se lo volesse, vendere i principali beni della PD Ports in porzioni, dal momento che i debitori/creditori dei titoli devono prestare il proprio consenso a tutti i cambiamenti ed avere accesso per primi ai fondi così ottenuti" " si esprime la PD Ports in una propria dichiarazione.
(da: cargosystems.net, 05.03.2009)



PSA Genova Pra'


Hotels suchen
Zielort
Ankunftsdatum
Abreisedatum


Inhaltsverzeichnis Erste Seite C.I.S.Co. - Mitteilungen
Jahr XXVII
Anzahl 3/2009

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genua - ITALIEN
tel.: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail: admin@informare.it