testata inforMARE
4 ottobre 2022 - Anno XXVI
Quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
15:11 GMT+2


CENTRO INTERNAZIONALE STUDI CONTAINERSANNO XXXVII - Numero 30 GIUGNO 2019

PORTI

VEICOLI AUTONOMI: LA IAPH PUBBLICA UN RAPPORTO RIGUARDO ALL'IMPATTO SUI PORTI

Mentre la MSC (Maritime Safety Committee) dell'IMO la scorsa settimana a Londra ha consegnato un lavoro preliminare circa un esercizio normativo esplorativo per il trasporto marittimo autonomo, la IAPH pubblica le conclusioni di un rapporto preliminare sulle implicazioni dei veicoli autonomi terrestri, marittimi ed aerei per i porti.

La IAPH (International Association of Ports and Harbors) ha pubblicato uno studio condotto dalla Fraunhofer CML in collaborazione con l'Autorità Portuale di Amburgo sull'impatto dei veicoli autonomi (marittimi, aerei e terrestri) rispetto alle esigenze infrastrutturali portuali.

Il rapporto analizza in maniera assai dettagliata l'impatto degli attuali sviluppi a breve, medio e lungo termine nella tecnologia dei veicoli autonomi riguardo ai porti.

Il rapporto raccomanda l'investimento proattivo in appropriate infrastrutture nei porti nel breve termine.

Tuttavia, esso riconosce altresì che i rapidi progressi nell'autonomia dei veicoli (specialmente per quanto attiene i veicoli senza equipaggio di superficie, sottomarini ed aerei) stanno creando l'incertezza in ordine agli specifici requisiti per i porti in cui si intersecano traffici stradali, ferroviari ed aerei.

Il direttore generale della IAPH Patrick Verhoeven commenta: "Gli irrevocabili progressi nel campo dei veicoli autonomi, e specialmente quelli nelle navi di superficie, significano che i porti dovranno adattare i propri sistemi, processi ed infrastrutture di ormeggio a terra al fine di soddisfare in modo sicuro ed efficiente le loro esigenze.

Tuttavia, la storia non finisce qui.

Attualmente, presso i porti associati alla IAPH, vengono impiegati droni per la sicurezza e la manutenzione.

Vengono utilizzati anche droni sottomarini per le ispezioni alle navi e la loro manutenzione.

Veicoli autonomi sono già operativi nell'ambito di aree chiuse presso alcuni dei più avanzati porti mondiali come Singapore e Rotterdam, mentre sono in programma prove finalizzate all'uso da parte della ferrovia e della strada di reti 5G al di là dei varchi portuali.

Il nostro rapporto mostra che l'automazione del trasporto marittimo è solo un aspetto, poiché i porti devono confrontarsi con molti elementi in più dell'automazione".

L'IMO definisce un esercizio esplorativo riguardo all'uso delle MASS (Navi di Superficie Autonome Marittime)

La 101a sessione della MSC (Maritime Safety Committee) sta ora redigendo il proprio rapporto definitivo in seguito alle sessioni svoltesi la settimana scorsa presso la sede dell'IMO a Londra.

Esso comprende i progressi in ordine all'esercizio normativo esplorativo condotto in relazione all'uso di MASS (Navi di Superficie Autonome Marittime).

La Commissione ha istituito il Gruppo di Lavoro MASS allo scopo di ultimare la redazione di linee guida provvisorie per le prove su MASS che utilizzano una piattaforma internet che dovrebbe essere completata nel 2020.

Il Gruppo fornirà commenti sui principi preliminari delle linee guida provvisorie in ordine alle prove su MASS, così come proposte per lo sviluppo di quelle linee guida, concentrandosi sul reclutamento in sicurezza, nonché la formazione e la certificazione degli operatori responsabili della gestione o del controllo di una nave.

Nel contempo la IAPH sta contattando i porti suoi associati al fine di ricevere contributi paralleli in relazione ai pilotaggi attualmente in corso su veicoli autonomi.

Collegare in pratica l'interfaccia bordo-terra

Il direttore generale della IAPH Patrick Verhoeven conclude: "Nelle sue considerazioni conclusive in occasione della 101a Maritime Safety Committee dell'IMO, il segretario generale Kitack Lim ha accolto favorevolmente i notevoli progressi dell'esercizio normativo esplorativo sull'uso delle navi di superficie autonome marittime, compresi i preparativi in vista della riunione del Gruppo di Lavoro Intersessionale MASS a settembre e l'approvazione delle Linee Guida Provvisorie per le prove su MASS.

La IAPH guarda lontano per aggiungere la voce del settore portuale al fine di assicurare un approccio di collaborazione fra nave e terra con l'IMO per l'impiego dei veicoli autonomi a terra, in mare ed in aria".
(da: hellenicshippingnews.com, 19 giugno 2019)



DALLA PRIMA PAGINA
Il governo finlandese vieta ad Helsinki Shipyard di esportare un nuovo rompighiaccio in Russia
Helsinki
Il mezzo navale è stato ordinato a fine 2021 dalla russa Nornickel
Il progetto “Women in Transport - the challenge for Italian Ports” compie un anno
Roma
Giampieri (Assoporti): la portualità deve essere protagonista anche nella lotta contro le disuguaglianze
MIMS, contributi all'acquisto di nuovi mezzi per il trasporto ferroviario delle merci
Roma
Fondi per 55 milioni di euro del Piano Complementare
Lomar Shipping ha comprato la tedesca Carl Büttner
Londra
Transazione del valore di quasi 160 milioni di dollari
La società armatrice Lomar Shipping del
Installato nel porto di Barcellona un nuovo sistema radar per migliorare la sicurezza del traffico marittimo
Barcellona
Monitoraggio istantaneo e preciso dei movimenti delle navi all'esterno e all'interno dello scalo
Il porto di Barcellona è stato dotato di un nuovo sistema radar per la sorveglianza e
In Svizzera i finanziamenti al servizio ferroviario transalpino di autostrada viaggiante sono stati estesi sino al 2026
Chiasso
RAlpin auspica che la scadenza sia prorogata a fine 2028
CDP, Intesa Sanpaolo e BEI concedono a La Spezia Container Terminal un finanziamento di 160 milioni
Transport & Environment, gli e-fuels per alimentare gli autoveicoli sono un bluff
Bruxelles
Nel 2035 - sottolinea l'organizzazione - potranno alimentare non più del 2% delle vetture europee. Aneris: è fondamentale che l'utilizzo dei carburanti sintetici sia destinato solo al settore aereo e a quello marittimo
È on-line la rinnovata edizione di inforMARE, da sempre quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
Genova
Sviluppata sulla base di una piattaforma proprietaria, offre nuove molteplici informazioni e opportunità ai lettori, agli studiosi e agli inserzionisti
Le associazioni marittimo-portuali europee chiedono di destinare al settore i proventi generati dall'inclusione dello shipping nell'UE ETS
Bruxelles
Lettera congiunta di ECSA, Advanced Biofuels Coalition, CLECAT, CLIA, ENMC, eFuel Alliance, ESC, ESPO, EWABA, FEPORT e SEA Europe
PROSSIME PARTENZE
Visual Sailing List
Porto di partenza
Porto di destinazione:
- per ordine alfabetico
- per nazione
- per zona geografica
Una delegazione della svizzera Groupement Fer ha visitato il porto di Genova
Genova
Dal 2018 il servizio ferroviario Southern Express di PSA Italy tra Genova e Basilea ha trasportato oltre 23.000 container
BANCA DATI
ArmatoriRiparatori e costruttori navali
SpedizionieriProvveditori e appaltatori navali
Agenzie marittimeAutotrasportatori
PORTI
Porti italiani:
Ancona Genova Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Napoli Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venezia
Interporti italiani: elenco Porti del mondo: mappa
MEETINGS
Convegno “Riparazioni navali in crescita: investimenti per il futuro di Genova”
Si terrà il 23 settembre nel capoluogo ligure
Dal 26 settembre al primo ottobre la quinta edizione della Naples Shipping Week
Il programma un calendario di 40 eventi
››› Archivio
RASSEGNA STAMPA
Private developers sought for Dhalkout Port
(Oman Daily Observer)
Le secrétaire général de l'Elysée, Alexis Kohler, mis en examen pour "prise illégale d'intérêts"
(franceinfo)
››› Archivio
FORUM dello Shipping
e della Logistica
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archivio
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Partita iva: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Direttore responsabile Bruno Bellio
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore
Cerca su inforMARE Presentazione
Feed RSS Spazi pubblicitari

inforMARE in Pdf
Mobile