testata inforMARE
07 de diciembre de 2022 - Año XXVI
Periódico independiente sobre economía y política de transporte
00:10 GMT+1
LinnkedInTwitterFacebook


CENTRO INTERNAZIONALE STUDI CONTAINERSANNO XXXVII - Numero 31 OTTOBRE 2019

TRASPORTO INTERMODALE

LA SOLUZIONE DELL'ASSAI CONTROVERSA QUESTIONE CAMION CONTRO TRENO

Qual è più veloce?

Il treno o il camion per andare in Cina?

La risposta dipenderà dai punti di vista e quindi le diverse parti esprimono pareri variabili in ordine alla controversa questione treno contro camion per la direttrice da e verso la Cina.

In verità, la velocità del viaggio è più o meno la stessa.

Il vantaggio del camion sta nella consegna all'ultimo miglio, sottolinea Viacheslav Vikentyev della Delegazione Permanente per l'Eurasia dell'IRU.

L'IRU è un'organizzazione dell'autotrasporto globale appassionatamente coinvolta nelle iniziative per la ristrutturazione della Nuova Via della Seta.

"Quando i primi treni giunsero a Duisburg dalla Cina si trattava di un evento rivoluzionario.

Ora ci sono migliaia di treni lungo questa tratta.

Il prossimo passo è quello di diversificare il modo in cui le merci vengono spedite fra questi continenti" afferma Vikentyev.

Il 27 novembre Vikentyev parlerà in ordine a questo argomento in occasione dell'European Silk Road Summit.

Si riporta di seguito un'anteprima della sua presentazione.

Camion contro treno

A novembre del 2018, la Alblas Int. Transport ha organizzato un viaggio su strada da Khorgos (al confine con il Kazakhistan) alla città polacca di Slubice in 13 giorni.

Secondo Vikentyev un viaggio dallo stesso posto alla volta della Spagna potrebbe essere completato in 17-18 giorni.

In confronto, un viaggio da Xi'an nella Cina orientale a Mannheim in Germania viene effettuato in 15 giorni.

"In termini di velocità, il camion e il treno sono più o meno la stessa cosa.

Sono entrambi sicuramente più rapidi del trasporto via mare.

Ma il vantaggio del camion consiste nel fatto che esso assicura servizi da porta a porta di modo che non c'è necessità di trasbordo.

E questo può essere assai interessante per certe tipologie di prodotto" afferma il rappresentante dell'IRU.

I vantaggi dei TIR

Quest'anno, il governo cinese ha aperto tutti i suoi punti di controllo al trasporto internazionale su strada TIR.

È successo il 25 giugno.

Il TIR (Transport International Routiers) è un sistema di transito doganale e di garanzia internazionale applicabile a livello globale che consente alle merci di essere spedite da un paese di partenza, attraverso paesi di transito, alla volta di un paese di destinazione in vani di carico sigillati.

Con il TIR, il carico non dev'essere sottoposto a verifica o tirato fuori nel corso del viaggio.

Ciò significa che un trasporto camionistico può essere effettuato da un singolo autista dall'inizio alla fine.

Questo può far risparmiare un notevole quantitativo di tempo e denaro poiché non lo si perde a causa delle lunghe attese alle frontiere.

Questi vantaggi dei TIR sono ora disponibili per le tratte da e per la Cina, spiega Vikentyev.

Sorprendente

"Per la prima volta, ci sono stati autisti stranieri in Cina.

Tutto ciò è davvero una novità".

A marzo è stato effettuato un viaggio pilota con camion stranieri che hanno fatto ingresso in profondità nel territorio della Cina.

Dall'inizio dell'estate sono stati effettuati 250 viaggi da paesi come la Russia, la Polonia, la Germania, il Kazakhistan e la Turchia.

Ma le operazioni non sono state completamente prive di problemi, ci sono ancora ostacoli sulla strada.

"Poiché il TIR è una novità in questa parte del mondo, non tutti sono bene informati.

Qualcuno non conosce le nuove possibilità che hanno dinanzi a loro.

I camionisti vengono spesso fermati dalle autorità cinesi.

Gli ci vogliono uno o due giorni per chiarire se la spedizione è permessa.

Tali barriere devono essere rimosse se si vuole riuscire.

Al fine di farlo, abbiamo bisogno di far accrescere la consapevolezza".

Ambiente

È un momento problematico perché il settore del trasporto stradale possa dire di stare per immettere più camion sulle strade.

A causa dell'impatto ambientale dell'autotrasporto, il settore è sotto pressione e quello del trasporto merci ferroviario richiede il dirottamento dei traffici alla ferrovia.

Ma ci sarà sempre una domanda di trasporto su camion, afferma Vikentyev.

"La gente vorrà sempre pagare per consegne da porta a porta, specialmente quando si tratta di prodotti che richiedono consegne rapide e sicure.

Tuttavia i camion non subentreranno completamente al trasporto ferroviario di merci nel corridoio fra Europa e Cina" afferma il rappresentante dell'IRU.

"Queste modalità si integreranno a vicenda.

I traffici fra Cina ed Unione Europea hanno ora passato il segno dei 500 miliardi di dollari e ci si aspetta che raggiungano gli 800 miliardi di dollari entro il 2020, con una quota di traffico merci prossima ai 170 milioni di tonnellate.

A causa delle congestioni nelle rotte marittime e nei porti, i corridoi di trasporto terrestre eurasiatici potrebbero raggiungere l'8-10% dei traffici merci Cina-Unione Europea".

L'European Silk Road Summit

Si vuole saperne di più ascoltando la relazione di Viacheslav Vikentyev su questo argomento?

L'European Silk Road Summit si svolgerà dal 26 al 27 novembre a Venlo nei Paesi Bassi.

Le registrazioni per la partecipazione all'evento sono aperte.

Il programma dell'evento può trovarsi consultando il sito:
https://www.silkroadsummit.eu/programme/
(da: railfreight.com, 15 ottobre 2019)



MSC attiverà un nuovo servizio di linea diretto tra India e Mediterraneo occidentale
Ginevra
In Italia scalerà i porti di Genova, Salerno e Gioia Tauro
Alessandra Orsero è stata eletta presidente di Confetra Liguria
Genova
È vice presidente di Isomar e di Spediporto
Accademia Italiana della Marina Mercantile e Fincantieri avviano percorsi di formazione continua
Genova
Un programma è stato studiato specificamente per il personale tecnico del polo di Sestri Ponente
Progetto di Fedespedi e Accudire per sperimentare la digitalizzazione della CMR
Milano
Calamandrei: auspichiamo che il parlamento ratifichi, nel minor tempo possibile, il protocollo alla Convenzione CMR
Accordo tra Assologistica e Assiterminal per iniziative volte allo sviluppo del settore logistico
Milano
È incentrato su ntermodalità, modernizzazione dei contratti, digitalizzazione, formazione e sostenibilità
Cepsa investirà tre miliardi di euro per la produzione di idrogeno verde in Andalusia
Madrid
Verrà utilizzato anche per la decarbonizzazione dello shipping attraverso i porti di Algeciras e Huelva
Sbarcato a Savona un carico di grano proveniente dall'Ucraina
Savona
È il primo a giungere in Liguria dall'inizio del conflitto
I porti turchi chiuderanno il 2022 con un'ulteriore crescita del traffico delle merci
Ankara
Atteso un totale di 545 milioni di tonnellate rispetto ai 526 milioni dello scorso anno
Gara per la vendita della terza nave da crociera ordinata da Swan Hellenic a Helsinki Shipyard
Helsinki
È lunga 125,0 metri e larga 24,3 metri
Partnership della giapponese NYK e dell'indonesiana PIS incentrata sul trasporto marittimo di GNL
Tokyo
L'intesa include altri segmenti d'attività, tra cui le rinfuse petrolifere e le FSRU
Federlogistica, giù le mani del Ministero dei Beni culturali dalla blue economy
Roma
Merlo: non possono non generare grande preoccupazione le recenti dichiarazioni del sottosegretario Sgarbi
Aumento dei costi e concomitante riduzione dei traffici pongono sotto pressione i terminalisti portuali italiani
PROXIMAS SALIDAS
Visual Sailing List
Salida
Destinación:
- orden alfabético
- nación
- aréa geogràfica
Dal porto di Rijeka è partito il primo servizio ferroviario regolare per il mercato austriaco
Rijeka
Avvio del treno blocco dall'Adriatic Gate Container Terminal
Nel terzo trimestre l'indice del fatturato dei servizi di trasporto e magazzinaggio ha registrato una crescita congiunturale del +3,9%
Roma
La variazione tendenziale è del +19,9%
Il Propeller Club di Salerno ha sviscerato le problematiche e le opportunità offerte dal cold ironing
Salerno
Il PNRR destina 700 milioni a 34 porti per l'elettrificazione delle banchine
Lloyd's Register ha ottenuto l'autorizzazione ad ispezionare il naviglio italiano adibito a viaggi nazionali
Londra
Il gruppo britannico potrà agire in qualità di ente tecnico ed organismo tecnico riconosciuto
Il BIMCO prevede che il trend di indebolimento del mercato dello shipping containerizzato si protrarrà nel 2023 e nel 2024
Bagsværd
I carrier, pur di riempire le navi, potrebbero innescare una spirale di discesa dei noli
Hupac incrementerà la frequenza del servizio intermodale Rotterdam-Pordenone
Chiasso
Salirà da tre a cinque rotazioni a settimana
Assarmatori, le tempistiche di applicazione dell'ETS per il trasporto marittimo, in particolare per le Autostrade del Mare, e per il trasporto stradale devono essere allineate
Roma
Messina: è necessario prevenire pericolosi, e potenzialmente irreversibili, fenomeni di trasferimento modale
MSC ha preso in consegna il proprio primo aereo cargo
Ginevra
Verrà impiegato tra Cina. USA, Messico ed Europa
La russa Uralchem sta realizzando un terminal portuale a Taman, in Crimea, per l'esportazione di ammoniaca
Mosca
Dovrebbe diventare operativo entro la fine del 2023
PUERTOS
Puertos italianos:
Ancona Génova Rávena
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Liorna Taranto
Cagliari Nápoli Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venecia
Interpuertos Italianos: lista Puertos del mundo: Mapa
BANCO DE DATOS
Armadores Reparadores navales y astilleros
Expedicionarios Abastecedores de bordo
Agencias marítimas Transportistas
MEETINGS
Genova, workshop “Nuove energie ai porti”
Genova
Si terrà venerdì a Palazzo San Giorgio
Interporto di Nola, convegno su ZES e logistica
Nola
Si terrà il 3 novembre
››› Archivo
RESEÑA DE LA PRENSA
S. Korean shipyards rank 2nd in new global orders in Nov.
(YONHAP News Agency)
Exclusive: India to offer incentives to boost shipbuilding industry - sources
(Reuters)
››› Reseña de la Prensa Archivo
FORUM de lo shipping y
de la logística
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archivo
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Génova - ITALIA
tel.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail
Partita iva: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Director: Bruno Bellio
Prohibida la reproducción, total o parcial, sin el explicito consentimento del editor
Búsqueda en inforMARE Presentación
Feed RSS Espacios publicitarios

inforMARE en Pdf
Móvil