testata inforMARE
7. Dezember 2022 - Jahr XXVI
Unabhängige Zeitung zu Wirtschaft und Verkehrspolitik
00:21 GMT+1
LinnkedInTwitterFacebook


CENTRO INTERNAZIONALE STUDI CONTAINERSANNO XXXVII - Numero 30 GIUGNO 2019

PROGRESSO E TECNOLOGIA

LA REALIZZAZIONE DELLA CITTÀ INTELLIGENTE

Mentre lo sviluppo sempre più rapido del settore dei trasporti ha assistito alla trasformazione di diversi porti in ambienti intelligenti e connessi, il passaggio alla connettività deve ancora verificarsi al di là del varco portuale.

Come sostengono Benjamin Vernooij e Mary Etienne della Dell EMC, "occorre che i porti guardino all'esterno" e prendano in considerazione un proprio ruolo in un ecosistema dei traffici molto più grande, specialmente poiché le filiere logistiche globali e locali adottano la crescente tendenza alla digitalizzazione.

Una componente fondamentale di questo movimento è l'ascesa della città e dell'intera urbanizzazione intelligenti; poiché ci si aspetta che il 60% della popolazione mondiale vivrà in città entro il 2050, secondo TechRepublic, questi ambienti stanno sfruttando le nuove tecnologie per diventare più intelligenti e capaci di supportare i propri cittadini.

Dato che i porti ed i terminal servono da centri economici essenziali in un gran numero di grandi città in tutto il mondo, molte delle quali si stanno già dando da fare per diventare più intelligenti, gli armatori e gli operatori di questi indispensabili hub commerciali hanno bisogno di comprendere come adattarsi.

L'ascesa della città intelligente

Grosso modo nella stessa maniera in cui le tecnologie come i sensori intelligenti e l'Internet delle Cose connettono le componenti nel contesto di un ambiente portuale - trasferendo i dati da macchina a macchina allo scopo di incrementare la visibilità e consentire un'analisi più efficace - anche i livelli di una città possono essere collegati dai dati.

La Commissione Europea ha dichiarato che le città intelligenti significano "reti di trasporto urbano più intelligenti, migliore fornitura d'acqua e migliori impianti per lo smaltimento dei rifiuti, nonché modi più efficienti per illuminare e costruire edifici": sono solo alcuni dei vantaggi cui si può accedere incrementando la connettività.

Con il supporto della IBM, che nel 2018 ha consegnato la prima piattaforma di catena di blocchi come servizio affinché venisse ufficialmente adottata dagli Emirati Arabi Uniti, Dubai è una delle tante località che stanno facendo passi finalizzati a questa rivoluzione.

"Dubai Intelligente si è mossa rapidamente verso il nostro principale obiettivo di trasformare l'emirato in una città intelligente a tutti gli effetti" sostiene S.E. la dottoressa Aisha Bint Butti Bin Bishr, direttore generale dell'ufficio governativo che adotta l'innovazione al fine di rendere più trasparenti i processi e le transazioni quotidiani.

Intelligente e connesso

Prima di prendere in considerazione come un porto o un terminal possano diventare un nodo indispensabile nel più ampio sistema di una città intelligente, è importante capire quali soluzioni siano in corso di sviluppo a supporto di un ambiente urbano che si muova rapidamente, sia incredibilmente impegnato ma anche connesso.

Fra gli sviluppi fondamentali che attualmente sono alla testa di questo movimento, pochi sono più importanti della introduzione delle reti 5G che non solo sono più veloci delle precedenti iterazioni ma anche più versatili; nella città intelligente la comunicazione fra macchine sarà altrettanto importante delle comunicazioni fra la gente.

La Nokia, che recentemente ha partecipato alla Container Terminal Automation Conference in relazione all'argomento delle reti 5G, è uno degli operatori di telecomunicazioni all'avanguardia che stanno già provando queste soluzioni.

La società ha fatto da pilota ad una "concezione di polo intelligente" finalizzata alla soluzione del problema della capacità di rete, un ostacolo chiave che dev'essere superato per coprire adeguatamente il numero di utenti, servizi e dati che interagiscono nell'ambito di una città intelligente.

Trovando il modo di incrementare la capacità di trasferimento dei dati, la Nokia ha reso fattibili servizi digitali che diventeranno il fondamento di come opera questo moderno ambiente.

Connettere i porti

Molti porti e terminal, come si legge in una recente informativa di PTI, stanno scegliendo di investire anche in reti avanzate, conducendo esperimenti in proprio allo scopo di determinare quali nuove applicazioni e servizi diventeranno possibili con la velocità in più e la banda larga offerti dalla 5G.

Sebbene questi fondamentali hub commerciali stiano cercando di diventare più connessi di per sé, alla fine avranno un ruolo essenziale da svolgere nella città intelligente come uno dei principali attivatori di commercio e logistica, a livello locale, regionale e nazionale.

Per i porti, comunicare con le aziende locali che supportano le loro operazioni è un aspetto fondamentale dei processi di pianificazione e della gestione dei risultati produttivi containerizzati.

L'elemento chiave, quindi, per coltivare una relazione molto più salda ed aperta fra questi organismi, è quello dei dati.

L'ecosistema di una città intelligente viene realizzato sul principio di collaborazione e, includendo quelle attività che agiscono nell'ambito di un porto, genera informazioni che sono accessibili dove ce n'è maggiore necessità.

Una volta sviluppata la rete intelligente, potrebbe essere che lo spazio nel magazzino vicino - che assicura capacità di stoccaggio in più per i contenitori in attesa di entrare in porto - sia visibile per l'operatore in tempo reale, agevolando una supervisione molto più esaustiva dei requisiti di capacità.

Abilitare la logistica

Un'altra area chiave in cui sia un porto che una città intelligenti saranno in grado di interagire l'un l'altra è quella dei veicoli connessi; se il primo deve pianificare le proprie operazioni più efficientemente in futuro, è essenziale che l'ubicazione ed il momento atteso di arrivo di un camion siano visibili.

Nella città intelligente, questo livello di trasparenza può essere conseguito attraverso la tecnologia dei sensori e l'Internet delle Cose, che segue la progressione del veicolo e addirittura le merci che esso trasporta al fine di rendere le filiere distributive più scorrevoli ed adattabili, specialmente in caso di eccezioni o ritardi.

Lo sviluppo di comunicazioni V2V (da veicolo a veicolo), che consentono la guida autonoma anche in uno scenario di congestione, potrebbe anche rappresentare un enorme impulso per le filiere distributive di domani, riducendo i traffici, eliminando i potenziali incidenti e consentendo la movimentazione dei carichi da e per il porto alla svelta.

Più significativamente, è qui che il porto digitale intelligente del futuro può iniziare a guardare al di là del varco e pensare più attentamente al proprio ruolo in una filiera molto più grande di parti collaborative che tutte quante si mettono assieme e condividono i dati per rendere più efficienti i propri processi.

Come asserisce Yossi Sheffi, professore ed esperto di filiere distributive al MIT, "La sfida è quella di sviluppare ciò che i clienti reclamano: trasporto marittimo da capo a capo, affidabile e omogeneo ad un costo ragionevolmente basso".

Porti e città più intelligenti potranno solo contribuire a conseguire questo obiettivo.
(da: porttchnology.org, 7 giugno 2019)



MSC attiverà un nuovo servizio di linea diretto tra India e Mediterraneo occidentale
Ginevra
In Italia scalerà i porti di Genova, Salerno e Gioia Tauro
Alessandra Orsero è stata eletta presidente di Confetra Liguria
Genova
È vice presidente di Isomar e di Spediporto
Accademia Italiana della Marina Mercantile e Fincantieri avviano percorsi di formazione continua
Genova
Un programma è stato studiato specificamente per il personale tecnico del polo di Sestri Ponente
Progetto di Fedespedi e Accudire per sperimentare la digitalizzazione della CMR
Milano
Calamandrei: auspichiamo che il parlamento ratifichi, nel minor tempo possibile, il protocollo alla Convenzione CMR
Accordo tra Assologistica e Assiterminal per iniziative volte allo sviluppo del settore logistico
Milano
È incentrato su ntermodalità, modernizzazione dei contratti, digitalizzazione, formazione e sostenibilità
Cepsa investirà tre miliardi di euro per la produzione di idrogeno verde in Andalusia
Madrid
Verrà utilizzato anche per la decarbonizzazione dello shipping attraverso i porti di Algeciras e Huelva
Sbarcato a Savona un carico di grano proveniente dall'Ucraina
Savona
È il primo a giungere in Liguria dall'inizio del conflitto
I porti turchi chiuderanno il 2022 con un'ulteriore crescita del traffico delle merci
Ankara
Atteso un totale di 545 milioni di tonnellate rispetto ai 526 milioni dello scorso anno
Gara per la vendita della terza nave da crociera ordinata da Swan Hellenic a Helsinki Shipyard
Helsinki
È lunga 125,0 metri e larga 24,3 metri
Partnership della giapponese NYK e dell'indonesiana PIS incentrata sul trasporto marittimo di GNL
Tokyo
L'intesa include altri segmenti d'attività, tra cui le rinfuse petrolifere e le FSRU
Federlogistica, giù le mani del Ministero dei Beni culturali dalla blue economy
Roma
Merlo: non possono non generare grande preoccupazione le recenti dichiarazioni del sottosegretario Sgarbi
Aumento dei costi e concomitante riduzione dei traffici pongono sotto pressione i terminalisti portuali italiani
NÄCHSTE ABFAHRSTERMINE
Visual Sailing List
Abfahrt
Ankunft:
- Alphabetische Liste
- Nationen
- Geographische Lage
Dal porto di Rijeka è partito il primo servizio ferroviario regolare per il mercato austriaco
Rijeka
Avvio del treno blocco dall'Adriatic Gate Container Terminal
Nel terzo trimestre l'indice del fatturato dei servizi di trasporto e magazzinaggio ha registrato una crescita congiunturale del +3,9%
Roma
La variazione tendenziale è del +19,9%
Il Propeller Club di Salerno ha sviscerato le problematiche e le opportunità offerte dal cold ironing
Salerno
Il PNRR destina 700 milioni a 34 porti per l'elettrificazione delle banchine
Lloyd's Register ha ottenuto l'autorizzazione ad ispezionare il naviglio italiano adibito a viaggi nazionali
Londra
Il gruppo britannico potrà agire in qualità di ente tecnico ed organismo tecnico riconosciuto
Il BIMCO prevede che il trend di indebolimento del mercato dello shipping containerizzato si protrarrà nel 2023 e nel 2024
Bagsværd
I carrier, pur di riempire le navi, potrebbero innescare una spirale di discesa dei noli
Hupac incrementerà la frequenza del servizio intermodale Rotterdam-Pordenone
Chiasso
Salirà da tre a cinque rotazioni a settimana
Assarmatori, le tempistiche di applicazione dell'ETS per il trasporto marittimo, in particolare per le Autostrade del Mare, e per il trasporto stradale devono essere allineate
Roma
Messina: è necessario prevenire pericolosi, e potenzialmente irreversibili, fenomeni di trasferimento modale
MSC ha preso in consegna il proprio primo aereo cargo
Ginevra
Verrà impiegato tra Cina. USA, Messico ed Europa
La russa Uralchem sta realizzando un terminal portuale a Taman, in Crimea, per l'esportazione di ammoniaca
Mosca
Dovrebbe diventare operativo entro la fine del 2023
HÄFEN
Italienische Häfen:
Ancona Genua Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Neapel Trapani
Carrara Palermo Triest
Civitavecchia Piombino Venedig
Italienische Logistik-zentren: Liste Häfen der Welt: Landkarte
DATEN-BANK
ReedereienWerften
SpediteureSchiffs-ausrüster
agenturenGüterkraft-verkehrs-unternehmer
MEETINGS
Genova, workshop “Nuove energie ai porti”
Genova
Si terrà venerdì a Palazzo San Giorgio
Interporto di Nola, convegno su ZES e logistica
Nola
Si terrà il 3 novembre
››› Archiv
NACHRICHTENÜBERBLICK INHALTSVERZEICHNIS
S. Korean shipyards rank 2nd in new global orders in Nov.
(YONHAP News Agency)
Exclusive: India to offer incentives to boost shipbuilding industry - sources
(Reuters)
››› Nachrichtenüberblick Archiv
FORUM über Shipping
und Logistik
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archiv
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genua - ITALIEN
tel.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail
Umsatzsteuernummer: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Verantwortlicher Direktor: Bruno Bellio
Jede Reproduktion, ohne die ausdrückliche Erlaubnis des Herausgebers, ist verboten
Suche in inforMARE Einführung
Feed RSS Werbeflächen

inforMARE in Pdf
Handy