testata inforMARE
28. November 2022 - Jahr XXVI
Unabhängige Zeitung zu Wirtschaft und Verkehrspolitik
09:47 GMT+1
LinnkedInTwitterFacebook


COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTSJAHR XXIII - Anzahl 7/2005 - JULI 2005

Trasporto marittimo

La AP Møller-Maersk fa un'offerta per la PONL

Il gruppo AP Møller-Maersk ha fatto un'offerta formale per l'acquisizione della RPONL (Royal P&O Nedlloyd) al prezzo di euro 57 per azione, che rappresentano un rialzo del 41% rispetto al prezzo di mercato alla data del 9 maggio, vale a dire il giorno antecedente all'offerta. L'offerta, che ammonta a 2,3 miliardi di euro, è già stata approvata dai consigli d'amministrazione della RPONL e della P&O Nedlloyd, ma deve ancora essere approvata dagli altri azionisti ed è ancora soggetta alle altre approvazioni previste dalla legge.

Queste ultime non sono così scontate, dal momento che l'acquisizione della RPONL incrementerà la quota di mercato della capacità di navi completamente cellulari del gruppo AP Møller-Maersk dal 13% a poco oltre il 22%. Si tratterebbe di un'iniziativa dalle dimensioni poi non così rilevanti, a livello globale, ma lo scenario cambia a seconda della direttrice di traffico presa in esame, specialmente in alcuni traffici nord-sud della P&O Nedlloyd. Inoltre, la nuova società avrebbe dimensioni più che doppie rispetto a quelle del suo rivale più prossimo, la MSC (Mediterranean Shipping Company), che pure è in rapida crescita, e sarebbe una forza dominante nel mercato dei refrigerati.

Commentando tale situazione, Jacques Saadé, presidente del rivale in rapida espansione CMA CGM, ha detto: "Siamo, com'è ovvio, preoccupati, data la reputazione della Maersk Sealand di voler fare le cose da sola, piuttosto che in collaborazione come facciamo noi. Ma, partendo dal presupposto che la nuova organizzazione non commetta pazzie dal punto di vista delle riduzioni tariffarie da qui in avanti, alla fine potrebbe trattarsi di una cosa buona".

Se l'offerta della AP Møller-Maersk andrà a buon fine, la compagnia di navigazione ha in programma l'assorbimento della P&O Nedlloyd nell'ambito della Maersk Sealand, piuttosto che conservarla come marchio distinto com'è avvenuto con la Safmarine.

Knud Stubkjaer, socio della AP Møller-Maersk e capo esecutivo della Maersk Sealand, ha dichiarato: "Il marchio P&O in ogni caso è stato solo affittato alla RPONL, di modo che, anche se volessimo mantenerlo per sempre, non sarebbe possibile. Pertanto, il nostro desiderio è quello di creare una nuova struttura unica con la Maersk Sealand, e dare a quest'ultima una denominazione che è ancora da decidere.

Naturalmente, siamo consapevoli che la P&O Nedlloyd effettua operazioni in seno alla Grand Alliance ed altri consorzi, di modo che non sarà possibile dismettere il suo marchio così sui due piedi. Noi rispetteremo tutti questi accordi associativi, sebbene sia chiaro che la nostra intenzione è quella di parlare con tutti questi soci a tempo debito, per vedere qual è il modo migliore da seguire".

Sono molte le illazioni che si continuano a fare in ordine al momento in cui è stata effettuata l'offerta della AP Møller-Maersk, cioè in quello che molti considerano il picco del mercato; la conclusione che se ne trae è che qualcun altro possa averle forzato la mano.

Commenta Stubkjaer: "Noi restiamo convinti che il mercato vada verso un crollo che porterà in basso i prezzi, ma in ogni caso noi siamo attivi in questo settore a lungo termine e non solo per domani. Quanto all'ipotesi che sia probabile che qualcun altro faccia un'offerta rivale, sinora non se sappiamo nulla. Crediamo che la nostra offerta sia corretta, com'è già stato confermato dai consigli d'amministrazione della RPONL e della P&O".

Aggiunge poi: "La combinazione delle attività containerizzate della P&O Nedlloyd e della Maersk realizzerà nuove ed entusiasmanti opportunità nel commercio globale. I traffici mondiali sono in espansione e l'efficienza della gestione della catena delle forniture sta diventando sempre più importante nel nostro settore. Mettendo in campo le migliori competenze ed esperienze di entrambe le organizzazioni, saremo in grado di offrire una proposta ancora maggiore ai nostri clienti di tutto il mondo. Inoltre, un organismo combinato comporterà un modo di lavorare migliorato, diverso e di successo".
(da: Containerisation International, giugno 2005, pag. 11)




AB DER ERSTE SEITE
Uiltrasporti, il governo non sostiene la decarbonizzazione del settore trasporti
Roma
Tarlazzi: assenti o insufficienti le misure nella bozza della nuova legge di Bilancio
Anche lo slancio dei risultati economici della CMA CGM ha perso forza
Marsiglia
Nuovo record di ricavi trimestrali. Nel periodo luglio-settembre i carichi trasportati dalla flotta sono tornati a crescere
Affidata la progettazione dell'elettrificazione di banchine dei porti di Bari e Brindisi
Bari
Contratto del valore di 488mila euro
La giapponese MOL ordinerà due nuove navi da crociera
Tokyo
Investimento di 100 miliardi di yen per unità da 35.000 tsl
Il porto di Trieste cresce nei primi dieci mesi del 2022 ma arretra nell'ultimo quadrimestre
Trieste
Nel periodo luglio-ottobre movimentate 18.325.525 tonnellate di carichi (-7,7%)
Prestito di 43 milioni di euro della BERS a Serbia Cargo
Londra
Fincanziato anche il potenziamento del porto kazako di Aktau
La Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BERS) ha concesso un prestito di 43 milioni di euro alla società ferroviaria merci statale serba ...
FESCO acquisterà portacontainer da 6-7.000 teu di seconda mano per importare banane dall'Ecuador
Mosca
Da febbraio a marzo 2022 le spedizioni di banane ecuadoriane verso la Russia sono calate da 9,32 milioni a 5,83 milioni di casse
La prima nave di Explora Journeys prenderà il mare il prossimo 17 luglio
Ginevra
Partirà da Southampton verso il Nord Europa sino ad oltre il Circolo Polare Artico
FerMerci, l'aumento del costo dell'energia rischia di bloccare il trasporto ferroviario merci
Roma
Domani l'associazione proporrà un “Patto per la formazione del personale di esercizio nel trasporto ferroviario merci”
Taglio della prima lamiera della nave da crociera Silver Ray
Papenburg
Silverseas Cruises decide di rinviare di un mese il lancio della gemella “Silver Nova”
Il Korean Register autorizzato a fornire servizi di certificazione e sorveglianza alle navi greche
Atene
Accordo con Ministero delle Attività marittime e delle politiche insulari di Atene
Ad ottobre il traffico delle merci nei porti marittimi cinesi è aumentato del +3,7%
Pechino
Il solo traffico da e per l'estero è stato di 393,4 milioni di tonnellate (+0,2%)
Nel terzo trimestre, per la prima volta in due anni, gli scambi commerciali del G20 sono diminuiti
Parigi
Ulteriore indebolimento della crescita del commercio di servizi
Bucchioni: SNAM ha diritto di sviluppare la sua attività, ma il porto della Spezia ha il diritto di decidere come utilizzare le proprie infrastrutture
La Spezia
I terminal ex art.16 e art.18 - ha ricordato il presidente degli agenti marittimi - sono le imprese titolate a svolgere le operazioni di imbarco-sbarco merci
Nel terzo trimestre il traffico delle merci nel porto marocchino di Tanger Med è cresciuto del +19%
Ksar El Majaz
Nei primi nove mesi del 2022 l'incremento è stato del +11%
Progetto per realizzare un nuovo porto franco nel Galles
Londra
È stato presentato da Associated British Ports, da Port of Milford Haven e dalle contee di Neath Port Talbot e Pembrokeshire
AGCS, l'inflazione ha l'effetto di incrementare la gravità dei sinistri marittimi
Monaco di Baviera
I recenti aumenti dei valori delle navi e dei carichi significano che le perdite e le riparazioni stanno diventando più onerose
NÄCHSTE ABFAHRSTERMINE
Visual Sailing List
Abfahrt
Ankunft:
- Alphabetische Liste
- Nationen
- Geographische Lage
Nel 2021 il traffico delle merci nei porti dell'UE è aumentato del +4,1% (-3,5% sul 2019)
Bruxelles
Nel segmento dei container, il traffico in Italia è rimasto stabile mentre è cresciuto nelle altre principali nazioni marittime
DATEN-BANK
ReedereienWerften
SpediteureSchiffs-ausrüster
agenturenGüterkraft-verkehrs-unternehmer
HÄFEN
Italienische Häfen:
Ancona Genua Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Neapel Trapani
Carrara Palermo Triest
Civitavecchia Piombino Venedig
Italienische Logistik-zentren: Liste Häfen der Welt: Landkarte
MEETINGS
Genova, workshop “Nuove energie ai porti”
Genova
Si terrà venerdì a Palazzo San Giorgio
Interporto di Nola, convegno su ZES e logistica
Nola
Si terrà il 3 novembre
››› Archiv
NACHRICHTENÜBERBLICK INHALTSVERZEICHNIS
Dollar crisis hits shipping sector as payment to MLOs face hurdles
(The Financial Express)
APSEZ forms JV with Gadot Chemical Terminals in Israel to buy Haifa Port
(Business Standard)
››› Nachrichtenüberblick Archiv
FORUM über Shipping
und Logistik
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archiv
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genua - ITALIEN
tel.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail
Umsatzsteuernummer: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Verantwortlicher Direktor: Bruno Bellio
Jede Reproduktion, ohne die ausdrückliche Erlaubnis des Herausgebers, ist verboten
Suche in inforMARE Einführung
Feed RSS Werbeflächen

inforMARE in Pdf
Handy