testata inforMARE
28. November 2022 - Jahr XXVI
Unabhängige Zeitung zu Wirtschaft und Verkehrspolitik
12:50 GMT+1
LinnkedInTwitterFacebook


COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTSJAHR XXIV - Anzahl 12/2006 - DEZEMBER 2006

Trasporto marittimo

Linee sudcoreane sotto assedio

Le due principali linee di trasporto marittimo di contenitori della Corea del Sud, Hanjin Shipping e HMM (Hyundai Merchant Marine), stanno per essere rilevate? Questa è la domanda che gira nella testa di molta gente, date le recenti transazioni relative ad accordi di acquisto e condivisione di stock azionari.

Nel caso della Hanjin, che viene classificata all'ottavo posto tra gli operatori di portacontainers del mondo, il magnate marittimo israeliano Sami Ofer ed il gruppo bancario Citigroup hanno entrambi incrementato le proprie quote azionarie.

Complessivamente, essi hanno speso più di 320 milioni di dollari USA; Ofer adesso si dice che possieda il 12% del capitale azionario della Hanjin (al 4 ottobre), mentre la Citigroup è attestata al 12,9%.

Le quote sono state acquistate principalmente presso la Geveran Trading, con sede a Cipro, che rappresenta un importante strumento di investimenti per l'imprenditore marittimo danese John Fredriksen.

Quest'ultimo negli ultimi anni aveva accumulato un notevole capitale azionario sia nella Hanjin che nella HMM e, ad un certo punto, deteneva più del 17% del capitale della HMM e veniva registrato quale principale azionista.

Non vi è alcuna prova che Ofer e la Citigroup stiano lavorando assieme. Tuttavia, dovessero le cose stare davvero così, essi deterrebbero complessivamente quasi il 25% della società; tale quota risulterebbe seconda solo a quella del presidente della Hanjin, Cho Soo-ho, e dei suoi azionisti "amici".

Poiché Ofer controlla la Zim, si dà il caso che queste iniziative possano comportare una ulteriore razionalizzazione del settore della navigazione di linea, malgrado entrambe le parti abbiano pubblicamente affermato che l'incremento delle quote nella Hanjin è avvenuto al solo scopo di investire.

La Zim e la Hanjin hanno lavorato assieme e continuano a farlo in alcuni traffici, ma gli accordi si riferiscono per lo più alla condivisione degli spazi.

La situazione della HMM è diversa, dato che la società sta tentando di evitare il rilevamento ad opera della Hyundai Heavy Industries e di una consociata del gruppo, la Hyundai Sambo Heavy Industries.

Questi gruppi hanno acquisito una quota azionaria del 25% della Geveran Trading all'inizio di quest'anno e sono i maggiori azionisti del gruppo.

I programmi della HMM girano attorno alla emissione di 20 milioni di nuove azioni al fine di raccogliere 300 miliardi di won sudcoreani (314 milioni di dollari USA) per finanziare l'acquisizione della HE&C (Hyundai Engineering & Construction). La HMM intende quindi recuperare l'8% delle quote detenute dalla HE&C nella società, innalzando così le quote azionarie amiche ad oltre il 40%.
(da: Containerisation International, novembre 2006, pag. 13)




AB DER ERSTE SEITE
Uiltrasporti, il governo non sostiene la decarbonizzazione del settore trasporti
Roma
Tarlazzi: assenti o insufficienti le misure nella bozza della nuova legge di Bilancio
Anche lo slancio dei risultati economici della CMA CGM ha perso forza
Marsiglia
Nuovo record di ricavi trimestrali. Nel periodo luglio-settembre i carichi trasportati dalla flotta sono tornati a crescere
Affidata la progettazione dell'elettrificazione di banchine dei porti di Bari e Brindisi
Bari
Contratto del valore di 488mila euro
La giapponese MOL ordinerà due nuove navi da crociera
Tokyo
Investimento di 100 miliardi di yen per unità da 35.000 tsl
Il porto di Trieste cresce nei primi dieci mesi del 2022 ma arretra nell'ultimo quadrimestre
Trieste
Nel periodo luglio-ottobre movimentate 18.325.525 tonnellate di carichi (-7,7%)
Prestito di 43 milioni di euro della BERS a Serbia Cargo
Londra
Fincanziato anche il potenziamento del porto kazako di Aktau
La Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BERS) ha concesso un prestito di 43 milioni di euro alla società ferroviaria merci statale serba ...
FESCO acquisterà portacontainer da 6-7.000 teu di seconda mano per importare banane dall'Ecuador
Mosca
Da febbraio a marzo 2022 le spedizioni di banane ecuadoriane verso la Russia sono calate da 9,32 milioni a 5,83 milioni di casse
La prima nave di Explora Journeys prenderà il mare il prossimo 17 luglio
Ginevra
Partirà da Southampton verso il Nord Europa sino ad oltre il Circolo Polare Artico
FerMerci, l'aumento del costo dell'energia rischia di bloccare il trasporto ferroviario merci
Roma
Domani l'associazione proporrà un “Patto per la formazione del personale di esercizio nel trasporto ferroviario merci”
Taglio della prima lamiera della nave da crociera Silver Ray
Papenburg
Silverseas Cruises decide di rinviare di un mese il lancio della gemella “Silver Nova”
Il Korean Register autorizzato a fornire servizi di certificazione e sorveglianza alle navi greche
Atene
Accordo con Ministero delle Attività marittime e delle politiche insulari di Atene
Progetto per la produzione a bordo delle navi di idrogeno pulito e carbonio solido dal metano
Helsinki
Accordo tra le finlandesi Wärtsilä e Hycamite
Bucchioni: SNAM ha diritto di sviluppare la sua attività, ma il porto della Spezia ha il diritto di decidere come utilizzare le proprie infrastrutture
La Spezia
I terminal ex art.16 e art.18 - ha ricordato il presidente degli agenti marittimi - sono le imprese titolate a svolgere le operazioni di imbarco-sbarco merci
Nel terzo trimestre il traffico delle merci nel porto marocchino di Tanger Med è cresciuto del +19%
Ksar El Majaz
Nei primi nove mesi del 2022 l'incremento è stato del +11%
Progetto per realizzare un nuovo porto franco nel Galles
Londra
È stato presentato da Associated British Ports, da Port of Milford Haven e dalle contee di Neath Port Talbot e Pembrokeshire
NÄCHSTE ABFAHRSTERMINE
Visual Sailing List
Abfahrt
Ankunft:
- Alphabetische Liste
- Nationen
- Geographische Lage
Nel 2021 il traffico delle merci nei porti dell'UE è aumentato del +4,1% (-3,5% sul 2019)
Bruxelles
Nel segmento dei container, il traffico in Italia è rimasto stabile mentre è cresciuto nelle altre principali nazioni marittime
DATEN-BANK
ReedereienWerften
SpediteureSchiffs-ausrüster
agenturenGüterkraft-verkehrs-unternehmer
HÄFEN
Italienische Häfen:
Ancona Genua Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Neapel Trapani
Carrara Palermo Triest
Civitavecchia Piombino Venedig
Italienische Logistik-zentren: Liste Häfen der Welt: Landkarte
MEETINGS
Genova, workshop “Nuove energie ai porti”
Genova
Si terrà venerdì a Palazzo San Giorgio
Interporto di Nola, convegno su ZES e logistica
Nola
Si terrà il 3 novembre
››› Archiv
NACHRICHTENÜBERBLICK INHALTSVERZEICHNIS
More than 80 injured as Indian police clash with Adani port protesters
(Reuters)
Unye Port Opened to the World
(Raillynews)
››› Nachrichtenüberblick Archiv
FORUM über Shipping
und Logistik
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archiv
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genua - ITALIEN
tel.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail
Umsatzsteuernummer: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Verantwortlicher Direktor: Bruno Bellio
Jede Reproduktion, ohne die ausdrückliche Erlaubnis des Herausgebers, ist verboten
Suche in inforMARE Einführung
Feed RSS Werbeflächen

inforMARE in Pdf
Handy