testata inforMARE
28. November 2022 - Jahr XXVI
Unabhängige Zeitung zu Wirtschaft und Verkehrspolitik
22:28 GMT+1
LinnkedInTwitterFacebook


CENTRO ITALIANO STUDI CONTAINERSJAHR XVI - Anzahl 10/98 - OKTOBER 1998

Legislazione

Il Congresso statunitense si accinge ad approvare la legge di riforma del settore marittimo

Il cammino dello S414, il disegno di legge divenuto la Legge di Riforma del Trasporto Marittimo del 1998 e che ora andrà a modificare la corrispondente normativa del 1984, ha avuto inizio nel 1995. Tre anni dopo, esso ha quasi completato il proprio iter legislativo ed ora deve solo essere sottoposto all'approvazione del Senato, per poi ricevere l'approvazione definitiva dal Presidente Clinton. Tuttavia, il documento in questione è cambiato notevolmente da quando esso era stato presentato la prima volta.

Dapprincipio vigeva il concetto dell'assoluta riservatezza dei contratti, poi quest'ultima era stata abolita. La FMC (Commissione Marittima Federale) risultava essere stata abolita, poi è stata graziata. Ora, ai sensi dell'attuale legge di riforma, essa potrebbe ritrovarsi in una posizione più salda di quella antecedente. Infine, è persino accaduto che politici che in origine avevano sostenuto la legge si sono espressi a sfavore della versione definitiva. Si veda, infatti, il comportamento di uno di questi ultimi, il congressista Henry J. Hyde, presidente della commissione affari legali, il quale - pur dichiarandosi d'accordo sulla rinuncia a qualsiasi impugnazione del progetto di legge - ha espresso critiche sulla sua approvazione integrale.

Hyde, in una lettera inviata a Bud Schuster, presidente della commissione trasporti ed infrastrutture della Camera dei Rappresentanti statunitense, ha dichiarato: "In ragione della richiesta della direzione di esaminare alla svelta questo progetto di legge, nonché dei delicati equilibri politici implicati da questa legislazione di compromesso, desidero rinunciare al diritto di questa commissione di riferire in ordine allo S414... Vorrei sottolineare, tuttavia, che sono molto preoccupato circa la situazione degli nvoccs, ovvero i vettori comuni non proprietari di navi, degli spedizionieri e delle associazioni marittime (molti dei quali - ha ammesso Hyde - sono suoi elettori). Questi gruppi non sono stati inseriti nel compromesso raggiunto al Senato e ritengo che i contenuti di questa legge possano finire per danneggiarli". Forse, l'aver lasciato andare avanti il procedimento legislativo, senza peraltro giungere alla approvazione definitiva del disegno di legge, costituisce un bel passo avanti nella direzione giusta, ha ammesso Hyde.

Di modo che, quali sono i punti-chiave della legge? La norma si suddivide in cinque sezioni denominate Titoli. Il Titolo I rappresenta la sezione principale e riguarda, specificamente, le modifiche alla Legge Marittima del 1984. I Titoli dal II al V si riferiscono a vari argomenti, tra cui l'autorizzazione agli stanziamenti per la FMC, certe garanzie sui prestiti e le commesse. Nel Titolo I sono presenti specifiche modifiche alle 13 sezioni della legge originale, le più importanti delle quali sono:

  • conferma della FMC e rafforzamento della sua posizione. Un emendamento alla Sezione 108 corregge i parametri alla luce dei quali la FMC giudicava della ingiustizia e l'irragionevolezza delle tariffe controllate dai vettori. Ora la FMC, in luogo della facoltà di disapprovare le tariffe ingiuste e irragionevoli, disporrà dell'autorità di proibirle direttamente;
  • riservatezza dei contratti di servizio. Ai sensi della legge emendata, in sede di revisione della Sezione 106, la prescrizione di registrare le tariffe presso la FMC è abrogata. Essa viene sostituita dalla prescrizione di sottoporre ad ispezioni le tariffe in caso di richiesta nel contesto di un sistema tariffario automatizzato. Sono state rivedute anche le prescrizioni relative alla pubblicazione dei contratti di servizio.
  • La nuova normativa statuisce: "I termini essenziali dei contratti di servizio registrati presso la FMC devono essere pubblicati e messi a disposizione del pubblico". Ciò significa che tutti i particolari dei contratti dovranno essere sottoposti alla FMC ma le tariffe, gli affidamenti di servizio ed i danni liquidati dovranno essere mantenuti riservati. L'emendamento prescrive inoltre che un vettore marittimo impegnato in contrattazioni collettive con le organizzazioni dei lavoratori debba - su richiesta del sindacato - dichiarare la propria responsabilità riguardo ai trasporti di servizio ai sensi di un contratto di servizio. I vettori comuni non proprietari di navi e gli spedizionieri sono esclusi dalla riservatezza del contratto;
  • nessuna immunità anti-trust per i contratti di garanzia. Nella Sezione 105, vengono regolamentati gli accordi in cui il caricatore ottiene tariffe più basse assegnando tutto il proprio carico, ovvero una sua parte, ad un vettore, ad una alleanza o ad una conferenza;
  • revisione di determinate prassi vietate. Tra esse vi sono: le compensazioni tariffarie per servizi di trasporto diverse da quelle dichiarate nelle tariffe o nei contratti; nella stipulazione di un contratto di garanzia, la contrattazione di tariffe di trasporto terrestre congiunte ed il rifiuto di negoziarle con un'associazione di caricatori;
  • nuovi divieti, tra cui: l'utilizzazione di una nave in un traffico al fine di eliminare, evitare o ridurre la concorrenza inducendo i concorrenti ad uscire da un determinato traffico ed il rifiuto irragionevole di accordarsi o contrattare con qualche società.

Quindi, a chi piace lo S414? In realtà, a molta gente. Ai vettori marittimi, i quali - pur dichiarando com'era prevedibile che si sarebbe potuto andare oltre - sono ragionevolmente contenti. La Sea-Land è stata di valido aiuto nello sviluppo della normativa in questione ed ha dichiarato che sarebbe stata molto felice in occasione della sua definitiva approvazione. Un portavoce della P&O Nedlloyd ha commentato: "Noi saremo felicissimi quando, e se, questa legge verrà approvata, ma aspettiamo ancora la conferma definitiva".

Anche la maggior parte dei caricatori ha accolto favorevolmente la legge ed il presidente della Lega Nazionale Trasporto Industriale, Ed Emmett, ha dichiarato: "I membri del Congresso che si sono impegnati nel processo legislativo in discorso si meritano la gratitudine degli imprenditori attivi in questo settore. Il disegno di legge rappresenta un gigantesco passo in avanti nel processo di deregolamentazione del trasporto marittimo di linea". Un sostegno in tal senso è venuto anche dai porti, dalle organizzazioni sindacali e dalle imprese logistiche.

In tal modo, chi non è favorevole alla legge? Semplice: quel gruppo di imprese che ai sensi della nuova normativa sono state riclassificate come intermediari di trasporto, vale a dire i vettori comuni non proprietari di navi e gli spedizionieri. Un vettore comune non proprietario di navi della Costa Occidentale degli Stati Uniti ha dichiarato: "Sfortunatamente, le piccole attività non verranno a far parte di questo compromesso. Anche se lo S414 rappresenta un tentativo di introdurre maggiore concorrenza, e questo va bene, sinceramente abbiamo delle riserve circa questo disegno di legge e riguardo a come noi - quale gruppo - potremo competere in futuro".

Questo è anche l'atteggiamento di Hyde. Ha infatti affermato: "Ritengo che questa normativa possa causare seri danni in varie circostanze. In primo luogo, e si tratta del caso più importante, un gruppo di piccoli imprenditori, vale a dire i vettori comuni non proprietari di navi e gli spedizionieri, verranno seriamente danneggiati se questo disegno di legge dovesse diventare legge a tutti gli effetti... In secondo luogo, sono preoccupato anche del fatto che questo disegno di legge in realtà incoraggia la contrattazione congiunta delle tariffe di trasporto terrestre".

Ma davvero tutti i giochi sono fatti ed il disegno di legge diventerà legge il prossimo maggio? Allo scopo di portare lo S414 nella sessione parlamentare del 2 agosto scorso, la Disposizione IV del disegno di legge, che si riferiva ai benefici per il personale della marina mercantile, è stata stralciata dal testo complessivo. A causa di ciò, essa dovrà nuovamente passare dal Senato per l'approvazione definitiva. Ci si aspettava tale passaggio entro lo scorso mese di settembre; subito dopo l'approvazione, essa verrà consegnata al Presidente Clinton. Secondo fonti informate di Washington, dovrebbe trattarsi di una mera formalità, ma, alla luce delle precedenti tempestose vicende, chi può dirlo?
(da: Containerisation International, settembre 1998)

AB DER ERSTE SEITE
Avviata nel porto di Danzica la costruzione del terzo container terminal di Baltic Hub
Danzica
Il progetto comporta un investimento di 450 milioni di euro
Samsung Heavy Industries porta a termine con successo un test di navigazione autonoma
Seul
La sperimentazione su una rotta di circa 950 chilometri
Porto di Gioia Tauro, ok del Comitato di gestione all'abbattimento delle tasse d'ancoraggio
Gioia Tauro
Stanziate le risorse per la realizzazione della struttura polifunzionale di ispezione transfrontaliera
Uiltrasporti, il governo non sostiene la decarbonizzazione del settore trasporti
Roma
Tarlazzi: assenti o insufficienti le misure nella bozza della nuova legge di Bilancio
Anche lo slancio dei risultati economici della CMA CGM ha perso forza
Marsiglia
Nuovo record di ricavi trimestrali. Nel periodo luglio-settembre i carichi trasportati dalla flotta sono tornati a crescere
Affidata la progettazione dell'elettrificazione di banchine dei porti di Bari e Brindisi
Bari
Contratto del valore di 488mila euro
La giapponese MOL ordinerà due nuove navi da crociera
Tokyo
Investimento di 100 miliardi di yen per unità da 35.000 tsl
Il porto di Trieste cresce nei primi dieci mesi del 2022 ma arretra nell'ultimo quadrimestre
Trieste
Nel periodo luglio-ottobre movimentate 18.325.525 tonnellate di carichi (-7,7%)
Prestito di 43 milioni di euro della BERS a Serbia Cargo
Londra
Fincanziato anche il potenziamento del porto kazako di Aktau
La Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BERS) ha concesso un prestito di 43 milioni di euro alla società ferroviaria merci statale serba ...
FESCO acquisterà portacontainer da 6-7.000 teu di seconda mano per importare banane dall'Ecuador
Mosca
Da febbraio a marzo 2022 le spedizioni di banane ecuadoriane verso la Russia sono calate da 9,32 milioni a 5,83 milioni di casse
La prima nave di Explora Journeys prenderà il mare il prossimo 17 luglio
Ginevra
Partirà da Southampton verso il Nord Europa sino ad oltre il Circolo Polare Artico
FerMerci, l'aumento del costo dell'energia rischia di bloccare il trasporto ferroviario merci
Roma
Domani l'associazione proporrà un “Patto per la formazione del personale di esercizio nel trasporto ferroviario merci”
Taglio della prima lamiera della nave da crociera Silver Ray
Papenburg
Silverseas Cruises decide di rinviare di un mese il lancio della gemella “Silver Nova”
Il Korean Register autorizzato a fornire servizi di certificazione e sorveglianza alle navi greche
Atene
Accordo con Ministero delle Attività marittime e delle politiche insulari di Atene
La russa Uralchem sta realizzando un terminal portuale a Taman, in Crimea, per l'esportazione di ammoniaca
Mosca
Dovrebbe diventare operativo entro la fine del 2023
L'indiana Allcargo Logistics acquisisce il 75% del consolidatore tedesco Fair Trade
Mumbai
Investimento di circa 12 milioni di euro
Grimaldi potenzierà i collegamenti con la Grecia
Bari
La frequenza della linea Venezia - Bari - Patrasso diverrà giornaliera
Progetto per la produzione a bordo delle navi di idrogeno pulito e carbonio solido dal metano
Helsinki
Accordo tra le finlandesi Wärtsilä e Hycamite
Bucchioni: SNAM ha diritto di sviluppare la sua attività, ma il porto della Spezia ha il diritto di decidere come utilizzare le proprie infrastrutture
La Spezia
I terminal ex art.16 e art.18 - ha ricordato il presidente degli agenti marittimi - sono le imprese titolate a svolgere le operazioni di imbarco-sbarco merci
Nel terzo trimestre il traffico delle merci nel porto marocchino di Tanger Med è cresciuto del +19%
Ksar El Majaz
Nei primi nove mesi del 2022 l'incremento è stato del +11%
Progetto per realizzare un nuovo porto franco nel Galles
Londra
È stato presentato da Associated British Ports, da Port of Milford Haven e dalle contee di Neath Port Talbot e Pembrokeshire
NÄCHSTE ABFAHRSTERMINE
Visual Sailing List
Abfahrt
Ankunft:
- Alphabetische Liste
- Nationen
- Geographische Lage
Nel 2021 il traffico delle merci nei porti dell'UE è aumentato del +4,1% (-3,5% sul 2019)
Bruxelles
Nel segmento dei container, il traffico in Italia è rimasto stabile mentre è cresciuto nelle altre principali nazioni marittime
DATEN-BANK
ReedereienWerften
SpediteureSchiffs-ausrüster
agenturenGüterkraft-verkehrs-unternehmer
HÄFEN
Italienische Häfen:
Ancona Genua Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Neapel Trapani
Carrara Palermo Triest
Civitavecchia Piombino Venedig
Italienische Logistik-zentren: Liste Häfen der Welt: Landkarte
MEETINGS
Genova, workshop “Nuove energie ai porti”
Genova
Si terrà venerdì a Palazzo San Giorgio
Interporto di Nola, convegno su ZES e logistica
Nola
Si terrà il 3 novembre
››› Archiv
NACHRICHTENÜBERBLICK INHALTSVERZEICHNIS
More than 80 injured as Indian police clash with Adani port protesters
(Reuters)
Unye Port Opened to the World
(Raillynews)
››› Nachrichtenüberblick Archiv
FORUM über Shipping
und Logistik
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archiv
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genua - ITALIEN
tel.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail
Umsatzsteuernummer: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Verantwortlicher Direktor: Bruno Bellio
Jede Reproduktion, ohne die ausdrückliche Erlaubnis des Herausgebers, ist verboten
Suche in inforMARE Einführung
Feed RSS Werbeflächen

inforMARE in Pdf
Handy