testata inforMARE
28. November 2022 - Jahr XXVI
Unabhängige Zeitung zu Wirtschaft und Verkehrspolitik
13:33 GMT+1
LinnkedInTwitterFacebook


COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTSJAHR XXV - Anzahl 2/2007 - FEBRUAR 2007

Porti

Marsiglia entra in una nuova era

Per il porto di Marsiglia, il programmato terminal contenitori Fos 2XL rappresenta l'elemento-chiave nel contesto della propria strategia finalizzata a divenire meno dipendente dal petrolio, che per il porto costituisce una tipologia di carico dagli alti volumi ma a basso valore.

Marsiglia è il terzo maggior porto petroli del mondo, dopo Rotterdam e Houston, ma vorrebbe conseguire traffici di maggior valore sotto forma di contenitori. Se il progetto dovesse andare avanti come previsto nei piani, il Fos 2XL triplicherà la capacità containerizzata di Fos sino a 2,1 milioni di TEU entro il 2011.

Lo scorso mese di ottobre, l'autorità portuale ha dato il via libera all'inizio dei lavori di costruzione; i primi lavori dovrebbero cominciare a marzo di quest'anno.

E' previsto che i lavori relativi alle infrastrutture siano completati entro la fine del 2008, mentre per quelli inerenti alle sovrastrutture si parla della fine del 2009. L'autorità portuale ed altri enti pubblici contribuiranno al progetto con 206 milioni di euro, mentre i futuri operatori terminalistici investiranno un importo simile.

Sempre nello scorso ottobre, l'autorità portuale ha siglato un contratto con la Port Synergie - un'associazione di impresa consociata della CMA CGM e della DP World - al fine di effettuare le operazioni presso uno dei due terminals del Fos 2XL, che comprende una banchina da 600 metri ed un piazzale ampio 50 ettari.

La MSC (Mediterranean Shipping Company), poi, a novembre ha sottoscritto un accordo in base al quale effettuerà le operazioni presso l'altro terminal, con 800 metri di banchine lineari ed un'area di piazzale di 52 ettari.

Ai sensi degli accordi di concessione trentacinquennale, la Port Synergie e la MSC si sono impegnate a garantire risultati pari rispettivamente a 500.000 e 700.000 TEU nel loro primo anno di operazioni, per poi crescere rispettivamente fino a 660.000 e 800.000 TEU successivamente.

Guy Janin, direttore generale del porto, è dell'opinione che circa il 75% dei risultati saranno costituiti da nuovi volumi di traffico, piuttosto che da traffici acquisiti dai terminal containers marsigliesi già in attività.

Il decollo dell'espansione si è rivelato un processo arduo, non ultimo a causa del persistente disaccordo con i sindacati dei lavoratori in ordine allo status dei gruisti e dei portuali, che desiderano restare dipendenti dell'autorità portuale, piuttosto che diventarlo degli operatori privati.

Dopo il suo primo anno completo da direttore generale, Janin confida che gli ostacoli residui possano essere superati.

Dichiara infatti al riguardo: "Un anno non è lungo. E' stata un'annata piuttosto calma, ma con un equilibrio sempre delicato. La sfida principale sta nel riuscire a conservare tale equilibrio in permanenza. Le iniziative intraprese dalla dirigenza hanno consentito all'anno di andar bene e hanno permesso una qualità decente del dialogo con i sindacati".

Janin sottolinea appassionatamente i risultati conseguiti nel miglioramento delle comunicazioni e nel rafforzamento delle relazioni tra sindacati, rappresentanti eletti, comunità portuale e clienti.

Adesso hanno regolarmente luogo degli incontri al fine di alimentare relazioni più strette e promuovere una "unità d'intenti" tra l'autorità portuale e la comunità portuale, rafforzata dai "contratti per progredire" tra gli azionisti e l'autorità portuale.

Si tratta di un segnale del percettibile cambiamento di atteggiamento da parte del porto, rispetto alle caratteristiche del predecessore di Janin, che aveva la reputazione di persona assai meno conciliante, in particolare con i sindacati.

Janin riconosce che le relazioni con i sindacati in passato sono state molto difficili: "Le relazioni con i sindacati sono sempre state frammentarie, con prassi scorrette, insofferenza, scioperi selvaggi ed una situazione di persistente conflitto che discendeva da una tradizione assai radicata. In questo scenario, è molto difficile riuscire a raggiungere una soluzione, specialmente con la minaccia di scioperi come strumento per pervenire ad un dialogo.

Lo scorso anno, abbiamo compiuto qualche modesto progresso in questa direzione tra cui il ridimensionamento dell'opposizione a Fos 2XL, il conseguimento del supporto per le iniziative inerenti alle riparazioni navali e gli accordi relativi ai terminals per i minerali grezzi ed i containers".

Poiché ci vorranno circa tre anni prima che il Fos 2XL diventi operativo, sembra che il porto di Marsiglia si stia muovendo nella direzione giusta per superare le questioni sindacali che alcuni anni fa sembravano insormontabili.

A differenza dei porti del Nord Europa, Marsiglia non è circondata da una folla di rivali e ha il vantaggio di eccellenti collegamenti con l'hinterland via strada, rotaia ed idrovia navigabile. Un numero sempre maggiore di caricatori si sta impegnando nel porto, che nel 2006 ha attirato nove nuovi clienti per implementare i progetti industriali e logistici. Il centro logistico del porto, cioè il Fos Distripark, adesso ha 128 ettari assegnati rispetto al sito da 160 ettari.

Nel 2007, il porto intende raggiungere i 103 milioni di tonnellate di carichi, malgrado la previsione di un calo nei traffici alla rinfusa.

Tra gli altri obiettivi del 2007 vi sono il rafforzamento delle iniziative nella baia orientale, la stabilizzazione dell'amministrazione e l'accelerazione dello sviluppo dei terminals pubblici, la creazione delle condizioni per l'ulteriore sviluppo del settore crocieristico e la finalizzazione di un accordo per l'uso del dock 10 per carichi secchi, uno dei docks per carichi secchi più grandi del mondo.

Janin spera altresì, quest'anno, di assistere alla finalizzazione di un piano di miglioramento a Fos ed al completamento delle trattative in ordine al Fos 2XL.
(da: Cargo Systems, gennaio/febbraio 2007, pag. 45)




AB DER ERSTE SEITE
Porto di Gioia Tauro, ok del Comitato di gestione all'abbattimento delle tasse d'ancoraggio
Gioia Tauro
Stanziate le risorse per la realizzazione della struttura polifunzionale di ispezione transfrontaliera
Uiltrasporti, il governo non sostiene la decarbonizzazione del settore trasporti
Roma
Tarlazzi: assenti o insufficienti le misure nella bozza della nuova legge di Bilancio
Anche lo slancio dei risultati economici della CMA CGM ha perso forza
Marsiglia
Nuovo record di ricavi trimestrali. Nel periodo luglio-settembre i carichi trasportati dalla flotta sono tornati a crescere
Affidata la progettazione dell'elettrificazione di banchine dei porti di Bari e Brindisi
Bari
Contratto del valore di 488mila euro
La giapponese MOL ordinerà due nuove navi da crociera
Tokyo
Investimento di 100 miliardi di yen per unità da 35.000 tsl
Il porto di Trieste cresce nei primi dieci mesi del 2022 ma arretra nell'ultimo quadrimestre
Trieste
Nel periodo luglio-ottobre movimentate 18.325.525 tonnellate di carichi (-7,7%)
Prestito di 43 milioni di euro della BERS a Serbia Cargo
Londra
Fincanziato anche il potenziamento del porto kazako di Aktau
La Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BERS) ha concesso un prestito di 43 milioni di euro alla società ferroviaria merci statale serba ...
FESCO acquisterà portacontainer da 6-7.000 teu di seconda mano per importare banane dall'Ecuador
Mosca
Da febbraio a marzo 2022 le spedizioni di banane ecuadoriane verso la Russia sono calate da 9,32 milioni a 5,83 milioni di casse
La prima nave di Explora Journeys prenderà il mare il prossimo 17 luglio
Ginevra
Partirà da Southampton verso il Nord Europa sino ad oltre il Circolo Polare Artico
FerMerci, l'aumento del costo dell'energia rischia di bloccare il trasporto ferroviario merci
Roma
Domani l'associazione proporrà un “Patto per la formazione del personale di esercizio nel trasporto ferroviario merci”
Taglio della prima lamiera della nave da crociera Silver Ray
Papenburg
Silverseas Cruises decide di rinviare di un mese il lancio della gemella “Silver Nova”
Il Korean Register autorizzato a fornire servizi di certificazione e sorveglianza alle navi greche
Atene
Accordo con Ministero delle Attività marittime e delle politiche insulari di Atene
Progetto per la produzione a bordo delle navi di idrogeno pulito e carbonio solido dal metano
Helsinki
Accordo tra le finlandesi Wärtsilä e Hycamite
Bucchioni: SNAM ha diritto di sviluppare la sua attività, ma il porto della Spezia ha il diritto di decidere come utilizzare le proprie infrastrutture
La Spezia
I terminal ex art.16 e art.18 - ha ricordato il presidente degli agenti marittimi - sono le imprese titolate a svolgere le operazioni di imbarco-sbarco merci
Nel terzo trimestre il traffico delle merci nel porto marocchino di Tanger Med è cresciuto del +19%
Ksar El Majaz
Nei primi nove mesi del 2022 l'incremento è stato del +11%
Progetto per realizzare un nuovo porto franco nel Galles
Londra
È stato presentato da Associated British Ports, da Port of Milford Haven e dalle contee di Neath Port Talbot e Pembrokeshire
NÄCHSTE ABFAHRSTERMINE
Visual Sailing List
Abfahrt
Ankunft:
- Alphabetische Liste
- Nationen
- Geographische Lage
Nel 2021 il traffico delle merci nei porti dell'UE è aumentato del +4,1% (-3,5% sul 2019)
Bruxelles
Nel segmento dei container, il traffico in Italia è rimasto stabile mentre è cresciuto nelle altre principali nazioni marittime
DATEN-BANK
ReedereienWerften
SpediteureSchiffs-ausrüster
agenturenGüterkraft-verkehrs-unternehmer
HÄFEN
Italienische Häfen:
Ancona Genua Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Neapel Trapani
Carrara Palermo Triest
Civitavecchia Piombino Venedig
Italienische Logistik-zentren: Liste Häfen der Welt: Landkarte
MEETINGS
Genova, workshop “Nuove energie ai porti”
Genova
Si terrà venerdì a Palazzo San Giorgio
Interporto di Nola, convegno su ZES e logistica
Nola
Si terrà il 3 novembre
››› Archiv
NACHRICHTENÜBERBLICK INHALTSVERZEICHNIS
More than 80 injured as Indian police clash with Adani port protesters
(Reuters)
Unye Port Opened to the World
(Raillynews)
››› Nachrichtenüberblick Archiv
FORUM über Shipping
und Logistik
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archiv
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genua - ITALIEN
tel.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail
Umsatzsteuernummer: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Verantwortlicher Direktor: Bruno Bellio
Jede Reproduktion, ohne die ausdrückliche Erlaubnis des Herausgebers, ist verboten
Suche in inforMARE Einführung
Feed RSS Werbeflächen

inforMARE in Pdf
Handy