testata inforMARE
28. November 2022 - Jahr XXVI
Unabhängige Zeitung zu Wirtschaft und Verkehrspolitik
12:58 GMT+1
LinnkedInTwitterFacebook


COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTSJAHR XXV - Anzahl 6/2007 - JUNI 2007

Trasporto ferroviario

Nuove ferrovie al servizio dei terminal rinfuse di Anversa e Rotterdam

L'inaugurazione, all'inizio di quest'anno, del collegamento ferroviario "Reno di Ferro" dal porto di Anversa al cuore industriale della Germania nella Ruhr, sebbene con qualche limitazione dovuta all'adeguamento dei binari olandesi in vista per il prossimo futuro, è arrivata un po' come una sveglia per gli operatori di terminal rinfuse ed i gestori della catena delle forniture nei Paesi Bassi.

Quando sarà del tutto operativa, i gestori del porto di Anversa si aspettano che la "Reno di Ferro" assicuri loro una buona opzione - a livello di preminenza nel mercato - di trasporto ferroviario di carichi alla rinfusa alla volta della Germania.

Pertanto, le notizie secondo cui la linea ferroviaria solo merci Betuwe - vale a dire l'equivalente olandese della Reno di Ferro, da tempo attesa e assoggettata a molti rinvii - dovrebbe essere inaugurata quest'estate non avrebbero potuto avere una tempistica migliore.

"Avrebbe dovuto essere inaugurata all'inizio di quest'anno, ma adesso ci aspettiamo che lo sia in estate" afferma Pieter van Essen, direttore carichi alla rinfusa del porto di Rotterdam.

"In Europa stanno applicando nuove regole in materia di sicurezza: si tratta della prima linea in cui esse sono obbligatorie, di modo che è una novità per chiunque.

Il ministro dei trasporti ha detto che sarebbe stata completata per giugno".

Le linee ferroviarie saranno decisive nella battaglia per le quote di mercato tra i porti, in particolare per i traffici europei di importazione di carbone, che secondo le previsioni dovrebbero continuare ad espandersi.

Poiché le miniere della Germania stanno chiudendo, i consumatori fanno un crescente affidamento sulle importazioni.

Per le centrali elettriche ed i cementifici troppo distanti dalle idrovie interne, sono decisive le connessioni ferroviarie affidabili.

La linea Betuwe, di 160 km, triplicherà la capacità in termini di tracce ferroviarie dai Paesi Bassi al confine tedesco, assicurando altresì un'opzione più veloce di quella esistente, la tratta Brabante.

Oltre all'apertura di nuovi mercati per i terminal ed i caricatori olandesi, essa fornisce altresì un'alternativa razionale dal punto di vista dei costi alle spedizioni fluviali con chiatte quando il livello delle acque è basso nelle idrovie interne europee.

"La linea Betuwe verrà utilizzata moltissimo per le rinfuse secche e liquide" afferma van Essen. "Essa ci dà buone opportunità perché corre parallela al fiume Reno di modo che i caricatori possono scegliere fra treno, chiatta o entrambi".

Un certo numero di importanti terminal rinfuse ad Amsterdam e Rotterdam hanno già migliorato le proprie infrastrutture di carico ferroviarie in previsione dei maggiori volumi che verranno spediti via rotaia.

"Ciò sarà un bene per quando la linea verrà inaugurata, specialmente per le importazioni di carbone non collegate con il sistema fluviale" afferma Lex De Ridder, dirigente della logistica rinfuse presso il porto di Amsterdam.

Van Essen afferma che i principali terminal rinfuse di Rotterdam dispongono di un accesso diretto alla Linea Betuwe e "vorrebbero cominciare ad utilizzarla appena possibile".

Van Essen aggiunge che il nuovo sistema tariffario concordato tra il ministro dei trasporti e gli operatori ferroviari è "assai competitivo" e "meno caro rispetto alle alternative concorrenti".

La EBS ha realizzato una stazione per il carico/scarico dei convogli ferroviari al servizio delle proprie operazioni terminalistiche e di gru galleggianti a Rotterdam.

Nel contempo, una sesta impilatrice fornita dalla ThyssenKrupp dovrebbe essere operativa presso la EMO, il maggiore stivatore di rinfuse a Rotterdam, entro settembre di quest'anno.

Essa incrementerà la capacità di stivaggio e consentirà il carico diretto sui treni, attraverso un nuovo sistema di carico ferroviario che è già operativo al ritmo di 10 treni al giorno.

La EMO ha movimentato 20,5 milioni di tonnellate di carbone nel 2006, rispetto alle 19 tonnellate nel 2005.

Il portavoce Paul Goris ha affermato che la Betuwe Line aiuterà il terminal ad attirare più traffici di carbone, che rappresentano un fattore importante, dal momento che si prevede che le importazioni di ferro grezzo (14 milioni di tonnellate alla EMO nel 2005 e 2006) debbano diminuire dato che acciaierie come la Arcelor chiuderanno impianti in Europa.

"La EMO serve zone della Germania, della Francia orientale, del Belgio e dell'Austria e c'è un sacco di concorrenza" afferma Goris.

"Questa è una delle ragioni per cui la linea è stata realizzata. Essa ci dà nuove occasioni di lavoro e pertanto la nostra strategia è parzialmente fondata sulla linea Betuwe".
(da: Cargo Systems, maggio 2007, pag. 40)




AB DER ERSTE SEITE
Uiltrasporti, il governo non sostiene la decarbonizzazione del settore trasporti
Roma
Tarlazzi: assenti o insufficienti le misure nella bozza della nuova legge di Bilancio
Anche lo slancio dei risultati economici della CMA CGM ha perso forza
Marsiglia
Nuovo record di ricavi trimestrali. Nel periodo luglio-settembre i carichi trasportati dalla flotta sono tornati a crescere
Affidata la progettazione dell'elettrificazione di banchine dei porti di Bari e Brindisi
Bari
Contratto del valore di 488mila euro
La giapponese MOL ordinerà due nuove navi da crociera
Tokyo
Investimento di 100 miliardi di yen per unità da 35.000 tsl
Il porto di Trieste cresce nei primi dieci mesi del 2022 ma arretra nell'ultimo quadrimestre
Trieste
Nel periodo luglio-ottobre movimentate 18.325.525 tonnellate di carichi (-7,7%)
Prestito di 43 milioni di euro della BERS a Serbia Cargo
Londra
Fincanziato anche il potenziamento del porto kazako di Aktau
La Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BERS) ha concesso un prestito di 43 milioni di euro alla società ferroviaria merci statale serba ...
FESCO acquisterà portacontainer da 6-7.000 teu di seconda mano per importare banane dall'Ecuador
Mosca
Da febbraio a marzo 2022 le spedizioni di banane ecuadoriane verso la Russia sono calate da 9,32 milioni a 5,83 milioni di casse
La prima nave di Explora Journeys prenderà il mare il prossimo 17 luglio
Ginevra
Partirà da Southampton verso il Nord Europa sino ad oltre il Circolo Polare Artico
FerMerci, l'aumento del costo dell'energia rischia di bloccare il trasporto ferroviario merci
Roma
Domani l'associazione proporrà un “Patto per la formazione del personale di esercizio nel trasporto ferroviario merci”
Taglio della prima lamiera della nave da crociera Silver Ray
Papenburg
Silverseas Cruises decide di rinviare di un mese il lancio della gemella “Silver Nova”
Il Korean Register autorizzato a fornire servizi di certificazione e sorveglianza alle navi greche
Atene
Accordo con Ministero delle Attività marittime e delle politiche insulari di Atene
Progetto per la produzione a bordo delle navi di idrogeno pulito e carbonio solido dal metano
Helsinki
Accordo tra le finlandesi Wärtsilä e Hycamite
Bucchioni: SNAM ha diritto di sviluppare la sua attività, ma il porto della Spezia ha il diritto di decidere come utilizzare le proprie infrastrutture
La Spezia
I terminal ex art.16 e art.18 - ha ricordato il presidente degli agenti marittimi - sono le imprese titolate a svolgere le operazioni di imbarco-sbarco merci
Nel terzo trimestre il traffico delle merci nel porto marocchino di Tanger Med è cresciuto del +19%
Ksar El Majaz
Nei primi nove mesi del 2022 l'incremento è stato del +11%
Progetto per realizzare un nuovo porto franco nel Galles
Londra
È stato presentato da Associated British Ports, da Port of Milford Haven e dalle contee di Neath Port Talbot e Pembrokeshire
NÄCHSTE ABFAHRSTERMINE
Visual Sailing List
Abfahrt
Ankunft:
- Alphabetische Liste
- Nationen
- Geographische Lage
Nel 2021 il traffico delle merci nei porti dell'UE è aumentato del +4,1% (-3,5% sul 2019)
Bruxelles
Nel segmento dei container, il traffico in Italia è rimasto stabile mentre è cresciuto nelle altre principali nazioni marittime
DATEN-BANK
ReedereienWerften
SpediteureSchiffs-ausrüster
agenturenGüterkraft-verkehrs-unternehmer
HÄFEN
Italienische Häfen:
Ancona Genua Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Neapel Trapani
Carrara Palermo Triest
Civitavecchia Piombino Venedig
Italienische Logistik-zentren: Liste Häfen der Welt: Landkarte
MEETINGS
Genova, workshop “Nuove energie ai porti”
Genova
Si terrà venerdì a Palazzo San Giorgio
Interporto di Nola, convegno su ZES e logistica
Nola
Si terrà il 3 novembre
››› Archiv
NACHRICHTENÜBERBLICK INHALTSVERZEICHNIS
More than 80 injured as Indian police clash with Adani port protesters
(Reuters)
Unye Port Opened to the World
(Raillynews)
››› Nachrichtenüberblick Archiv
FORUM über Shipping
und Logistik
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archiv
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genua - ITALIEN
tel.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail
Umsatzsteuernummer: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Verantwortlicher Direktor: Bruno Bellio
Jede Reproduktion, ohne die ausdrückliche Erlaubnis des Herausgebers, ist verboten
Suche in inforMARE Einführung
Feed RSS Werbeflächen

inforMARE in Pdf
Handy