testata inforMARE
28. November 2022 - Jahr XXVI
Unabhängige Zeitung zu Wirtschaft und Verkehrspolitik
13:36 GMT+1
LinnkedInTwitterFacebook


COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTSJAHR XXV - Anzahl 1/2007 - JANUAR 2007

Trasporto fluviale

Asta olandese per il porto fluviale serbo di Novi Sad

Un consorzio a guida olandese ha confermato il proprio interesse all'acquisizione del porto danubiano di Novi Sad, che dovrebbe andare all'asta il prossimo mese di marzo nel contesto del programma di privatizzazione del governo serbo.

Herman Lagendijk, la cui sede è a Rotterdam, socio della K&L Ports, che è stata costituita allo scopo di sfruttare le opportunità nel settore portuale serbo, ha dichiarato: "Abbiamo messo assieme un gruppo di investitori e siamo pronti ad impegnare dei soldi in questo porto, che si sta probabilmente avviando ad essere lo scalo primario della Serbia".

Il procedimento consisterà nella cessione dell'intera autorità portuale, aggiunge Lagendijk: "Il governo non vorrebbe avere nulla a che fare con i porti, mentre la privatizzazione sta ingenerando un sacco di interessi, sebbene resti ancora da vedere quale sarà il prezzo. Io penso che grosso modo possa aggirarsi tra i 15 ed i 30 milioni di euro".

Lagendijk è in una buona posizione per avvalorare le prospettive di Novi Sad, dopo aver costituito la DCEL (Danube Container Express Line) ed aver deciso di lanciare un nuovo servizio settimanale la prossima primavera da Costanza a Vienna.

Come amministratore delegato della DCEL, continua Lagendijk: "Attualmente esiste una qualche specie di servizio da Costanza a Belgrado che viene effettuato per conto della Zim, ma è poco frequente ed inaffidabile.

Stiamo rilevando quei traffici, ma con ulteriori scali a Vienna e Budapest, così come - forse - a Krems.

Disponiamo altresì di programmi per offrire ulteriori servizi sino a Duisburg nel caso riuscissimo ad ottenere dei carichi".

Lagendijk aggiunge che vi sono state dichiarazioni di interesse al riguardo anche da parte di Hapag-Lloyd, Italia Marittima, Maersk e Norasia quali possibili clienti.

"Ci sono tanti carichi che provengono dalla regione. Il terminal della DP World di Costanza ha fatto grandi passi avanti e tutti i porti della Serbia puntano all'ammodernamento, sebbene ci sia ancora bisogno di denaro da investirvi" afferma Lagendijk.

L'attuale infrastruttura per contenitori di Belgrado può movimentare 12.000 TEU all'anno, ma non ha spazio per potersi espandere.

Sono stati individuati sei possibili siti disponibili per un terminal completamente nuovo, ma sembra probabile che, a lungo termine, la movimentazione di contenitori venga dirottata presso il suo vicino rivale di Pancevo.
(da: Cargo Systems, dicembre 2006, pag. 7)




AB DER ERSTE SEITE
Porto di Gioia Tauro, ok del Comitato di gestione all'abbattimento delle tasse d'ancoraggio
Gioia Tauro
Stanziate le risorse per la realizzazione della struttura polifunzionale di ispezione transfrontaliera
Uiltrasporti, il governo non sostiene la decarbonizzazione del settore trasporti
Roma
Tarlazzi: assenti o insufficienti le misure nella bozza della nuova legge di Bilancio
Anche lo slancio dei risultati economici della CMA CGM ha perso forza
Marsiglia
Nuovo record di ricavi trimestrali. Nel periodo luglio-settembre i carichi trasportati dalla flotta sono tornati a crescere
Affidata la progettazione dell'elettrificazione di banchine dei porti di Bari e Brindisi
Bari
Contratto del valore di 488mila euro
La giapponese MOL ordinerà due nuove navi da crociera
Tokyo
Investimento di 100 miliardi di yen per unità da 35.000 tsl
Il porto di Trieste cresce nei primi dieci mesi del 2022 ma arretra nell'ultimo quadrimestre
Trieste
Nel periodo luglio-ottobre movimentate 18.325.525 tonnellate di carichi (-7,7%)
Prestito di 43 milioni di euro della BERS a Serbia Cargo
Londra
Fincanziato anche il potenziamento del porto kazako di Aktau
La Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BERS) ha concesso un prestito di 43 milioni di euro alla società ferroviaria merci statale serba ...
FESCO acquisterà portacontainer da 6-7.000 teu di seconda mano per importare banane dall'Ecuador
Mosca
Da febbraio a marzo 2022 le spedizioni di banane ecuadoriane verso la Russia sono calate da 9,32 milioni a 5,83 milioni di casse
La prima nave di Explora Journeys prenderà il mare il prossimo 17 luglio
Ginevra
Partirà da Southampton verso il Nord Europa sino ad oltre il Circolo Polare Artico
FerMerci, l'aumento del costo dell'energia rischia di bloccare il trasporto ferroviario merci
Roma
Domani l'associazione proporrà un “Patto per la formazione del personale di esercizio nel trasporto ferroviario merci”
Taglio della prima lamiera della nave da crociera Silver Ray
Papenburg
Silverseas Cruises decide di rinviare di un mese il lancio della gemella “Silver Nova”
Il Korean Register autorizzato a fornire servizi di certificazione e sorveglianza alle navi greche
Atene
Accordo con Ministero delle Attività marittime e delle politiche insulari di Atene
Progetto per la produzione a bordo delle navi di idrogeno pulito e carbonio solido dal metano
Helsinki
Accordo tra le finlandesi Wärtsilä e Hycamite
Bucchioni: SNAM ha diritto di sviluppare la sua attività, ma il porto della Spezia ha il diritto di decidere come utilizzare le proprie infrastrutture
La Spezia
I terminal ex art.16 e art.18 - ha ricordato il presidente degli agenti marittimi - sono le imprese titolate a svolgere le operazioni di imbarco-sbarco merci
Nel terzo trimestre il traffico delle merci nel porto marocchino di Tanger Med è cresciuto del +19%
Ksar El Majaz
Nei primi nove mesi del 2022 l'incremento è stato del +11%
Progetto per realizzare un nuovo porto franco nel Galles
Londra
È stato presentato da Associated British Ports, da Port of Milford Haven e dalle contee di Neath Port Talbot e Pembrokeshire
NÄCHSTE ABFAHRSTERMINE
Visual Sailing List
Abfahrt
Ankunft:
- Alphabetische Liste
- Nationen
- Geographische Lage
Nel 2021 il traffico delle merci nei porti dell'UE è aumentato del +4,1% (-3,5% sul 2019)
Bruxelles
Nel segmento dei container, il traffico in Italia è rimasto stabile mentre è cresciuto nelle altre principali nazioni marittime
DATEN-BANK
ReedereienWerften
SpediteureSchiffs-ausrüster
agenturenGüterkraft-verkehrs-unternehmer
HÄFEN
Italienische Häfen:
Ancona Genua Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Neapel Trapani
Carrara Palermo Triest
Civitavecchia Piombino Venedig
Italienische Logistik-zentren: Liste Häfen der Welt: Landkarte
MEETINGS
Genova, workshop “Nuove energie ai porti”
Genova
Si terrà venerdì a Palazzo San Giorgio
Interporto di Nola, convegno su ZES e logistica
Nola
Si terrà il 3 novembre
››› Archiv
NACHRICHTENÜBERBLICK INHALTSVERZEICHNIS
More than 80 injured as Indian police clash with Adani port protesters
(Reuters)
Unye Port Opened to the World
(Raillynews)
››› Nachrichtenüberblick Archiv
FORUM über Shipping
und Logistik
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archiv
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genua - ITALIEN
tel.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail
Umsatzsteuernummer: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Verantwortlicher Direktor: Bruno Bellio
Jede Reproduktion, ohne die ausdrückliche Erlaubnis des Herausgebers, ist verboten
Suche in inforMARE Einführung
Feed RSS Werbeflächen

inforMARE in Pdf
Handy