ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

29 de noviembre de 2021 El diario on-line para los operadores y los usuarios del transporte 15:19 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXVIII - Numero 6/2010 - GIUGNO 2010

Legislazione

La Commissione Marittima Federale smentisce le ipotesi di deregolamentazione

La FMC (Commissione Marittima Federale) con sede a Washington persiste nell'annacquare le aspettative secondo cui qualcuna delle sue indagini in corso potrebbe indurre l'ente a seguire l'Unione Europea quanto all'abolizione dell'immunità anti-trust per i vettori marittimi nei traffici statunitensi.

Parlando in occasione della conferenza dei broker doganali e degli spedizionieri di merci statunitensi il 13 aprile scorso, la commissaria Rebecca Dye ha dichiarato ai partecipanti che, quali che siano le risultanze dell'indagine portata avanti dalla Commissione in ordine al divieto europeo sulle conferenze di linea, una qualche forma della normativa degli Stati Uniti in materia resterebbe in vigore.

“Sebbene io supporti l'avanzamento sul sentiero della deregolamentazione, penso che non sia saggio implementare riforme di spessore nel sistema statunitense della normativa in materia di trasporto marittimo alla luce delle attuali condizioni economiche” ha affermato la Dye ai partecipanti alla conferenza annuale dell'Associazione Nazionale d'America dei Broker Doganali e degli Spedizionieri, svoltasi a Rancho Mirage, in California.

“Tuttavia, anche se alla fine l'Unione Europea decidesse di prendere in considerazione in questo senso il settore della navigazione di linea internazionale, mi aspetto che gli Stati Uniti continuino a fare affidamento su determinati aspetti del nostro attuale sistema normativo marittimo”.

A novembre del 2009 la Commissione Marittima Federale aveva esperito uno studio sull'impatto sui traffici marittimi statunitensi dell'abrogazione da parte dell'Unione Europea dell'esenzione per settori dall'antitrust.

Il sondaggio sta analizzando un periodo quinquennale dal 1° gennaio 2006 al 31 dicembre 2010.

Successivamente, a marzo di quest'anno la Commissione ha annunciato l'esperimento di un'indagine conoscitiva sulle capacità dei vettori e sulla disponibilità di equipaggiamenti in relazione ai traffici transpacifici in direzione ovest.

Questa iniziativa ha fatto seguito ad un'intensa azione di lobbying da parte di alcuni adirati esportatori i quali affermavano che i vettori marittimi stavano abusando della propria immunità anti-trust al fine di meglio gestire la capacità e le tariffe di nolo.

L'indagine conoscitiva è condotta dalla Commissaria Dye; i primi riscontri dovrebbero essere pubblicati alla metà di giugno e dovrebbero essere pronti per un'udienza plenaria del Congresso il 2 luglio prossimo.

I commenti della Commissaria Dye sono giunti lo stesso giorno in cui il Commissario Michael Khouri stava inviando un messaggio di stampo simile ai partecipanti alla Conferenza Globale sulla Navigazione di Linea di Containerisation International, che si è svolta a Londra.

“L'abolizione dell'attentamente commisurata e limitata immunità anti-trust statunitense potrebbe comportare il raffreddamento della volontà e della capacità dei vettori di esplorare e di realizzare efficaci misure di risparmio sui costi a vantaggio di caricatori e consumatori” ha dichiarato Khouri.

Egli ha inoltre suggerito che l'UE potrebbe rimpiangere la propria audace iniziativa intrapresa in nome della libera concorrenza, dal momento che sia la volubilità delle tariffe, sia i livelli di servizio dei vettori hanno continuato a peggiorare, nonostante la recente recessione.

Tuttavia, come ha ammesso Khouri, la decisione definitiva in ordine a se abrogare o modificare la Ocean Shipping Reform Act del 1998, che disciplina il regime normativo in materia, sarà presa a Capital Hill.

I legislatori potrebbero essere influenzati da argomentazioni maggiormente emotive, come la prospettiva degli esportatori del paese di essere tenuti in ostaggio dalle compagnie di navigazione di proprietà estera.
(da: Container International, 01.06.2010)





Buscar hoteles
Destino
Fecha de llegada
Fecha de salida


Indice Primera página Noticiario C.I.S.Co.
Página anterior

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Génova - ITALIA
tel.: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail: admin@informare.it