testata inforMARE
4 ottobre 2022 - Anno XXVI
Quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
14:38 GMT+2


COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTSANNO XXXII - Numero 30 APRILE 2014

CONFERENZE E CONVEGNI

LE NAVI GIGANTI PROVOCANO UNO “SPRECO DI ORMEGGI”

I dirigenti della PSA e della DP World hanno avvertito che le navi sempre più grandi comportano problemi per i porti.

In occasione della conferenza TOC svoltasi a Singapore nella prima decade di aprile, Tan Chong Meng, amministratore delegato della PSA International ha dichiarato che le navi portacontainer più lunghe provocano uno “spreco di ormeggi”.

Nel contempo, Mohammed Al Muallem, vice presidente anziano della DP World, ha chiesto una “maggiore collaborazione fra i porti mega-hub” al fine di migliorare la puntualità delle partenze di questi giganti del mare.

Tan ha riferito ai partecipanti alla TOC che il 20% delle navi operative sono adesso ULCVs (navi portacontainer ultra grandi), le quali pongono serie sfide ai porti.

“Si fanno in realtà tre passi avanti e due passi indietro” ha detto l'amministratore delegato della PSA.

In particolare, afferma Tan, le navi portacontainer che possono arrivare sino a 400 metri di lunghezza comporta un numero maggiore di “sprechi quanto agli ormeggi”.

La movimentazione simultanea di due ULCVs spesso significa che almeno 90 metri di ormeggio sono inutilizzabili, mentre con navi più piccole tre di loro avrebbero potuto essere lavorate sulla stessa lunghezza di banchina.

Attualmente, su 52 ormeggi che la PSA utilizza operativamente a Singapore, 20 possono movimentare ULCVs.

Entro il 2018, 35 dei 67 ormeggi in uso saranno in grado di lavorare le mega-navi.

“Peraltro, in termini di chilometri di banchina, questi 35 ormeggi si porteranno via due/terzi della lunghezza totale, di modo che si tratterà di un investimento molto più alto: il nostro investimento in capacità sarà molto più elevato nel corso dei prossimi due decenni” ha detto Tan.

Inoltre, l'enorme numero di container caricati e scaricati nel corso di un unico scalo comporta una maggiore complessità delle operazioni nel piazzale e ha un effetto diretto sui flussi terrestri in entrata ed uscita dai terminal container.

“Dobbiamo trovare modi nuovi per ottimizzare la filiera della distribuzione” dichiara l'amministratore delegato della PSA.

L'incremento delle dimensioni navali è solo l'inizio.

Le altre parti della filiera della distribuzione devono ancora mettersi al passo”.

Tan ha sottolineato che i porti devono subire le conseguenze delle strategie di riduzione dei costi delle compagnie di navigazione di linea quali la lenta navigazione e le partenze a vuoto.

“Non possiamo dire che le compagnie di navigazione di linea non stiano facendo la cosa giusta mediante la riduzione di tali costi, ma l'affidabilità degli orari sta peggiorando e ha raggiunto un nuovo punto minimo pari al 64% di arrivi in orario nel quarto trimestre di quest'anno, e non sembra che le cose stiano migliorando; quindi, quanto ancora peggio andranno le cose?”.

Mohammed Al Muallem, vice presidente anziano ed amministratore delegato per la regione degli Emirati Arabi Uniti della DP World, ha sollevato altresì la questione della conservazione dell'integrità degli orari relativi alle partenze.

Al Muallem suggerisce che ciò potrebbe essere alleviato se alcuni dei mega-hub mondiali come Dubai e Singapore lavorassero in modo maggiormente collaborativo.

“Non possiamo limitarci a costruire altri ormeggi” ha dichiarato.

“Un'altra soluzione consiste nella maggiore collaborazione fra porti mega-hub specialmente in termini di pianificazione”.

La TOC Container Supply Chain Asia si è svolta dall'8 al 9 aprile nell'ambito della SMW (Settimana Marittima di Singapore).
(da: portfinanceinternational.com, 14 Aprile 2014)



DALLA PRIMA PAGINA
Il governo finlandese vieta ad Helsinki Shipyard di esportare un nuovo rompighiaccio in Russia
Helsinki
Il mezzo navale è stato ordinato a fine 2021 dalla russa Nornickel
Il progetto “Women in Transport - the challenge for Italian Ports” compie un anno
Roma
Giampieri (Assoporti): la portualità deve essere protagonista anche nella lotta contro le disuguaglianze
MIMS, contributi all'acquisto di nuovi mezzi per il trasporto ferroviario delle merci
Roma
Fondi per 55 milioni di euro del Piano Complementare
Lomar Shipping ha comprato la tedesca Carl Büttner
Londra
Transazione del valore di quasi 160 milioni di dollari
La società armatrice Lomar Shipping del
Installato nel porto di Barcellona un nuovo sistema radar per migliorare la sicurezza del traffico marittimo
Barcellona
Monitoraggio istantaneo e preciso dei movimenti delle navi all'esterno e all'interno dello scalo
Il porto di Barcellona è stato dotato di un nuovo sistema radar per la sorveglianza e
In Svizzera i finanziamenti al servizio ferroviario transalpino di autostrada viaggiante sono stati estesi sino al 2026
Chiasso
RAlpin auspica che la scadenza sia prorogata a fine 2028
CDP, Intesa Sanpaolo e BEI concedono a La Spezia Container Terminal un finanziamento di 160 milioni
Transport & Environment, gli e-fuels per alimentare gli autoveicoli sono un bluff
Bruxelles
Nel 2035 - sottolinea l'organizzazione - potranno alimentare non più del 2% delle vetture europee. Aneris: è fondamentale che l'utilizzo dei carburanti sintetici sia destinato solo al settore aereo e a quello marittimo
È on-line la rinnovata edizione di inforMARE, da sempre quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
Genova
Sviluppata sulla base di una piattaforma proprietaria, offre nuove molteplici informazioni e opportunità ai lettori, agli studiosi e agli inserzionisti
Le associazioni marittimo-portuali europee chiedono di destinare al settore i proventi generati dall'inclusione dello shipping nell'UE ETS
Bruxelles
Lettera congiunta di ECSA, Advanced Biofuels Coalition, CLECAT, CLIA, ENMC, eFuel Alliance, ESC, ESPO, EWABA, FEPORT e SEA Europe
PROSSIME PARTENZE
Visual Sailing List
Porto di partenza
Porto di destinazione:
- per ordine alfabetico
- per nazione
- per zona geografica
Una delegazione della svizzera Groupement Fer ha visitato il porto di Genova
Genova
Dal 2018 il servizio ferroviario Southern Express di PSA Italy tra Genova e Basilea ha trasportato oltre 23.000 container
BANCA DATI
ArmatoriRiparatori e costruttori navali
SpedizionieriProvveditori e appaltatori navali
Agenzie marittimeAutotrasportatori
PORTI
Porti italiani:
Ancona Genova Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Napoli Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venezia
Interporti italiani: elenco Porti del mondo: mappa
MEETINGS
Convegno “Riparazioni navali in crescita: investimenti per il futuro di Genova”
Si terrà il 23 settembre nel capoluogo ligure
Dal 26 settembre al primo ottobre la quinta edizione della Naples Shipping Week
Il programma un calendario di 40 eventi
››› Archivio
RASSEGNA STAMPA
Private developers sought for Dhalkout Port
(Oman Daily Observer)
Le secrétaire général de l'Elysée, Alexis Kohler, mis en examen pour "prise illégale d'intérêts"
(franceinfo)
››› Archivio
FORUM dello Shipping
e della Logistica
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archivio
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Partita iva: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Direttore responsabile Bruno Bellio
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore
Cerca su inforMARE Presentazione
Feed RSS Spazi pubblicitari

inforMARE in Pdf
Mobile