testata inforMARE
4 ottobre 2022 - Anno XXVI
Quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
15:48 GMT+2


CENTRO INTERNAZIONALE STUDI CONTAINERSANNO XXXVII - Numero 31 GENNAIO 2019

STUDI E RICERCHE

IL MERCATO MARITTIMO È DESTINATO A RESTRINGERSI A CAUSA DELLE RIDOTTE ASPETTATIVE IN ORDINE ALLA CAPACITÀ

L'analista di spicco in materia di trasporto marittimo containerizzato Drewry ha "ridotto di molto" le proprie aspettative riguardo alle nuove ordinazioni di ULCVs (portacontainer di grandissime dimensioni ) in conseguenza di un apparente cambio di prospettive fra alcuni dei principali vettori in relazione all'ampliamento ed all'approfondimento del proprio impegno nel più vasto mercato della logistica containerizzata, tendenza questa che a suo dire assisterà l'equilibrio complessivo fra domanda ed offerta nel trasporto marittimo containerizzato.

Nel corso di un incontro avvenuto il 14 gennaio, Simon Heaney, dirigente senior per la ricerca sui contenitori alla Drewry e redattore del rapporto Container Forecaster della società, ha commentato: "Noi riteniamo che l'equilibrio fra domanda ed offerta nel settore trarrà vantaggio dalla riduzione della propensione alle ULCVs fra i principali vettori, alcuni dei quali adesso hanno gli occhi puntati su quel trofeo migliore costituito dal fatto di divenire integratori logistici a livello globale.

Al di là della rigenerazione delle navi feeder, non c'è stata alcuna reazione da parte delle altre linee di navigazione all'ordinazione di mega-navi della HMM e per tale motivo abbiamo ridotto le nostre previsioni riguardo alle nuove ordinazioni per il 2020 ed oltre.

Questo di conseguenza alimenta una previsione molto più brillante riguardo all'indice su domanda-offerta per i vettori fino al 2022, sebbene ci si aspetti ancora che l'indice resti al di sotto dell'importante marcatore 100, indicativo di un mercato più ristretto ma ancora contrassegnato da un eccesso di offerta.

Infine, riteniamo che questi adeguamenti dal lato dell'offerta saranno sufficienti ad attutire il colpo derivante dal rallentamento della crescita della domanda e contribuirà a migliorare le tariffe di nolo ed i profitti".

La maggiore debolezza dei fattori macro-economici globali hanno contribuito a ridimensionare le previsioni della Drewry sui risultati produttivi portuali per il 2019 ad approssimativamente il 4%, ma la tendenza all'attenuazione dovrebbe essere mitigata dai cambiamenti effettuati da lato dell'offerta per bilanciare meglio il mercato, ritiene la Drewry.

"Le correzioni al registro delle ordinazioni delle portacontainer rispetto all'ultimo Container Forecaster rivelano che le consegne sono state ripartite più ampiamente che in passato e che un numero maggiore di nuove costruzioni in origine previste per il 2018-19 sono state sospinte al 2020" nota la Drewry.

"Unitamente ad un incremento atteso delle demolizioni, ci si aspetta che l'aggiunta netta alla flotta sia solo della metà rispetto a quello del 2018, comportando un tasso di crescita della flotta di appena il 2,5%".

Inoltre, gli spostamenti dal lato dell'offerta assieme all'imminente regolamento IMO 2020 sul carburante a basso contenuto di zolfo hanno il potenziale per arginare la capacità, almeno su base temporanea, sottolinea la Drewry.

"La crescente tendenza alla dotazione di filtri depuratori potrebbe comportare la dismissione dal servizio di un certo numero di navi per un certo numero di settimane alla volta, mentre più in generale la Drewry si aspetta che gli armatori fermino o infine demoliscano le navi più vecchie ed improduttive prima della scadenza del 1° gennaio.

Anche l'uso più ampio della lenta navigazione contribuirà ad assorbire nuova capacità ed a ridurre la spesso negativa influenza del trasferimento a cascata sull'equilibrio fra domanda ed offerta".

Conclude Heaney: "L'anno scorso è stato uno dei più imprevedibili che il settore del trasporto marittimo containerizzato si sia mai trovato di fronte ed è probabile che quest'anno sia instabile in modo simile con punti interrogativi ancora pendenti sulla guerra commerciale fra Stati Uniti e Cina e sulla nuova regolamentazione dei carburanti.

Tuttavia, malgrado sia bersagliata dall'incertezza, la Drewry prevede un'altra buona annata per il mercato".
(da: lloydsloadinglist.com, 14 gennaio 2019)



DALLA PRIMA PAGINA
Il governo finlandese vieta ad Helsinki Shipyard di esportare un nuovo rompighiaccio in Russia
Helsinki
Il mezzo navale è stato ordinato a fine 2021 dalla russa Nornickel
Il progetto “Women in Transport - the challenge for Italian Ports” compie un anno
Roma
Giampieri (Assoporti): la portualità deve essere protagonista anche nella lotta contro le disuguaglianze
MIMS, contributi all'acquisto di nuovi mezzi per il trasporto ferroviario delle merci
Roma
Fondi per 55 milioni di euro del Piano Complementare
Lomar Shipping ha comprato la tedesca Carl Büttner
Londra
Transazione del valore di quasi 160 milioni di dollari
La società armatrice Lomar Shipping del
Installato nel porto di Barcellona un nuovo sistema radar per migliorare la sicurezza del traffico marittimo
Barcellona
Monitoraggio istantaneo e preciso dei movimenti delle navi all'esterno e all'interno dello scalo
Il porto di Barcellona è stato dotato di un nuovo sistema radar per la sorveglianza e
In Svizzera i finanziamenti al servizio ferroviario transalpino di autostrada viaggiante sono stati estesi sino al 2026
Chiasso
RAlpin auspica che la scadenza sia prorogata a fine 2028
CDP, Intesa Sanpaolo e BEI concedono a La Spezia Container Terminal un finanziamento di 160 milioni
Transport & Environment, gli e-fuels per alimentare gli autoveicoli sono un bluff
Bruxelles
Nel 2035 - sottolinea l'organizzazione - potranno alimentare non più del 2% delle vetture europee. Aneris: è fondamentale che l'utilizzo dei carburanti sintetici sia destinato solo al settore aereo e a quello marittimo
È on-line la rinnovata edizione di inforMARE, da sempre quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
Genova
Sviluppata sulla base di una piattaforma proprietaria, offre nuove molteplici informazioni e opportunità ai lettori, agli studiosi e agli inserzionisti
Le associazioni marittimo-portuali europee chiedono di destinare al settore i proventi generati dall'inclusione dello shipping nell'UE ETS
Bruxelles
Lettera congiunta di ECSA, Advanced Biofuels Coalition, CLECAT, CLIA, ENMC, eFuel Alliance, ESC, ESPO, EWABA, FEPORT e SEA Europe
PROSSIME PARTENZE
Visual Sailing List
Porto di partenza
Porto di destinazione:
- per ordine alfabetico
- per nazione
- per zona geografica
Una delegazione della svizzera Groupement Fer ha visitato il porto di Genova
Genova
Dal 2018 il servizio ferroviario Southern Express di PSA Italy tra Genova e Basilea ha trasportato oltre 23.000 container
BANCA DATI
ArmatoriRiparatori e costruttori navali
SpedizionieriProvveditori e appaltatori navali
Agenzie marittimeAutotrasportatori
PORTI
Porti italiani:
Ancona Genova Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Napoli Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venezia
Interporti italiani: elenco Porti del mondo: mappa
MEETINGS
Convegno “Riparazioni navali in crescita: investimenti per il futuro di Genova”
Si terrà il 23 settembre nel capoluogo ligure
Dal 26 settembre al primo ottobre la quinta edizione della Naples Shipping Week
Il programma un calendario di 40 eventi
››› Archivio
RASSEGNA STAMPA
Private developers sought for Dhalkout Port
(Oman Daily Observer)
Le secrétaire général de l'Elysée, Alexis Kohler, mis en examen pour "prise illégale d'intérêts"
(franceinfo)
››› Archivio
FORUM dello Shipping
e della Logistica
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archivio
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Partita iva: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Direttore responsabile Bruno Bellio
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore
Cerca su inforMARE Presentazione
Feed RSS Spazi pubblicitari

inforMARE in Pdf
Mobile