testata inforMARE
Cerca
18 maggio 2024 - Anno XXVIII
Quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
22:18 GMT+2
LinnkedInTwitterFacebook


CENTRO INTERNAZIONALE STUDI CONTAINERSANNO XXXVII - Numero 15 DICEMBRE 2019

TRASPORTO MARITTIMO

L'INCIDENZA ONNICOMPRENSIVA DELLA CINA SUL SETTORE MARITTIMO

Nel mondo marittimo le conversazioni fra gli specialisti del settore si rivolgono subito alla Cina, a dimostrazione dell'influsso pervasivo del paese.

Dopo un rapido ampliamento nel corso degli ultimi due decenni, questa presenza è in prima linea dal lato sia della domanda che dell'offerta di molti settori del mercato marittimo globale.

E guardando avanti, i segnali di attenzione al cambiamento stanno diventando più visibili.

Gli aspetti del ruolo della Cina sono stati discussi nella RMT (Review of Maritime Transport 2019) pubblicata alla fine di ottobre dell'UNCTAD (Conferenza delle Nazioni Unite sul Commercio e lo Sviluppo).

Le attività sottoposte a revisione nel rapporto annuale comprendono i traffici di origine marittima della Cina, i porti cinesi, la flotta di proprietà cinese e i cantieri navali in Cina.

Uno degli aspetti sottolineati è la dipendenza eccessiva dei traffici marittimi globali dalla domanda di importazione in Cina.

I traffici di origine marittima

La RMT richiama l'attenzione sulla consistente percentuale di crescita dei traffici marittimi globali che si può attribuire all'espansione delle importazioni della Cina.

Nel corso degli ultimi dieci anni, dal 2008 al 2018, le importazioni di tutte le tipologie di merci nella Cina sono cresciute di oltre 1.500 milioni di tonnellate, equivalenti a pressoché la metà (49%) dell'incremento delle intere importazioni mondiali.

In conseguenza di tale tendenza, nel 2018 più di un quinto dei traffici mondiali di origine marittima comprendevano importazioni cinesi.

Queste cifre spiegano in gran parte perché si avverte che le prospettive per i futuri traffici siano notevolmente dipendenti dai progressi dell'economia cinese, nonché dai settori industriali e dalle attività agricole che si riflettono nelle movimentazioni dei carichi di origine marittima.

Attualmente, l'economia tende al rallentamento.

La politica governativa ipotizza una transizione ad un modello più sostenibile di crescita economica, che sposta l'accento dall'investimento di capitale e dalla produzione alla spesa dei consumatori ed ai servizi.

Si tratta di un cambiamento che potenzialmente restringe i flussi di traffico di origine marittima della Cina con notevoli conseguenze per i mercati di trasporto marittimo globale.

Le motivazioni dei mutamenti attesi nelle tendenze commerciali della Cina non sono esaminate in modo approfondito nella RMT.

Tuttavia, alcune delle ragioni per aspettarsi un ritmo modificato sono assai cospicue.

Man mano che l'economia matura, parte della spinta che sta dietro alle importazioni di derrate in Cina probabilmente si affievolirà.

Più nello specifico, è probabile che la riduzione dell'accento sull'ulteriore espansione di settori che, nel corso dell'ultimo decennio ed oltre, sono cresciuti ad un tasso eccezionalmente rapido abbia implicazioni per la domanda di importazioni.

Anche i cambiamenti dell'equilibrio fra produzione nazionale di merci ed offerta estera, nonché dei processi manifatturieri, potrebbero comportare effetti limitativi sulle importazioni.

Un influsso potenzialmente positivo, non ancora quantificabile con una certa precisione, è l'impatto dell'Iniziativa Una Cintura Una Via.

La realizzazione di infrastrutture e lo sviluppo industriale connessi con questo vasto progetto potrebbero comportare flussi aggiuntivi di derrate e merci manufatte, assicurando un impulso ai traffici di origine marittima.

Tuttavia, come commenta la RMT, non è chiaro se i volumi di carichi in più che ne derivano possano compensare gli influssi negativi che interessano le importazioni cinesi.

Secondo i calcoli della UNCTAD, la crescita dei volumi delle importazioni di mercanzie ha decelerato sino al 6,4% nel 2018, dopo avere accelerato all'8,9% l'anno precedente.

La crescita dei volumi di merci in esportazione è scemata sino al 4,1% l'anno scorso, dopo essersi impennata sino al 7,1% nei dodici mesi precedenti.

I calcoli alternativi relativi a questi anni, pubblicati dalla Clarksons Research, mostrano i cambiamenti specificamente nei volumi dei traffici cinesi di origine marittima.

Sulla base di tale fonte, le importazioni di tutti i carichi di origine marittima hanno totalizzato 2.521 milioni di tonnellate nel 2018, con un incremento del 3,4%, dopo essere cresciute dell'8,1% nell'anno precedente.

Le esportazioni di tutti i carichi di origine marittima sono state quasi stagnanti nel 2018 per 586 milioni di tonnellate, dopo un marginale decremento dell'1% l'anno precedente.

Nella sua qualità di fondamentale attore nelle movimentazioni dei traffici containerizzati, una caratteristica è il ruolo in diminuzione della Cina nella produzione asiatica a basso costo.

La RMT sottolinea che "la Cina è divenuta più autosufficiente ed in misura sempre aggiore richiede meno immissioni importate per la produzione.

Questo mutamento sta alterando la domanda di merci intermedie e pesa sui flussi di traffici containerizzati interasiatici.

Anche le tensioni nei traffici internazionali, specialmente fra la Cina e gli Stati Uniti, rappresentano una problematica.

I dazi introdotti hanno comportato conseguenze per il due per cento dei traffici globali di origine marittima, la cui esposizione spazia fra varie tipologie di carico e segmenti del mercato.

Di conseguenza, i modelli commerciali geografici sono cambiati.

Un'altra osservazione da parte dell'organizzazione OCSE nel proprio rapporto Novembre 2019 sull'economia mondiale mette in evidenza che l'inasprimento del conflitto a causa dei dazi ha indebolito i traffici mondiali e gli investimenti delle aziende, contribuendo al persistente rallentamento della crescita economica globale.

Attività portuale

Un intero capitolo nell'edizione 2019 della RMT è dedicato agli indicatori di prestazione per il settore del trasporto marittimo.

Le prestazioni e la connettività portuali sono un centro di attenzione, con la copertura della Cina fra novecento porti in paesi di tutto il mondo.

È stato realizzato di recente un nuovo indice di connettività del trasporto marittimo di linea nei porti dell'UNCTAD al fine di mostrare la posizione di un porto o di un paese nell'ambito della rete globale di trasporto marittimo containerizzato.

L'indice è stato progettato come un indicatore dell'accessibilità ai traffici globali.

Ci sono inoltre nuove statistiche sugli scali presso i porti e sul tempo di lavorazione delle navi trascorso in porto.

La Cina si è rilevata come il paese più connesso e ha migliorato del 51% dal 2006 il proprio indice di connettività del trasporto marittimo di linea, più del doppio della media mondiale di miglioramento del 24% per il periodo in questione.

Shanghai è descritto come il porto più connesso del mondo, dopo avere superato Hong Kong, e Shanghai e Ningbo hanno rafforzato la propria posizione di testa.

I traffici portuali containerizzati attraverso i porti della Cina continentale hanno costituito il 28,5% del totale mondiale nel 2018.

La maggior parte di questo traffico consiste di esportazioni cinesi, accresciuto dalle importazioni e dalle movimentazioni costiere.

La flotta di proprietà cinese

Gli armatori con sede in Cina hanno raddoppiato la propria quota della flotta mercantile mondiale rispetto ai primi anni di questo secolo.

Nei primi anni 2000 le navi di proprietà cinese costituivano il 5-6% della capacità di tonnellaggio di portata lorda della flotta globale di tutte le tipologie di navi mercantili.

All'inizio del 2019 la percentuale era del 10,5%, secondo le cifre contenute nella RMT, pari a circa un punto percentuale in più rispetto a quello visto allo stesso punto degli ultimi due anni.

Nel corso del 2017 e 2018 la flotta di proprietà cinese è cresciuta rapidamente, comportando un totale al 1° gennaio 2019 di 206,3 milioni di tonnellate di portata lorda, per complessive 6.125 navi.

Questo totale piazza la Cina ancora al terzo posto fra i maggiori paesi mondiali di armamento per nazionalità ed ubicazione dell'armatore, dopo la Grecia che è in testa alla classifica (17,8% della capacità mondiale) ed il Giappone al secondo posto (11,5%).

Secondo le statistiche dell'UNCTAD, nel corso dei cinque anni dall'inizio del 2014, quando la flotta di proprietà cinese totalizzava 158,7 milioni di tonnellate di portata lorda, la capacità complessiva aggiunta è stata di 47,6 milioni di tonnellate di portata lorda ovvero del 30%.

Neli ultimi due anni si è assistito a tassi di crescita annua specialmente sostenuti, con il 10,7% nel 2017 ed il 12,7% nel 2018.

Questo progresso avvalora la prova della priorità della politica governativa finalizzata ad incrementare la percentuale del trasporto marittimo controllato a livello nazionale nei segmenti di mercato in vista.

Le statistiche registrano altresì la disaggregazione delle flotte.

All'inizio di quest'anno, oltre la metà - il 56% - della flotta di proprietà cinese era registrata sotto bandiere estere, mentre il residuo era registrato sotto la bandiera nazionale.

Queste percentuali non sono cambiate granché negli ultimi anni.

Per contro gli armatori negli altri due maggiori paesi di armamento registrano una parte molto più grande delle proprie rispettive flotte sotto bandiere estere, attualmente l'83-84%.

L'ultima RMT pone un'enfasi maggiore sulla sostenibilità ambientale nella sfera marittima, riflettendo l'evoluzione di questo aspetto quale principale preoccupazione politica, con la correlata regolamentazione a comportare sempre maggiori conseguenze sulle dinamiche di mercato.

Il rapporto introduce indicatori ambientali per la flotta mondiale nel suo complesso, nonché per i singoli paesi Cina inclusa.

Vi si commenta che il settore dello shipping è attualmente in una fase di trasformazione, compreso lo sviluppo ambientale.

Vengono identificate tre caratteristiche quali indicatori pertinenti alla valutazione dell'impatto ambientale delle navi: i sistemi di trattamento delle acque di zavorra, i sistemi di depurazione dei gas esausti (scrubber) e la conformità ai regolamenti di III livello al fine di ridurre le emissioni di ossido di azoto.

Le percentuali del numero di navi nella flotta di proprietà cinese che presentava tali caratteristiche all'inizio di quest'anno erano dell'8,05%, 0,14% e 0,16% rispettivamente.

A titolo di confronto, per la flotta di proprietà giapponese le cifre sono state rispettivamente del 13,13%, 0,14% e 0,16%.

Costruzioni navali

Fra i tre maggiori paesi costruttori di navi, la Cina è consolidata, unitamente alla Corea del Sud ed al Giappone.

Nel 2018, come riporta la RMT, la Cina ha contribuito al 40% delle consegne di nuove costruzioni a livello mondiale, misurate in tonnellate lorde.

Il totale della Cina è stato di 23,3 milioni di tonnellate lorde, rispetto ai 14,6 milioni della Corea e ai 14,4 milioni di tonnellate lorde del Giappone.

Questi tre paesi rappresentano i nove decimi dei quantitativi globali di nuove costruzioni.

Gran parte dell'attività dei cantieri navali della Cina consiste in navi rinfusiere, pari ai due quinti delle consegne complessive di nuove costruzioni del paese l'anno scorso.

Spiccano anche le navi portacontainer, che costituiscono il 29%, mentre le petroliere sono il 21%.

Il residuo 10% comprende per lo più navi per merci generali e navi d'altura.

Negli ultimi anni i cantieri navali cinesi hanno fatto notevoli progressi nella produzione di tipologie navali più complesse, conseguendo ordinazioni per navi adibite al trasporto di gas naturale liquefatto e navi da crociera.

Le cifre elaborate separatamente dalla Clarksons Research mostrano la reale portata del portafoglio ordinazioni mondiale di navi mercantili.

Quando è iniziato il 2019, la Cina possedeva il maggiore portafoglio ordinazioni di nuove costruzioni navali, la cui consegna per completamento era in programma per lo più nel 2019 e nei due anni successivi.

Le ordinazioni effettuate ai cantieri navali cinesi da parte degli armatori in Cina e da altri armatori di tutto il mondo ammontavano a 56,9 milioni di tonnellate lorde, pari ad una quota del 39% del totale mondiale.

Quello immediatamente a ruota è stato il portafoglio ordini della Corea del Sud con il 30%.

L'attività di cantieristica navale in Cina ed altrove è stata pregiudicata negli ultimi anni da un eccesso di capacità e da ordinazioni modeste.

Come osserva un esperto dell'UNCTAD, il settore a livello mondiale ha dovuto "assoggettarsi a riforme per assicurare la competitività… alleviare l'impatto di un settore ad alto impiego di manodopera e sviluppare un modello moderno di costruzione navale adeguato al futuro".

Un tema è stato quello del consolidamento dei costruttori navali.

In Cina è stata approvata la fusione fra le due principali società, la CSSC (China State Shipbuilding Corporation) e la CSIC (China Shipbuilding Industry Corporation).

Le prospettive future

L'analisi di questi rilevanti aspetti del ruolo marittimo della Cina trae un notevole vantaggio dalle preziose conoscenze e notizie contenute nella Review of Maritime Transport 2019.

Vengono fornite importanti indicazioni in ordine a come potrebbero evolvere le future tendenze della Cina e di altri paesi, sebbene le previsioni non siano la principale caratteristica del rapporto.

Una decisa previsione che è contenuta nella RMT, sebbene non sia focalizzata specificamente sulla Cina, è la verifica del valore.

Gli analisti dell'UNCTAD si aspettano che i traffici globali di origine marittima crescano ad un tasso medio annuo del 3,4% nei cinque anni che vanno dal 2019 al 2024, una prospettiva notevolmente ottimistica.

Si suggerisce che la crescita sarà sospinta dai volumi di traffico in aumento nei settori dei contenitori, delle rinfuse secche e dei carichi di gas.

Tuttavia, si riconosce che "l'incertezza resta un tema preponderante… con i rischi orientati verso il basso".

Quando vengono esaminati i modelli storici di crescita, è evidente che questa previsione di crescita media del 3,4% dei traffici mondiali di origine marittima per i prossimi cinque anni replica le precedenti prestazioni.

Ciò va confrontato con un simile tasso medio di crescita annua del 3,4% visto negli ultimi otto anni, dal 2011 al 2018.

In quel periodo i tassi effettivi di crescita annua sono stati in una fascia del 2,2-4,2%.

Verosimilmente, la tendenza futura in diversi importanti segmenti dei traffici mondiali di origine marittima - carbone, minerali ferrosi e petrolio greggio - che costituiscono i due quinti dei volumi complessivi potrebbe essere largamente stagnante o persino negativa.

Questa prospettiva alternativa suggerisce che le previsioni di crescita media complessiva eccedenti il 3% annuo sono troppo ottimistiche.

Potrebbe essere più probabile un incremento del 2% notevolmente inferiore.

In quest'ottica delle prospettive dei traffici globali, la percezione in ordine alle future prestazioni della Cina è fondamentale.

Le importazioni in Cina in espansione hanno rappresentato una grossa parte della crescita nei traffici globali di origine marittima nel corso dell'ultimo decennio o più.

Se il tasso di espansione delle importazioni cinesi dovesse allentarsi nel corso dei prossimi cinque anni come sembra probabile allora - specialmente in assenza di un'impennata compensativa della domanda di importazioni altrove -l'impatto sarà ampiamente avvertito in molte attività nel mondo marittimo.
(da: hellenicshippingnews.com, 26 novembre 2019)



DALLA PRIMA PAGINA
Nei primi tre mesi del 2024 i ricavi della CMA CGM sono calati del -7,0%
Nei primi tre mesi del 2024 i ricavi della CMA CGM sono calati del -7,0%
Marsiglia
Flessione del -11,3$ del solo volume d'affari dello shipping
Nel 2023 le spedizioni di trasporto combinato in Europa sono diminuite del -10,6%
Bruxelles
Numerose le cause della performance annuale deludente evidenziate dai soci della UIRR
Lo scorso mese il traffico dei container nel porto di Valencia è stato pari a 457mila teu (+14,2%)
Valencia
Nei primi quattro mesi di quest'anno il totale è stato di 1,7 milioni di teu (+12,8%)
Nuovi dazi degli USA sulle importazioni dalla Cina che colpiscono anche le gru ship-to-shore
Washington/Pechino
Protesta dell'associazione dell'industria siderurgica cinese
Nel porto di Amburgo tiene il traffico containerizzato mentre calano le rinfuse
Amburgo
Nei primi tre mesi del 2024 lo scalo tedesco ha movimentato 27,4 milioni di tonnellate di merci (-3,3%)
SEA Europe e industriAll Europe sollecitano una strategia dell'UE per l'industria navale europea
Bruxelles
Tra le richieste, l'introduzione del requisito “Made in Europe” negli appalti pubblici
Le associazioni della logistica esortano gli operatori ad essere pronti alla terza fase dell'ICS2
Bruxelles
Riguarda le merci importante nell'Unione Europea per via marittima
Marco Verzari è il nuovo segretario generale della Uiltrasporti
Roma
Subentra al dimissionario Tarlazzi
La Svizzera aumenta gli investimenti per l'esercizio e il rinnovo della rete ferroviaria
Berna
Previsti contributi d'investimento a favore di impianti privati
Le locomotive con tecnologia Ultimo Miglio di Mercitalia Logistics in servizio a Gioia Tauro
Gioia Tauro
Utilizzate per trasportare autovetture dalla Campania al porto calabrese
La società terminalista SSA Marine crea una divisione per le crociere
Nei primi tre mesi del 2024 il traffico dei container nei terminal di HHLA è aumentato del +3,4%
Amburgo
Ricavi stabili
Prosegue il trend negativo delle performance economiche della Hapag-Lloyd
Prosegue il trend negativo delle performance economiche della Hapag-Lloyd
Amburgo
Nel primo trimestre del 2024 i ricavi sono diminuiti del -24,2%. Noli in calo -32,0% e carichi trasportati dalla flotta in crescita del +6,9%
Bruxelles dà ragione all'Italia che chiede all'Austria di rimuovere le restrizioni al trasporto stradale di merci al Brennero
Roma/Vienna
Il governo tirolese annuncia che è pronto a battersi dinanzi alla Corte di Giustizia dell'UE
Nel primo trimestre del 2024 il traffico navale nel canale di Suez è crollato del -42,9%
Nel primo trimestre del 2024 il traffico navale nel canale di Suez è crollato del -42,9%
Ismailia
A marzo la riduzione è stata del -49,1%
Nel primo trimestre del 2024 l'utile netto di Evergreen è cresciuto del +187,7%
Nel primo trimestre del 2024 l'utile netto di Evergreen è cresciuto del +187,7%
Taipei
Investimento di oltre 65 milioni di dollari nell'acquisto di nuovi contenitori
HMM torna a registrare una crescita dei risultati economici trimestrali
HMM torna a registrare una crescita dei risultati economici trimestrali
Seul
Nei primi tre mesi del 2024 i ricavi sono aumentati del +11,9% e l'utile netto del +63,0%
L'India investe nello sviluppo del porto iraniano di Shahid Behesthi (Chabahar)
Chabahar
Annunciata la prossima istituzione di una compagnia di navigazione indo-iraniana
La Spinelli Srl rinnova il consiglio di amministrazione
Genova
Nuove nomine dopo le misure cautelari disposte dal gip del Tribunale di Genova nei confronti di Aldo e Roberto Spinelli
Nei primi tre mesi del 2024 il traffico delle merci nel porto di Ravenna è calato del -6,3%
Nei primi tre mesi del 2024 il traffico delle merci nel porto di Ravenna è calato del -6,3%
Ravenna
A marzo registrata una flessione del -1,5%
Nel primo trimestre di quest'anno il traffico dei container realizzato a Trieste da TMT è diminuito del -20,3%
Trieste
Nel 2023 il traffico di short sea shipping tra Spagna e Italia è calato del -5,2%
Madrid
Le autostrade del mare sono salite a dieci rispetto a sette nel 2022
Nel primo trimestre del 2024 l'utile netto della Yang Ming è cresciuto del +173,1%
Nel primo trimestre del 2024 l'utile netto della Yang Ming è cresciuto del +173,1%
Keelung
Il Cda ha deliberato l'acquisto di nuovi container
Leonardo firma l'accordo vincolante per la vendita di Underwater Armaments & Systems a Fincantieri
Roma
Valore complessivo della transazione pari ad un massimo di 415 milioni di euro
Uiltrasporti, bene l'emendamento per lavoratori delle agenzie per il lavoro portuale di Gioia Tauro e Taranto
Roma
Prevede la proroga dell'indennità sino a dicembre
Per sviluppare la propria resilienza il porto di Livorno guarda alla sponda meridionale del Mediterraneo
Livorno
Il prossimo mese un accordo con il porto egiziano di Damietta
La decarbonizzazione dello shipping potrebbe creare sino a quattro milioni di posti di lavoro nella filiera energetica
Copenaghen
Studio della Getting to Zero Coalition
Nei primi tre mesi del 2024 il traffico delle merci nel porto di Venezia è diminuito del -9,8%
Nei primi tre mesi del 2024 il traffico delle merci nel porto di Venezia è diminuito del -9,8%
Venezia
Crescita delle rinfuse liquide e dei rotabili. Calo delle rinfuse solide e dei container
ISS-Tositti e intergroup hanno istituito la newco ISS-Tositti Agency
Venezia
Fusione sinergica delle competenze di entrambe le realtà
Rasmussen (Bimco): quando le navi torneranno ad attraversare Suez lo shipping containerizzato dovrà fare i conti con un eccesso di stiva
Copenaghen
Attualmente l'impatto delle consegne record di portacontainer è assorbito dall'ulteriore capacità necessaria per la rotta attorno all'Africa
La statunitense Intermarine entra nel segmento delle rinfusiere
Houston
Costituita la Intermarine Bulk Carriers che gestirà le portarinfuse del gruppo tedesco Harren
Accusati di corruzione il presidente della Regione Liguria, l'ex presidente dell'AdSP della Liguria Occidentale e l'imprenditore Spinelli
Genova
Tra i raggiunti dai provvedimenti, il presidente di Ente Bacini
WWF, la pianificazione sostenibile per le più grandi aree marine dell'UE è frammentata e incompleta
WWF, la pianificazione sostenibile per le più grandi aree marine dell'UE è frammentata e incompleta
Bruxelles
Lo scenario più sconfortante è quello del bacino del Mediterraneo
Nel primo trimestre le performance del trasporto combinato nell'UE sono calate
Bruxelles
Diminuzione del traffico dei container, scioperi, lavori sulle infrastrutture ed economia debole tra le cause
Maersk avverte che l'ampliamento dell'area di crisi nel Medio Oriente accresce i costi dello shipping
Copenaghen
Segnalata una riduzione del 15-20% della capacità sulla rotta dall'Estremo Oriente al Nord Europa/Mediterraneo
Il Polo Logistica di FS ordina ad Alstom 70 nuove locomotive con l'opzione per l'acquisto di altre 30
Vado Ligure
Commessa da oltre 323 milioni. Presa in consegna a Vado Ligure una locomotiva per il trasporto merci
COSCO attiva un sistema di e-commerce per fornire parti di ricambio e servizi al settore navale
Shanghai
È rivolto a clienti nazionali ed esteri
Joint venture di Autamarocchi e Cosulich per la logistica su gomma a servizio della siderurgia
Genova
L'Iran annuncia il rilascio dell'equipaggio della portacontainer MSC Aries
Teheran
Il ministro degli esteri conferma che i marittimi della nave sequestrata potranno lasciare il Paese
Merlo (Federlogistica) rilancia l'allarme per l'impatto del ponte sullo Stretto di Messina sul traffico navale
Palermo
Nei primi tre mesi di quest'anno il traffico marittimo nello Stretto del Bosforo è aumentato del +9,3%
Nei primi tre mesi di quest'anno il traffico marittimo nello Stretto del Bosforo è aumentato del +9,3%
Ankara
Crescita dei transiti di tutte le principali tipologie di naviglio
Nei primi tre mesi del 2024 il traffico crocieristico nei terminal della Global Ports Holding è aumentato del +30%
Londra
Il consorzio guidato da GPH è stato selezionato quale offerente preferenziale per il terminal crociere di Casablanca
Nel primo trimestre del 2024 i ricavi del gruppo Maersk sono diminuiti del -13,0%
Nel primo trimestre del 2024 i ricavi del gruppo Maersk sono diminuiti del -13,0%
Copenaghen
Incremento del +7,0% dei costi operativi dello shipping containerizzato
Ferretti inaugura il rinnovato cantiere nautico di La Spezia
La Spezia
Lo stabilimento ligure è dedicato alla produzione degli yacht Riva
Positivo primo trimestre per Global Ship Lease
Atene
Ricavi in crescita del +12,7%
Avviato da Interporto Padova il servizio intermodale di Trans Italia con l'Interporto di Livorno Guasticce
Padova
Inizialmente prevede due circolazioni settimanali
Operativo il nuovo gate automatizzato al Reefer Terminal di Vado Ligure
Vado Ligure
Gli autotrasportatori possono svolgere le attività di carico e scarico senza scendere dal veicolo
Lo scorso mese il traffico dei container nel porto di Hong Kong è diminuito del -10,2%
Hong Kong
Nel primo quadrimestre movimentati 4,5 milioni di teu (-4,7%)
DP World inaugura nuove infrastrutture portuali e logistiche in Romania
Dubai
Nuovi terminal nel porto di Costanza destinati al project cargo e ai rotabili
Ad aprile è proseguita la crescita del traffico dei container nel porto di Long Beach
Long Beach
Nel primo quadrimestre del 2024 l'incremento è stato del +15,8%
Uniport Livorno acquista tre nuovi trattori portuali
Helsinki
La Kalmar li consegnerà nell'ultimo trimestre del 2024
Saliranno da cinque a sei le rotazioni settimanali del servizio Melzo-Rotterdam di Hannibal
Melzo
Incremento della frequenza a partire dal 10 giugno
Nel 2023 i ricavi di Stazioni Marittime sono aumentati del +18,5%
Genova
Utile netto a 1,7 milioni di euro (+75,5%)
Nei primi tre mesi del 2024 il traffico delle merci nel porto di Koper è calato del -6,6%
Lubiana
A marzo la flessione è stata del -3,1%
Ad aprile il traffico delle merci nel porto di Singapore è cresciuto del +8,8%
Singapore
I container sono stati pari a 3,4 milioni di teu (+3,8%)
Traffico trimestrale dei container in crescita per Eurogate e Contship Italia
Amburgo
Nei primi tre mesi del 2024 i volumi movimentati sono aumentati rispettivamente del +8,0% e +4,9%
Meyer Werft ha consegnato a Silversea la nuova nave da crociera di lusso Silver Ray
Papenburg/Vienna
Ha una capacità di 728 passeggeri
Nei primi tre mesi del 2024 i nuovi ordini acquisiti da Fincantieri sono diminuiti del -40,7%
Roma
Stabili i ricavi
Bando di gara per l'adeguamento strutturale di una banchina del porto di Ancona
Ancona
L'importo dell'appalto è di 16,5 milioni di euro
Gli operatori portuali di La Spezia chiedono un rilancio del porto
La Spezia
Sollecitano azioni mirate ed efficaci
Nel primo trimestre di quest'anno il traffico delle merci nei porti montenegrini è cresciuto del +1,8%
Podgorica
Il flusso da e per l'Italia è aumentato del +16,2%
GNV installa un sistema per assicurare la stabilità delle navi
Genova
NAPA Stability, sviluppato dalla finlandese NAPA, è stato esteso ai traghetti
Deciso calo del -24,9% delle merci nei porti croati nel primo trimestre di quest'anno
Deciso calo del -24,9% delle merci nei porti croati nel primo trimestre di quest'anno
Zagabria
I contenitori sono stati pari a 92mila teu (-0,4%)
Vard costruirà due Commissioning Service Operation Vessel
Trieste
Sono destinate ad una società di Taiwan
In funzione la nuova stazione marittima del porto di Termoli
Termoli
Nel 2023 lo scalo molisano ha movimentato oltre 217mila passeggeri (+5%)
Nuova linea della CTN che collega i porti di La Goulette, Livorno, Salerno e Rades
Genova
Sarà inaugurata il 21 maggio
Nei primi tre mesi del 2024 i ricavi di Wan Hai Lines sono cresciuti del +8,1%
Taipei
Utile netto pari a circa 143 milioni di dollari USA
Prosegue il trend di crescita del fatturato delle taiwanesi Evergreen e Yang Ming
Taipei/Keelung
Ad aprile è aumentato rispettivamente del +42,4% e +35,3%
Evergreen ordina 10.000 nuovi container
Taipei
Commessa da 32,3 milioni di dollari alla Dong Fang International Container (Hong Kong)
Vard costruirà una Ocean Energy Construction Vessel per Island Offshore
Trieste
Sarà consegnata nel primo trimestre del 2027. Opzione per altre due navi
PROSSIME PARTENZE
Visual Sailing List
Porto di partenza
Porto di destinazione:
- per ordine alfabetico
- per nazione
- per zona geografica
La Lombardia tra le regioni più virtuose nel trasporto alimentare
Milano
Oltre il 50% dei veicoli a temperatura controllata è immatricolato nelle classi 5 e 6
Positive performance economiche trimestrali della Wallenius Wilhelmsen
Lysaker/Oslo
Ad Emanuele Grimaldi il 5,12% del capitale della Höegh Autoliners
Nei primi tre mesi del 2024 il traffico dei container a New York è aumentato del +11,7%
New York
A marzo la crescita è stata del +22,1%
Inaugurata la strada di collegamento con le nuove aree del porto di Piombino
Piombino
L'infrastruttura è costata 10,1 milioni di euro
Primo trimestre dell'anno difficoltoso per Finnlines
Helsinki
Accentuato incremento dei costi operativi
Nel 2023 il fatturato della Fercam è diminuito del -6%
Bolzano
Costituita una società in Lituania
ICTSI ha registrato performance economiche trimestrali record
Manila
Nel primo trimestre di quest'anno il traffico delle merci nei porti albanesi è aumentato del +3,4%
Tirana
I passeggeri sono diminuiti del -1,9%
Accelerare i tempi per fare del porto della Spezia e del suo retroporto la prima ZFD
La Spezia
Lo chiedono agenti marittimi, doganalisti e spedizionieri
Affidato il servizio di instradamento veicoli e passeggeri nei porti di Olbia e Golfo Aranci
Cagliari
Sarà gestito dalla romana Italpol Servizi Fiduciari
Deciso calo del -15,1% delle merci nel porto di Taranto nel primo trimestre
Taranto
I carichi allo sbarco sono diminuiti del -21,0% e quelli all'imbarco del -8,7%
Quest'anno il forum nazionale per il trasporto ferroviario delle merci Mercintreno si terrà a Padova
Padova
Si svolgerà nell'ambito di Green Logistics Expo
Inaugurata a Safaga, in Egitto, una fabbrica per la costruzione di rimorchiatori
Safaga
Dieci unità navali saranno realizzate per la Suez Canal Authority
PORTI
Porti italiani:
Ancona Genova Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Napoli Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venezia
Interporti italiani: elenco Porti del mondo: mappa
BANCA DATI
ArmatoriRiparatori e costruttori navali
SpedizionieriProvveditori e appaltatori navali
Agenzie marittimeAutotrasportatori
MEETINGS
Domani a Livorno un convegno sulla storia del porto cittadino
Livorno
Si parlerà di architettura, commercio e politica tra il XVI e il XX secolo
L'11 aprile partirà la sesta edizione degli “Italian Port Days”
Roma
Anche quest'anno il progetto è stato diviso in due sessioni: la prima in primavera e la seconda dal 20 settembre al 20 ottobre
››› Archivio
RASSEGNA STAMPA
Chabahar Port: US says sanctions possible after India-Iran port deal
(BBC News)
Iran says MSC Aries vessel seized for 'violating maritime laws'
(Reuters)
››› Archivio
FORUM dello Shipping
e della Logistica
Relazione del presidente Mario Mattioli
Roma, 27 ottobre 2023
››› Archivio
Nuovo servizio Italia-Libia-Egitto di Tarros e Messina
La Spezia/Genova
Sarà inaugurato a metà giugno e realizzato con due navi
Domani PSA Venice aprirà il terminal veneziano alla comunità portuale e alla città
Venezia
Hannibal programma l'attivazione di un collegamento ferroviario tra Italia, Ungheria e Romania
Melzo
Entro la fine del 2024 saranno inaugurate due rotazioni settimanali
Approvato il bilancio consuntivo 2023 dell'AdSP del Tirreno Centrale
Napoli
Annunziata: i prossimi anni , fondamentali per ultimare gli investimenti europei del PNRR
Sensibile aumento della produzione e vendita dei dry box della CIMC
Hong Kong
L'azienda cinese risponde ad una crescita della domanda
Approvato il bilancio consuntivo 2023 dell'AdSP dei Mari Tirreno Meridionale e Ionio
Gioia Tauro
Il 6 maggio riunione al MIT sul futuro della Gioia Tauro Port Agency
Il bilancio 2023 dell'AdSP del Mar Ligure Orientale mostra un avanzo primario di sei milioni
La Spezia
Nell'anno nuovi investimenti per circa 17 milioni di euro
Utile netto trimestrale della Cargotec a 81,2 milioni (+11,8%)
Helsinki
Nei primi tre mesi del 2024 i ricavi sono diminuiti del -1,7%
Prosegue, meno marcato, il trend negativo delle performance economiche della ONE
Prosegue, meno marcato, il trend negativo delle performance economiche della ONE
Singapore
Nei primi tre mesi del 2024 le merci in container trasportate dalla flotta sono aumentate del +15,6%
La genovese Messina ha preso in consegna la nave più grande della sua flotta
Genova
La “Jolly Verde” è una portacontainer da 6.300 teu
Definitiva l'inclusione del porto di Civitavecchia nella rete Core del network TEN-T
Civitavecchia
Mercoledì l'ok del Parlamento europeo
Nel 2023 le merci trasportate da Rail Cargo Group sono diminuite del -11%
Vienna
Ricavi in flessione del -1,8%
Sostenuta crescita trimestrale dei nuovi ordini acquisiti da Wärtsilä
Helsinki
Nei primi tre mesi di quest'anno i ricavi del gruppo sono diminuiti del -9,8%
DIS ordina altre due nuove navi cisterna LR1
Lussamburgo
Nuova commessa al cantiere Jiangsu New Yangzi Shipbuilding Co.
Una portacontainer della MSC bersagliata con missili e droni nel Golfo di Aden
San'a'/Portsmouth
Nessun danno alla nave e all'equipaggio
Approvato il bilancio consuntivo 2023 dell'AdSP dell'Adriatico Centrale
Ancona
Nel primo trimestre del 2024 gli ordini di mezzi portuali prodotti da Konecranes sono calati del -51,6%
Hyvinkää
Grimaldi ha preso in consegna la ro-ro multipurpose Great Abidjan
Napoli
È la quarta di sei navi di classe “G5”
Baltimora attribuisce a proprietario e gestore della nave Dali la colpa del crollo del ponte Key Bridge
Baltimora
Sarebbero state accertate disfunzioni all'alimentazione elettrica a bordo che avrebbero causato un blackout
Grimaldi e IMAT hanno rinnovato l'accordo quinquennale per la formazione degli equipaggi
Castel Volturno
Focus sulle nuove tecnologie installate a bordo delle navi
Ancora in calo le performance economiche trimestrali di DSV
Hedehusene
Nel primo trimestre di quest'anno il valore dell'utile netto è diminuito del -27,2%
Approvato il bilancio consuntivo 2023 dell'AdSP del Mare di Sardegna
Cagliari
Avanzo di amministrazione di 530 milioni di euro, di cui oltre 475 vincolati per opere in corso
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Partita iva: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Direttore responsabile Bruno Bellio
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore
Cerca su inforMARE Presentazione
Feed RSS Spazi pubblicitari

inforMARE in Pdf Archivio storico
Mobile