testata inforMARE

12 agosto 2022 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 07:58 GMT+2



22 luglio 2022

AIDA Cruises sperimenta il primo bio-bunkeraggio di una sua nave da crociera

È avvenuto nel porto di Rotterdam con una bettolina di GoodFuels

Il gruppo Costa, che fa parte del gruppo crocieristico americano Carnival Corporation, ha iniziato a testare l'utilizzo di biocarburanti a bordo di una delle navi del marchio AIDA Cruises nell'ambito del suo impegno per la riduzione delle emissioni di CO2. Ieri AIDAprima, durante la sua sosta a Rotterdam, è stata la prima nave da crociera di grandi dimensioni a essere rifornita con una miscela di biocarburante marino, che si ottiene da materie prime sostenibili al 100% come l'olio da cucina di scarto, e gasolio marino (MGO). Il bio-bunkeraggio è avvenuto con la collaborazione dell'olandese GoodFuels, specializzata nella fornitura di biocarburanti all'industria dei trasporti.

Specificando che con il successo dell'avvio dell'utilizzo del biocarburante si dimostrerà che la graduale decarbonizzazione dello shipping è possibile anche sulle navi già in servizio, Costa ha evidenziato che, tuttavia, un importante prerequisito per poter utilizzare i biocarburanti è che essi diventino ampiamente disponibili su scala industriale e a prezzi di mercato.

Oltre all'utilizzo di biocarburanti, gli sforzi di Costa comprendono anche l'installazione della prima cella a combustibile a bordo di AIDAnova e la messa in funzione di quello che attualmente è il più grande sistema di accumulo di batterie nel settore delle crociere, con una capacità di dieci megawatt ora a bordo di AIDAprima. Inoltre, l'azienda si sta concentrando sull'espansione e sull'aumento dell'uso dell'energia da terra nei porti in cui è disponibile l'infrastruttura.



Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.




Indice Prima pagina Indice notizie

- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail