testata inforMARE
3 ottobre 2022 - Anno XXVI
Quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
10:15 GMT+2
Global Shippers' Forum, il mercato del trasporto marittimo containerizzato ha cambiato direzione di marcia
Nuova esortazione alle autorità antitrust a porre sotto attenzione il settore, ora che - secondo l'associazione - le compagnie dello shipping potrebbero avvalersi più che mai delle opportunità offerte loro dalle esenzioni per categoria
15 settembre 2022
Nel secondo trimestre di quest'anno il mercato del trasporto marittimo containerizzato ha cambiato tendenza. Una nuova ulteriore conferma di questo cambiamento di direzione è giunta dal Global Shippers' Forum (GSF), l'associazione che rappresenta spedizionieri, caricatori e proprietari delle merci, e tale mutamento è evidenziato nell'ultimo rapporto trimestrale su questo settore elaborato dall'organizzazione assieme alla società di ricerca britannica MDS Transmodal. Il documento sottolinea il calo verificatosi nel secondo trimestre di quest'anno, per la prima volta dal 2020, del ricavo medio per container trasportato, diminuzione che - hanno rilevato GSF e MDS - è conseguenza del lockdown attuato in Cina per contenere la pandemia di Covid-19, della riduzione dell'offerta di prodotti finiti, del crollo della fiducia nei maggiori Paesi consumatori, dell'aumento dei tassi di interesse e del rialzo dei prezzi dell'energia.

«Questa - ha commentato il direttore del Global Shippers' Forum, James Hookham - è la prima volta che il report trimestrale di GSF e MDS mostra un significativo cambiamento della direzione di marcia. Questo è solo un insieme di dati, ma i caricatori ci dicono che l'economia mondiale, il commercio internazionale e il mercato marittimo globale sono entrati in una nuova fase, con diversi fattori all'opera rispetto agli ultimi due anni». Fattori che - è una considerazione di inforMARE - tendono ad elevare i costi del trasporto marittimo assai più che negli ultimi due anni, inducendo le compagnie di navigazione, se non ad innalzare ulteriormente, a mantenere quantomeno inalterato il livello medio dei noli marittimi.

Secondo il Global Shippers' Forum, inoltre, questo mutamento della direzione di marcia potrebbe indurre i vettori marittimi containerizzati ad avvalersi ancora di più delle opportunità offerte loro dalle esenzioni rispetto alle normative sulla concorrenza rispetto a quanto - secondo quanto hanno ripetutamente denunciato le rappresentanze delle categorie degli spedizionieri e dei caricatori, tra cui la stessa GSF - hanno già fatto negli ultimi anni: «questo cambiamento delle dinamiche del mercato - ha rilevato Hookham - potrebbe offrire un contesto per l'uso delle libertà concesse alle compagnie di navigazione nell'ambito dell'immunità antitrust e della legislazione sull'esenzione per categoria per riprogrammare un cambiamento a livello di settore in termini di distribuzione della capacità, di modelli di servizio, di frequenza degli scali e di concentrazione delle quote di mercato. L'esperienza recente - ha aggiunto Hookham sollecitando le autorità antitrust a puntare i riflettori su questo mercato - ha dimostrato che questo non è un mercato rispetto al quale le autorità di regolamentazione possono legiferare e poi scordarsene, confidando che i comportamenti attesi vengano osservati».

Con riferimento ai modelli di servizio, GSF e MDS hanno intanto rilevato una recente riconfigurazione delle linee marittime con un ulteriore aumento nel corso del secondo trimestre di quest'anno del numero di servizi che collegano non più di due regioni mondiali e una contemporanea riduzione di quelli che collegano più di due regioni. In termini pratici - hanno spiegato - ciò significa che lunghe rotazioni multi-porto vengono sostituite da servizi shuttle che richiedono l'effettuazione di trasbordi nei porti hub affinché i container possano raggiungere le loro destinazioni finali.

›››Archivio notizie
DALLA PRIMA PAGINA
Terminate oggi le due settimane di sciopero nel porto di Liverpool, Unite ne minaccia un'altra
Londra
Gerrard : MDHC può permettersi di presentare un'offerta salariale che i nostri associati possono e dovranno accettare
MIMS, ulteriori 10 milioni alle Autorità di Sistema Portuale per lo sviluppo dei porti
Roma
Si aggiungono ai 30 milioni già previsti con precedenti provvedimenti
Venerdì il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili
Prosegue il trend di crescita dei risultati del gruppo crocieristico Carnival
Miami
Weinstein: con le prenotazioni ora siamo molto più avanti rispetto ai rilevanti livelli del 2019
È proseguito nel periodo giugno-agosto di quest'anno, trimestre che è il terzo dell'esercizio fiscale del gruppo Carnival Corporation, il rialzo dei risultati finanziari registrati dal gruppo crocieristico statunitense dopo lo “tsunami” provocato dall'impatto sull'azienda della crisi sanitaria
Il forte aumento dei costi ha determinato un netto peggioramento dei risultati finanziari semestrali della Anek
Chania
La compagnia greca ha reso noto che le spese sono cresciute a causa del rincaro del fuel
A Napoli il Forum delle Funzioni di Guardia Costiera del Mediterraneo
È on-line la rinnovata edizione di inforMARE, da sempre quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
Genova
Sviluppata sulla base di una piattaforma proprietaria, offre nuove molteplici informazioni e opportunità ai lettori, agli studiosi e agli inserzionisti
Inaugurato il nuovo impianto per il caffè verde di Pacorini Silocaf nell'area retroportuale di Vado Ligure
Vado Ligure
Con una capacità di stoccaggio di 27.000 tonnellate, è il più grande al mondo per questa tipologia di merce
Nel secondo trimestre il traffico dei container nei terminal portuali di Contship Italia è diminuito del -4,5%
Amburgo
Complessivamente i terminal della capogruppo Eurokai hanno movimentato tre milioni di teu (-4,0%)
Porto della Spezia, avviata la seconda fase della gara per il nuovo molo crociere a Calata Paita
La Spezia
L'offerta tecnica ed economica dovrà essere presentata entro il 7 novembre
PROSSIME PARTENZE
Visual Sailing List
Porto di partenza
Porto di destinazione:
- per ordine alfabetico
- per nazione
- per zona geografica
SBB adotta un piano per incrementare del +60% il volume delle merci trasportate su rotaia in Svizzera entro il 2050
Entro il 2040 sono previsti investimenti per 1,5 miliardi di franchi svizzeri
BANCA DATI
ArmatoriRiparatori e costruttori navali
SpedizionieriProvveditori e appaltatori navali
Agenzie marittimeAutotrasportatori
PORTI
Porti italiani:
Ancona Genova Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Napoli Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venezia
Interporti italiani: elenco Porti del mondo: mappa
MEETINGS
Giovedì a Roma sarà celebrato il venticinquennale della Federazione del Mare
Verranno presentati il VI Rapporto sull'economia del mare e il volume “Cinquant'anni di economia marittima in Italia: evoluzione e prospettive tra XX e XXI secolo”
Dal 23 al 27 giugno alla Spezia si terrà la settima edizione di Seafuture
La manifestazione internazionale è dedicata alla Blue Economy e alle innovazioni nel settore navale e marittimo
››› Archivio
RASSEGNA STAMPA
MTCIT invites bids to develop Dhalkut Port in Dhofar
(Muscat Daily)
Muscat - The Ministry of Transport, Communications ...
South Sudan acquires Djibouti port land for imports, exports
(Sudan Tribune)
September 20, 2022 (JUBA) - South Sudan has acquired three acres of land at the ...
››› Archivio
FORUM dello Shipping
e della Logistica
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archivio
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Partita iva: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Direttore responsabile Bruno Bellio
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore
Cerca su inforMARE Presentazione
Feed RSS Spazi pubblicitari

inforMARE in Pdf
Mobile