testata inforMARE
7 ottobre 2022 - Anno XXVI
Quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
21:12 GMT+2
LinnkedInTwitterFacebook
ECSA, bene l'ok del Consiglio dell'UE all'inclusione dello shipping nell'ETS, ma i fondi per la decarbonizzazione del settore non bastano
Philis: l'attribuzione dei ricavi dell'ETS al trasporto marittimo è fondamentale per colmare il divario di prezzo tra combustibili puliti e convenzionali
1 luglio 2022
L'associazione degli armatori europei ECSA ha manifestato oggi favore per la posizione concordata mercoledì dal Consiglio dell'Unione Europea sull'inclusione dello shipping nel sistema EU ETS di scambio delle quote di emissione, ma nel contempo ha espresso preoccupazione perché - ad avviso dell'European Community Shipownsers' Associations - le misure previste per destinare risorse economiche utili a supportare la decarbonizzazione del trasporto marittimo non assicureranno al settore i fondi necessari per attuare la transizione ( del 29 giugno 2022).

Il plauso dell'ECSA va al forte sostegno dato dai ministri dell'Ambiente nell'ambito del Consiglio dell'UE all'obbligatorietà del trasferimento dei costi dell'EU ETS all'entità che opera commercialmente la nave, sulla base del principio “chi inquina paga”, posizione comune del Consiglio - ha ricordato l'associazione armatoriale - che segue la recente adozione di un'analoga posizione da parte del Parlamento europeo ( del 22 giugno 2022). L'ECSA ha evidenziato che «anche il mantenimento del periodo transitorio e l'inclusione graduale delle emissioni dei trasporti marittimi su un periodo di quattro anni sono essenziali per assicurare una transizione graduale per il settore».

Inoltre, se l'associazione armatoriale ha accolto con favore anche l'impegno manifestato dal Consiglio dell'UE nel garantire un'attenzione specifica allo shipping attraverso specifici bandi nell'ambito del Fondo per l'innovazione dell'ETS, che è lo strumento per il finanziamento di progetti sull'utilizzo di tecnologie innovative a basse emissioni di CO2, tuttavia l'ECSA ritiene che «questo impegno non sia sufficiente per sostenere l'innovazione e per colmare il notevole divario di prezzo con i combustibili puliti». L'associazione ha pertanto invitato «a destinare gli introiti dell'ETS alla transizione energetica del settore marittimo, come proposto dal Parlamento».

«È incoraggiante - ha rilevato il presidente dell'ECSA, Philippos Philis - che venga prestata una particolare attenzione al trasporto marittimo nell'ambito del Fondo per l'innovazione, ma la posizione del Consiglio è carente relativamente all'assegnazione degli introiti. L'attribuzione dei ricavi al settore - ha sottolineato Philis - è fondamentale per colmare il divario di prezzo tra combustibili puliti e combustibili convenzionali attraverso, fra l'altro, i contratti per differenza sul prezzo del carbonio. Esortiamo il Consiglio a fare un ulteriore passo avanti nel corso dei negoziati e ad avvicinarsi alla posizione del Parlamento. L'80% degli attuali ricavi dell'ETS - ha specificato il presidente dell'associazione armatoriale - viene utilizzato per la transizione energetica di altri settori ETS ed abbiamo bisogno di vedere che lo stesso accade per il trasporto marittimo. Si tratta - ha sottolineato Philis - di un momento decisivo per la decarbonizzazione dello shipping e per la competitività del settore».

Riferendosi poi al sostegno che il Consiglio dell'UE ha manifestato alla proposta per affrontare le questioni delle notazioni Ice Class delle navi e per introdurre disposizioni specifiche per le piccole isole e le regioni ultraperiferiche, l'ESCA ha espresso la ferma volontà di impegnarsi con il Consiglio e con il Parlamento per trovare un soluzione adeguata.
›››Archivio notizie
DALLA PRIMA PAGINA
Attenuazione dei ricavi trimestrali della OOCL
Hong Kong
Nel terzo trimestre i volumi di container trasportati dalla flotta sono calati del -3,4%
Nel terzo trimestre di quest'anno si è ulteriormente attenuato il trend di crescita dei ricavi della compagnia di navigazione containerizzata Orient Overseas Container Line (OOCL) del gruppo cinese COSCO Shipping, tendenza che relativamente ai soli ...
Se a settembre i ricavi della Evergren sono lievemente cresciuti, quelli delle connazionali Yang Ming e WHL hanno imboccato un trend negativo
Portacontainer a fuoco nel Mar Rosso
Jizan
I 25 membri dell'equipaggio sono stati tratti in salvo
Inaugurato un nuovo gate automatizzate al Terminal San Giorgio del porto di Genova
Genova
Occupa un'area di circa 10.000 metri quadri ed è stato realizzato con un investimento di tre milioni di euro
Il gruppo Grimaldi selezionato per l'acquisizione del 67% dell'Autorità Portuale di Igoumenitsa
Atene
Ha presentato un'offerta del valore di 84,17 milioni di euro
L'Autorità di Regolazione dei Trasporti avvia la procedura di revisione delle norme sulle concessioni portuali
Nel 2023 è previsto un incremento del +27% del traffico crocieristico nei porti dell'Adriatico
Holland Shipyards costruirà quattro traghetti interamente elettrici ed autonomi
Hardinxveld-Giessendam
Sono stati ordinati dall'agenzia svedese Trafikverket
Lunedì a Milano si terrà l'assemblea pubblica di Alsea
Milano
Si discuterà di “Crisi della globalizzazione e reshoring: i nuovi equilibri del commercio internazionale”
Cepsa è pronta a fornire biocarburanti di seconda generazione per le navi
Madrid
Concluso con successo un test su una tanker
Adottato il nuovo pacchetto di sanzioni UE contro la Russia che mira a fermare le esportazioni marittime di petrolio russo
Bruxelles
Previsto il divieto di fornire trasporto marittimo verso Paesi terzi e servizi connessi di greggio o di prodotti petroliferi
Interporto Padova inaugura il nuovo terminal di 35mila metri quadri dedicato ai semirimorchi
Padova
Pasqualetti: il prossimo traguardo sarà la totale automazione delle operazioni di movimentazione
Si fa più intenso il confronto tra carrier marittimi containerizzati e gli utenti dei loro servizi in vista della decisione sull'eventuale proroga del CBER
Bruxelles
I primi hanno inviato un documento alla Commissione UE motivando le ragioni del rinnovo del regolamento. I secondi hanno spedito una lettera alla commissaria Vestager in cui spiegano che l'attuale sistema premia solo i vettori marittimi
PROSSIME PARTENZE
Visual Sailing List
Porto di partenza
Porto di destinazione:
- per ordine alfabetico
- per nazione
- per zona geografica
Prossimo avvio della privatizzazione del porto greco di Volos
Atene
Gara per l'acquisizione di almeno il 67% del capitale dell'Autorità Portuale
BANCA DATI
ArmatoriRiparatori e costruttori navali
SpedizionieriProvveditori e appaltatori navali
Agenzie marittimeAutotrasportatori
PORTI
Porti italiani:
Ancona Genova Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Napoli Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venezia
Interporti italiani: elenco Porti del mondo: mappa
MEETINGS
Il 26 ottobre a Lugano si terrà la quinta edizione di “Un mare di Svizzera”
Grande spazio verrà dedicato al cronoprogramma delle nuove infrastrutture previste a sud della Svizzera
Convegno “Riparazioni navali in crescita: investimenti per il futuro di Genova”
Si terrà il 23 settembre nel capoluogo ligure
››› Archivio
RASSEGNA STAMPA
Greece, Albania fail to agree on maritime border issue in Prague
(EURACTIV)
Russia keen on investing in Iranian ports: Iran dep. min.
(MehrNews.com)
››› Archivio
FORUM dello Shipping
e della Logistica
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archivio
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Partita iva: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Direttore responsabile Bruno Bellio
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore
Cerca su inforMARE Presentazione
Feed RSS Spazi pubblicitari

inforMARE in Pdf
Mobile