testata inforMARE

15 agosto 2022 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 14:32 GMT+2



5 luglio 2022

ESPO e Feport ribadiscono l'esigenza di dotare di sistemi di cold ironing solo i terminal portuali dove sono necessari

L'installazione nei terminal sottoutilizzati determinerebbe uno spreco di risorse pubbliche

L'associazione dei porti europei ESPO e la federazione dei terminalisti portuali privati europei Feport hanno evidenziato la necessità che le proposte di regolamento sulle infrastrutture per i carburanti alternativi AFIR (Alternative Fuels Infrastructure Regulation) e di regolamento FuelEU Maritime dovrebbero permettere l'installazione di sistemi OPS (Onshore Power Supply) per la fornitura dell'energia elettrica della rete di terra alle navi in sosta nei porti, al fine di ridurre le emissioni prodotte dalla unità navali, solamente laddove il posizionamento di questi sistemi ha più senso in termini ambientali ed economici.

Le due organizzazioni hanno rilevato che l'articolo 9 della proposta AFIR della Commissione Europea potrebbe comportare il fatto che un intero porto debba essere dotato di apparecchiature OPS di cold ironing se è scalato da un determinato numero di navi portacontainer o passeggeri. ESPO e Feport hanno evidenziato che ciò determinerebbe significativi investimenti pubblici aggiuntivi rispetto ad un approccio più mirato ed hanno rilevato che risulta improbabile che tali investimenti sarebbero efficienti in termini di spesa rispetto alla riduzione delle emissioni che potrebbero generare.

Secondo ESPO e Feport sarebbe invece più opportuno un approccio focalizzato sulla distribuzione dei sistemi OPS localizzandoli in determinati punti del porto, come banchine o terminal, piuttosto che per porto. Di conseguenza, le aree portuali che normalmente non sono scalate da navi o che non sono destinate ad essere scalate da tipologie di navi che non sono tenute ad avvalersi della connessione alle apparecchiature OPS quando sono all'ormeggio, come avviene nei terminal sottoutilizzati, potrebbero essere escluse dal requisito della presenza di sistemi OPS. Ciò - hanno sottolineato le due organizzazioni - assicurerebbe la miglior efficienza degli OPS in termini ambientali ed economici evitando uno spreco di risorse pubbliche.

ADSP Tirreno Centrale
PSA Genova Pra

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.




Indice Prima pagina Indice notizie

- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail