testata inforMARE

9 agosto 2022 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 04:42 GMT+2



6 luglio 2022

Nel secondo trimestre di quest'anno i ricavi della OOCL sono aumentati del +52,4%

I carichi containerizzati trasportati dalla flotta sono diminuiti del -5,6%

Grafici come quello che abbiamo elaborato e che presenta l'evoluzione dei volumi di merci in container trasportati dalla flotta della cinese Orient Overseas Container Line (OOCL) e dei ricavi generati da questa attività dovrebbero convincere coloro, ormai pochi e sempre meno tra gli addetti del settore, che ancora si ostinano ad inquadrare la recente evoluzione delle tariffe di trasporto marittimo nel tradizionale andamento ciclico del mercato che le cose non stanno così. È evidente che ciò che è accaduto in questo mercato a partire dalla seconda metà del 2020, in coincidenza con il diffondersi della pandemia di Covid-19 a livello globale, non ha nulla a che fare con i precedenti storici. L'impennata del valore dei noli marittimi che ha generato l'eccezionale aumento dei ricavi registrato da OOCL negli ultimi trimestri, peraltro in coincidenza con una flessione accentuata dei volumi di carichi trasportati dalle navi della flotta, è una caratteristica comune a tutte le altre principali compagnie di navigazione containerizzate mondiali, flessione dei volumi imbarcati compresa.

Nel secondo trimestre di quest'anno il rialzo dei ricavi prodotti dall'attività della sua flotta ha mostrato una lieve attenuazione rispetto ai trimestri precedenti, ma si tratta pur sempre di una robusta variazione percentuale del +52,4% e per di più basata su un valore dei ricavi del corrispondente trimestre del 2021 che aveva segnato uno straordinario aumento del +119,0 sul secondo trimestre del 2020. Nel periodo aprile-giugno del 2022 OOCL ha totalizzato ricavi pari a 5,28 miliardi di dollari, contro 3,47 miliardi nello stesso periodo dello scorso anno, di cui 2,07 miliardi di dollari generati dai servizi marittimi operati nel Pacifico (+73,7%), 1,45 miliardi dai servizi intra-asiatici e con l'Australasia (+42,6%), 1,39 miliardi dai servizi containerizzati Asia-Europa (+36,0%) e 372,4 milioni di dollari dai servizi transatlantici (+57,8%).

Nel secondo trimestre di quest'anno la flotta della compagnia cinese ha trasportato carichi containerizzati pari a 1,84 milioni di teu, con una diminuzione del -5,6% sul corrispondente periodo del 2021 che rappresenta la quarta variazione percentuale di segno negativo consecutiva. I più consistenti volumi sono stati trasportati sulle rotte intra-asiatiche e con l'Australasia, ammontati a 849mila teu (-3,0%). Sulle rotte transpacifiche sono stati trasportati 475mila teu (-12,1%), sulle rotte Asia-Europa 403mila teu (-1,9%) e su quelle transatlantiche 112mila teu (-8,5%).

Nel primo semestre del 2022 le portacontainer di OOCL hanno trasportato complessivamente 3,63 milioni di teu, con un calo del -7,4% sulla prima metà dello scorso anno, e tale attività ha prodotto ricavi pari a 10,44 miliardi di dollari (+61,0%).



Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.




Indice Prima pagina Indice notizie

- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail