testata inforMARE

12 agosto 2022 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 07:57 GMT+2



12 luglio 2022

In ulteriore deciso calo gli atti di pirateria contro le navi

Nei primi sei mesi di quest'anno se ne sono verificati 58 (-15%) e nel solo secondo trimestre 21 (-30%)

Mai così pochi negli ultimi decenni, almeno dalla prima metà del 1994 quando si è iniziato a notificare gli atti di pirateria contro le navi all'International Maritime Bureau (IMB) dell'International Chamber of Commerce (ICC). Il numero minimo è stato raggiunto nel primo semestre di quest'anno, periodo nel quale si sono verificati solo 58 incidenti rispetto a 68 nei primi sei mesi del 2021. Particolarmente consistente è stata la riduzione di incidenti verificatisi nel solo secondo trimestre del 2022, periodo nel quale sono stati segnalati 21 atti di pirateria rispetto a 30 nel periodo aprile-giugno dello scorso anno.

L'IMB ha reso noto che nei primi sei mesi del 2022 sono stati registrati 55 abbordaggi a navi (61 nella prima metà del 2021), due tentativi di attacco (4) ed una nave è stata dirottata (1). Relativamente alle conseguenze di questi atti criminosi sui membri degli equipaggi delle navi, se nel primo semestre di quest'anno non si sono verificati rapimenti di marittimi, mentre ne erano stati rapiti 50 nella prima metà del 2021; tuttavia ne sono stati presi in ostaggio 23, rispetto a tre nei primi sei mesi dello scorso anno, e cinque sono stati oggetto di minacce (3).

Dei 58 incidenti complessivi, 12 si sono verificati nel Golfo di Guinea. Particolarmente a rischio continua ad essere anche l'area dello Stretto di Singapore dove è stato registrato più del 25% di tutti gli incidenti, con i pirati che sono riusciti a salire a bordo delle navi nel corso di tutti i 16 incidenti segnalati. Nelle acque dell'arcipelago indonesiano c'è stato un leggero aumento degli incidenti con sette verificatisi nei primi sei mesi del 2022 rispetto a cinque nello stesso periodo dello scorso anno. L'IMB ha specificato, inoltre, che se nella prima metà di quest'anno non si sono verificati incidenti nelle acque del Golfo di Aden, tuttavia nella regione la minaccia della pirateria è ancora presente con i pirati somali che continuano ad avere la capacità di condurre attacchi.

Quanto alla tipologia di navi oggetto di attacchi, nei primi sei mesi del 2022 sono state assaltate 30 rinfusiere (20 nella prima metà del 2021), 18 navi cisterna (17), cinque portacontainer (17) e cinque navi di altro tipo (14%).



Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.




Indice Prima pagina Indice notizie

- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail