testata inforMARE

20 maggio 2022 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 11:53 GMT+2



5 maggio 2022

Deciso rialzo delle performance trimestrali di Finnlines

Tom Pippingsköld è il nuovo presidente e CEO della compagnia. Emanuele Grimaldi eletto chairman

Nel primo trimestre del 2022, per il quarto periodo trimestrale consecutivo, la compagnia di navigazione Finnlines del gruppo armatoriale italiano Grimaldi ha registrato un forte aumento dei ricavi, volume d'affari che è ammontato a 157,0 milioni di euro, con una progressione del +26,6% sui primi tre mesi del 2021. Accentuato anche l'incremento dei costi operativi che si sono attestati a 143,7 milioni di euro (+30,4%). L'EBITDA è stato di 35,6 milioni di euro (+17,5%), l'EBIT di 15,3 milioni (+8,4%) e l'utile netto di 15,1 milioni di euro (+14,5%).

Nei primi tre mesi di quest'anno sono aumentati i volumi di merci e passeggeri trasportati dalle navi della compagnia finlandese ad eccezione dei trasporti di auto non al seguito dei passeggeri che sono risultati pari a 36mila veicoli rispetto a 44mila nel corrispondente periodo del 2021. In rialzo, invece, i carichi unitizzati imbarcati sulle navi della flotta attestatisi a 199mila unità (187mila nel primo trimestre dello scorso anno), le merci non unitizzate che hanno totalizzato 375mila tonnellate (305mila) e i passeggeri con un totale di 117mila persone imbarcatesi (101mila).

Intanto Emanuele Grimaldi, amministratore delegato del gruppo Grimaldi, è stato eletto nuovo chairman della società finlandese e subentra a Jon-Aksel Torgersen che da oltre 15 anni ricopriva questa carica e che continuerà ad essere membro del consiglio di amministrazione. Il Board della Finnlines, inoltre, ha eletto Tom Pippingsköld nuovo presidente e amministratore delegato della compagnia, incarichi in precedenza svolti da Emanuele Grimaldi.

Commentando gli ultimi sviluppi del mercato, Emanuele Grimaldi si è soffermato sulle conseguenza della guerra- Russia-Ucraina: «ciò - ha rilevato - ha un impatto sull'intera economia dell'UE e probabilmente potrebbe rallentare anche l'economia finlandese. Noi - ha ricordato Grimaldi - abbiamo fermato le nostre navi che operano da e per la Russia nel contesto delle sanzioni dell'UE. Il traffico russo - ha specificato - non rappresenta una quota significativa del nostro fatturato, che è stato ben compensato dalle nostre altre linee. Nel primo trimestre - ha sottolineato Grimaldi - i volumi su ciascuna delle nostre altre linee in cui operiamo sono aumentati e si prevede che tale positivo sviluppo delle merci proseguirà».





Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.




Indice Prima pagina Indice notizie

- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail