testata inforMARE

28 giugno 2022 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 08:37 GMT+2



25 maggio 2022

Carnival in trattative per cedere la Seabourn al fondo sovrano saudita PIF

La compagnia ha sei navi da crociera di lusso ed una ulteriore unità in costruzione

Il gruppo statunitense Carnival Corporation avrebbe avviato trattative preliminari per cedere il proprio brand crocieristico di lusso Seabourn al fondo sovrano saudita Public Investment Fund (PIF). Lo ha annunciando la catena televisiva americana CNBC, specificando che una cessione della Seabourn assicurerebbe capitale a Carnival le cui azioni negli ultimi tre mesi hanno perso oltre il 40% del loro valore.

Public Investment Fund sinora è attivo nel settore delle crociere solo con la Cruise Saudi, società integralmente controllata da PIF e costituita all'inizio dello scorso anno con lo scopo di sviluppare il turismo crocieristico in Arabia Saudita. Nel 2020 il fondo sovrano saudita ha acquisito azioni della Carnival e attualmente detiene il 5,1% del capitale del gruppo americano.

Seabourn, che è stata fondata nel 1988, ha una flotta di sei navi, di cui due di 42mila tonnellate di stazza lorda, la Seabourn Encore e la Seabourn Ovation, costruite dall'italiana Fincantieri, tre di 32mila tsl, la Seabourn Odyssey, la Seabourn Quest e la Seabourn Sojourn, costruite dall'italiana T. Mariotti che ha realizzato per Seabourn anche la Seabourn Venture di 23mila tsl consegnata lo scorso anno e che sta costruendo nel proprio cantiere navale di Genova sempre per la compagnia americana una nave gemella che sarà impiegata in crociere in Antartide a partire dal prossimo anno.


Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.




Indice Prima pagina Indice notizie

- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail