testata inforMARE

28 giugno 2022 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 08:44 GMT+2



7 giugno 2022

Crescono i volumi di cereali ucraini trasportati sul Danubio, ma le tariffe dei servizi di trasporto aumentano sensibilmente

Moskalenko (UDP) assicura che la crescita della dimensione della flotta della compagnia avrà l'effetto di stabilizzare i prezzi

Mentre si moltiplicano gli sforzi dei governi e delle diplomazie per cercare di ripristinare le esportazioni di cereali prodotti in Ucraina attraverso i porti marittimi ucraini, si stanno intensificando i flussi di cereali esportati attraverso l'asse fluviale del Danubio, ma i costi di questa modalità di trasporto si stanno impennando.

La PJSC Ukrainian Danube Shipping Company (UDP), la società di navigazione marittima e fluviale di proprietà del Ministero delle Infrastrutture dell'Ucraina, ha reso noti i risultati di una gara indetta il 3 giugno sulla piattaforma elettronica pubblica Prozorro per la vendita dei servizi di trasporto fluviale. La compagnia ha specificato che il prezzo a base d'asta per il trasporto con la propria flotta di chiatte di cereali dai porti ucraini sul Danubio di Reni e Izmail era pari a 52,5 euro per il trasporto di una tonnellata di grano duro e di 73,4 euro per il trasporto di una tonnellate di grano tenero. UDP ha precisato che tutti i 12 lotti messi all'asta sono stati venduti e per ciascun lotto hanno partecipato da cinque a sette aziende.

I prezzi a base d'asta della gara per il trasporto di cereali sul Danubio con le chiatte della UDP tenutasi lo scorso 20 maggio, alla quale hanno partecipato da otto a 13 aziende e attraverso la quale erano stati venduti tutti i 12 lotti offerti, erano assai inferiori e pari a 34 euro per il trasporto di una tonnellate di grano duro dal porto di Reni e a 36 euro dal porto di Izmail.

La gara del 3 giugno scorso si è conclusa con un prezzo medio di 98,7 euro per il trasporto di una tonnellata di grano duro e di 137,9 euro per una tonnellata di grano tenero, mentre la gara del 20 maggio era terminata fissando un prezzo medio di 76 euro per il trasporto di una tonnellata di grano duro dal porto di Reni e di 87 euro dal porto di Izmail.

Commentando l'esito dell'ultima gara, il direttore generale della PJSC UDP, Dmytro Moskalenko, ha evidenziato che «i risultati dell'asta mostrano che l'interesse per le spedizioni di frumento sul Danubio continua a crescere. Gli agricoltori si sono assicurati che il collegamento logistico funzioni e che l'UDP svolga i propri compiti». Secondo Moskalenko, in futuro i prezzi dei servizi di trasporto fluviale di cereali si stabilizzeranno. «Noi - ha sottolineato - continuiamo a fare ogni sforzo per incrementare le dimensioni della nostra flotta. Tutte le attività di riparazione della flotta di base dell'UDP sono state portate a termine. Nel mese di aprile abbiamo posto 23 chiatte coperte sotto bandiera ucraina. A maggio ne sono state aggiunte altre 12, che presto otterranno le necessarie autorizzazioni e inizieranno ad operare. L'aumento di capacità della flotta - ha specificato Moskalenko - stabilizzerà i prezzi».



Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.




Indice Prima pagina Indice notizie

- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail