testata inforMARE

30 giugno 2022 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 03:41 GMT+2



13 giugno 2022

Stabile a maggio il traffico delle merci movimentato dai porti russi

Crescita dei volumi movimentati dagli scali portuali dei bacini Mar d'Azov-Mar Nero e dell'Artico. Calo nelle altre regioni

L'associazione dei porti marittimi commerciali russi ha reso noto che nei primi cinque mesi di quest'anno gli scali portuali nazionali hanno movimentato 340,7 milioni di tonnellate di merci, volume analogo a quello del corrispondente periodo del 2021 quando il flusso di carichi era stato di 430,5 milioni di tonnellate.

Ciò significa che nel solo mese di maggio del 2022 il totale movimentato è stato di 71,5 milioni di tonnellate rispetto a 71,7 milioni di tonnellate a maggio 2021. Contrariamente a quanto potrebbe far presupporre l'impatto della guerra Russia-Ucraina sui porti della regione, lo scorso mese il traffico nei porti del bacino del Mar d'Azov-Mar Nero ha registrato un incremento del +6% circa essendo ammontato a 22,0 milioni di tonnellate rispetto a 20,7 milioni a maggio 2021. In crescita anche i volumi di carichi movimentati dai porti del bacino dell'Artico attestatisi a 8,8 milioni di tonnellate. In calo, invece, i volumi di merci movimentati sia dai porti del bacino del Mar Baltico, che hanno totalizzato 21,5 milioni di tonnellate (-2%), sia dai porti del bacino del Mar Caspio, dove il traffico è stato di circa 500mila tonnellate (-17%), che dai porti dell'Estremo Oriente, che hanno movimentato 18,7 milioni di tonnellate (-10%).

Relativamente alle tipologie di merci movimentate lo scorso mese dai porti russi, le merci secche hanno segnato una flessione del -3% mentre quelle liquide hanno registrato un rialzo del +3%. Queste ultime si sono attestate a 37,5 milioni di tonnellate e, ad eccezione dei prodotti petroliferi che con 10,3 milioni di tonnellate hanno accusato una riduzione del -20%, tutti i principali tipi di carichi sono risultati in aumento a partire dal traffico di petrolio grezzo con 23,7 milioni di tonnellate (+15%) seguito da quello di gas naturale liquefatto con 3,1 milioni di tonnellate (+7%) e dal traffico di prodotti alimentati con 500mila tonnellate (+67%).

Nel settore delle merci secche il totale è stato di 34,0 milioni di tonnellate rispetto a 35,2 milioni di tonnellate a maggio 2021. In diminuzione il traffico di carbone che è stato di 18,6 milioni di tonnellate (-1%) così come quello di merci containerizzate pari a 3,2 milioni di tonnellate (-41%) e il traffico di metalli ferrosi con 2,2 milioni di tonnellate (-12%). In crescita i cereali con 2,4 milioni di tonnellate (+33%), i fertilizzanti minerali con 2,0 milioni di tonnellate (+25%) e i minerali con 1,6 milioni di tonnellate (+79%).





Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.




Indice Prima pagina Indice notizie

- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail