testata inforMARE

13 agosto 2022 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 20:13 GMT+2



16 giugno 2022

Domani a Venezia un convegno dell'Angopi dal titolo “Porti: quali funzioni e beni pubblici?”

Si discuterà, tra l'altro, delle ricadute delle crescenti tensioni a livello internazionale sulla portualità italiana

Domani a Venezia, presso l'Hilton Molino Stucky (Giudecca 810), si terrà un convegno dal titolo “Porti: quali funzioni e beni pubblici? La sovranità in tempi di guerra, questione energetica e ambientale” organizzato dall'Angopi, l'Associazione nazionale gruppi ormeggiatori e barcaioli dei porti italiani, che ha lo scopo di ragionare sulle ricadute delle crescenti tensioni a livello internazionale sulla portualità italiana e su quale funzione la sfera pubblica, in tale contesto, deve mantenere. L'evento, che avrà inizio alle ore 9.00, sarà preceduto oggi dall'assemblea generale ordinaria dell'Angopi.

Tra i punti nodali del convegno, il problema del regime fiscale delle Autorità di Sistema Portuale italiane, il cui ruolo di ente regolatore pubblico è stato rimesso in discussione in sede europea. «Tale interpretazione del profilo giuridico delle AdSP - ha evidenziato il presidente di Angopi, Marco Bertorello, illustrando i temi dell'incontro - contribuisce a creare un clima di incertezza tra enti, operatori pubblici e privati a cui sarebbe necessario sottrarsi. La quasi totalità degli attori coinvolti nei nostri porti si dichiara favorevole a che le banchine restino spazi demaniali. Peraltro, resta, comunque, l'esigenza di garantire la sicurezza della navigazione in ambito portuale e dell'approdo, obiettivo questo che solo attraverso un invasivo controllo pubblico può essere assicurato. Come resta la competenza della tutela dell'ambiente che anche la norma europea delega allo Stato».

«Quale funzione di regolazione e controllo - sono gli interrogativi formulati da Bertorello - deve restare in capo all'autorità pubblica? Quali competenze in capo alle AdSP, intese come ente pubblico non economico, e quali al Ministero di pertinenza in una logica di sistema integrato e funzionale? In tale quadro - ha rilevato il presidente di Angopi - si inserisce anche il tema degli investimenti nei nostri porti. Esiste - ha proseguito - una necessità di intervento pubblico nella pianificazione e nel finanziamento per opere strategiche e beni strumentali? Esistono possibilità di partenariato pubblico/privato funzionali a un progetto qualificato e condiviso? Il PNRR può essere un volano per ritrovare una missione pubblica nei porti italiani? Tutte domande - ha spiegato Bertorello - a cui il convegno e i suoi oratori proveranno a dare risposte, anche di carattere tecnico, secondo una logica di approfondimento dei complessi problemi esistenti, anche al fine di fornire alla politica indirizzi per una eventuale nuova disciplina».

Domani il convegno si aprirà con i saluti di Marco Gorin, presidente della società cooperativa Gruppo ormeggiatori del porto di Venezia, di Fulvio Lino di Blasio, presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale, di Piero Pellizzari, direttore marittimo e comandante del porto di Venezia, e di Alessandro Santi, presidente di Federagenti. Ad introdurre i lavori il presidente di Angopi, Marco Bertorello, mentre a coordinarli sarà il professore emerito dell'università di Genova, Sergio Maria Carbone.

Sono previste le relazioni dell'ammiraglio Nunzio Martello, vice comandante generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, di Rodolfo Giampieri, presidente di Assoporti, di Fabrizio Marrella, ordinario di Diritto Internazionale all'Università Ca' Foscari, di Marcello Di Caterina, vice presidente dell'ALIS (Associazione logistica dell'intermodalità sostenibile), di Luigi Merlo, vice presidente di Conftrasporto/Confecommercio, di Chiara Tuo, ordinario di Diritto dell'Unione europea all'Università di Genova, di Salvatore Pellecchia, segretario generale Fit-Cisl, e di Francesco Munari, ordinario di Diritto dell'Unione Europea all'Università di Genova.

Tra gli esponenti politici presenti all'evento, la presidente della IX Commissione Trasporti della Camera di Deputati, Raffaella Paita (Italia Viva), e i parlamentari Paolo Ficara (M5S), Edoardo Rixi (Lega), Davide Gariglio (PD). Interverrà inoltre la viceministra delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Teresa Bellanova.


Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.




Indice Prima pagina Indice notizie

- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail