testata inforMARE

13 agosto 2022 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 21:16 GMT+2



23 giugno 2022

Presentato in Germania un piano per creare una rete ferroviaria primaria per passeggeri e merci ad elevate prestazioni

Hosseus (ZDS): nella creazione di corridoi ad alta velocità dare la massima priorità ai porti marittimi tedeschi sul Mare del Nord e sul Mar Baltico

In Germania i collegamenti ferroviari per passeggeri e merci più trafficati della nazione, che attualmente costituiscono il 10% circa dell'intera rete e su cui passano già il 25% di tutti i treni, saranno potenziati creando un vero e proprio network di binari ad alte prestazioni e ad elevata capacità. Inoltre la lunghezza di questa rete molto utilizzata sarà portata dagli attuali 3.500 chilometri a circa 9.000 chilometri entro la fine di questo decennio.

Lo hanno annunciato ieri il governo federale tedesco e il gruppo ferroviario Deutsche Bahn (DB). «La sempre maggiore crescita di traffico su un'infrastruttura già limitata e ulteriormente ridotta dai lavori di costruzione - ha evidenziato l'amministratore delegato della DB, Richard Lutz - determina ingorghi e ritardi con un impatto enorme su tutti i clienti del settore del trasporto dei passeggeri e di quello del trasporto delle merci. L'attuale qualità operativa chiaramente non soddisfa in nostri requisiti. Non ci si può accontentare di andare avanti così. Una soluzione sostenibile sta nell'infrastruttura, dato che l'80% della qualità del sistema ferroviario è deciso dalla rete ferroviaria. Il governo federale e DB stanno quindi trasformando la rete più utilizzata in una rete ad alte prestazioni che diventerà la spina dorsale del trasporto di passeggeri e merci su rotaia».

Secondo le previsioni, la completa ristrutturazione del primo corridoio ferroviario che fa parte di questa rete primaria sarà avviata nel 2024.

Il programma presentato dal governo e dall'azienda ferroviaria è piaciuto molto all'associazione dei porti tedeschi: «i porti marittimi tedeschi - ha evidenziato il direttore generale della Zentralverbandes der deutschen Seehafenbetriebe (ZDS), Daniel Hosseus - sono porti ferroviari. Ciò assicura un trasporto delle merci rapido ed ecologico. L'analisi della Deutsche Bahn dimostra che questi vantaggi sono seriamente a rischio. La stessa DB classifica come i già completati collegamenti con porti marittimi tedeschi come Wilhelmshaven, Bremerhaven, Amburgo, Kiel e Lubecca saranno eccessivamente saturi a partire dal 2030. Nella creazione di corridoi ad alta velocità - ha concluso Hosseus - chiediamo al governo federale e alla Deutsche Bahn di dare la massima priorità ai porti marittimi tedeschi sul Mare del Nord e sul Mar Baltico».


Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.




Indice Prima pagina Indice notizie

- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail