testata inforMARE
3 febbraio 2023 - Anno XXVII
Quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
20:30 GMT+1
LinnkedInTwitterFacebook
Nessuna offerta per la realizzazione della nuova diga foranea del porto di Genova
Andata deserta la gara
30 giugno 2022
Un fiasco strabiliante. Immane perché l'opera in questione sarà di dimensioni colossali. A partire dal costo che, secondo stime ormai superate limitandosi a prendere in considerazione solo l'evidente recente aumento dei costi dei materiali, dovrebbe essere pari a 1,3 miliardi di dollari sulla base della soluzione progettuale scelta dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale. Ma anche per dimensioni: la nuova diga foranea del porto di Genova dovrebbe avere una lunghezza complessiva di 6,2 chilometri e verrebbe imbasata su fondali che raggiungono e superano la profondità di -50 metri, un vero record mondiale per un frangiflutti, seppur gigantesco. E pure anche in ambito nazionale la nuova diga genovese occupa un posto primario tra i progetti nel quadro del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Un flop perché, dopo l'approvazione del progetto di fattibilità tecnico-economica, la gara d'appalto per la realizzazione della prima corposa fase del progetto, del valore di ben 950 milioni di euro, somma finanziata con 500 milioni dal Piano nazionale per gli investimenti complementari al PNRR, è andata deserta. Oggi alle ore 12, termine ultimo per la presentazione delle offerte, non è giunto alcun plico a Palazzo San Giorgio, sede dell'AdSP.

Un fallimento perché alta era la fiduciosa attesa dei vertici dell'ente portuale, ma anche di quelli del Comune di Genova e della Regione Liguria, con il sindaco Marco Bucci e il governatore Giovanni Toti a manifestare ripetutamente fede nel buon esito della procedura.

Un insuccesso perché le uniche due cordate interessate all'esecuzione dei lavori, la prima composta da WeBuild, Fincantieri, Fincosit e Sidra e la seconda da Eteria (Gavio-Caltagirone), RCM e Acciona, hanno ritenuto di rinunciare a partecipare alla gara. La motivazione, comunicata all'ente portuale poco prima della scadenza, sarebbe quella di una crescita dei costi dei materiali che non consentirebbe di rispettare i termini di gara. Tra le criticità, segnalati anche il tempo limitato per l'esecuzione delle opere e i rischi non quantificabili per le imprese incaricate di realizzare i lavori.

Una disfatta per il presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, Paolo Emilio Signorini, che il 16 aprile 2021, in considerazione dell'elevato grado di complessità progettuale, della particolare difficoltà esecutiva e della complicatezza delle procedure tecnico-amministrative, era stato nominato commissario straordinario con il mandato di realizzare la nuova diga foranea, incarico per il quale non avrebbe ricevuto alcun compenso.

Un disastro annunciato, invece, secondo Ance, l'associazione di categoria che rappresenta le imprese di costruzioni edilizie. «Lo avevamo detto», è il lapidario e caustico commento, appena scaduto il termine della procedura di evidenza pubblica, del presidente nazionale Ance, Federica Brancaccio, e del presidente della rappresentanza genovese, Giulio Musso, che hanno ricordato come, in occasione della recente assemblea dell'associazione degli agenti marittimi genovesi, avevano formalmente e pubblicamente invitato l'Autorità di Sistema Portuale a fermarsi prima che fosse troppo tardi e a valutare con attenzione il progetto della diga, a rischio tecnicamente, finanziariamente e operativamente.

«La rinuncia delle due cordate di imprese che avrebbero dovuto partecipare alla gara per realizzare la più grande opera pubblica degli ultimi trent'anni, per un valore di oltre un miliardo - è la durissima denuncia del presidente di Ance Liguria, Emanuele Ferraloro - al di là dell'effetto devastante sulla credibilità anche internazionale di Genova e del suo porto, allunga ombre sulla fattibilità di gran parte delle opere inserite nel PNRR e sulla capacità dei soggetti pubblici di mettere a punto progetti tecnici credibili e affidabili. Non ci fa certo piacere aver lanciato per tempo tutti gli alert possibili, aver dovuto registrare le rituali e un po' infastidite rassicurazioni dell'Autorità di Sistema Portuale, nonché le esultanze della politica per l'avvio della gara, ma il caso diga rischia di provocare un'onda d'urto devastante, con effetti drammatici sulla credibilità del sistema Italia».

È severo il biasimo espresso dal presidente di Ance Liguria: «è possibile - si è chiesto e ha chiesto Ferraloro - che solo la nostra associazione si sia esposta pubblicamente per denunciare questo pericolo? È possibile che un'opera da oltre un miliardo venga gestita così, ci si è mai posti il problema dell'adeguatezza delle strutture tecniche alle dimensioni e all'impegno di una sfida di questa magnitudo? Quando passerà la sbornia da PNRR e si cercheranno, con pragmatismo, soluzioni ai reali problemi del sistema pubblico italiano? Quando si prenderà coscienza dell'unico vero problema italiano: la traduzione in fatti dei proclami, la trasformazione delle carte in opere?».

I “social”, così indefessamente utilizzati dai protagonisti quando vogliono comunicare notizie positive e così silenti quando per loro l'esito è negativo, per ora tacciono. A parte le piazze virtuali in cui tutti discutono di tutto, rimane il fatto che ora appare inevitabile una profonda ma rapida rivisitazione dell'opera - intervenendo sul progetto, sul bando di gara o su entrambi - se non si vogliono perdere i finanziamenti indispensabili per realizzare lavori che dovrebbero essere inderogabilmente completati entro il 2026.

›››Archivio notizie
DALLA PRIMA PAGINA
Otto manifestazioni d'interesse per la privatizzazione del porto greco di Volos
Otto manifestazioni d'interesse per la privatizzazione del porto greco di Volos
Atene
In vendita il 67% del capitale dell'Autorità Portuale
Sarebbe concluso l'accordo con cui MSC entrerebbe nel capitale di Boluda Towage
Sarebbe concluso l'accordo con cui MSC entrerebbe nel capitale di Boluda Towage
Milano
L'intesa avrebbe un valore di 1,5 miliardi di euro
Varata nel cantiere di Ancona della Fincantieri la nave da crociera di lusso Seven Seas Grandeur
Ancona
Verrà consegnata il prossimo novembre
A gennaio record del valore dei diritti di transito delle navi nel canale di Suez
Ismailia
A gennaio record del valore dei diritti di transito delle navi nel canale di Suez
La via d'acqua egiziana è stata attraversata da 2.155 navi (+21,5%)
Aggiudicata la gara per la realizzazione del nuovo terminal passeggeri del porto di Bari
Bari
Verrà completato in meno di due anni
Nel quarto trimestre del 2022 il traffico delle merci nel porto di Brema è diminuito del -12,7%
Brema
Nell'intero anno il calo è stato del -8,2%
Pubblicato il bando di gara per l'elettrificazione delle banchine dei porti di Messina, Reggio Calabria e Milazzo
Messina
L'importo dei lavori è di 23,2 milioni di euro
USB annuncia una compagna nazionale sui porti
Nuova messe di record di traffico annuale per i porti cinesi
Nuova messe di record di traffico annuale per i porti cinesi
Pechino
Nel periodo ottobre-dicembre del 2022 è stato stabilito il nuovo record storico trimestrale
Il governo tedesco programma l'ampliamento della rete stradale per far fronte al previsto aumento del trasporto delle merci
Il porto di Palermo stabilisce un proprio nuovo record storico di traffico delle merci
Il porto di Palermo stabilisce un proprio nuovo record storico di traffico delle merci
Palermo
Interamente recuperata la quota di passeggeri persa a causa della pandemia
Trimestre di accentuata flessione dei risultati finanziari per ONE
Trimestre di accentuata flessione dei risultati finanziari per ONE
Singapore
Nel periodo ottobre-dicembre il volume d'affari è calato del -24,9%
DP World si è aggiudicata la gara per realizzare un container terminal nel porto di Deendayal (Kandla)
Gandhidham
Joint venture Drydocks World - Aker Solutions per ammodernare unità FPSO
Marfret incrementa la frequenza del servizio di linea diretto Italia-Egitto
Genova
Immessa una seconda nave
Cargotec e Konecranes registrano nuovi record di ricavi annuali e trimestrali
Helsinki/ Hyvinkää
Nel 2022 il valore dei nuovi ordini acquisiti dai due gruppi è aumentato rispettivamente del +9,8% e +23,7%
Nel 2022 il valore dei nuovi ordini acquisiti da ABB è cresciuto del +6,7%
Zurigo
I risultati dell'attività commerciale hanno registrato un'attenuazione trimestre dopo trimestre
Lo scorso anno il traffico navale nello Stretto del Bosforo è diminuito del -8,8%
Ankara
Lo scorso anno il traffico navale nello Stretto del Bosforo è diminuito del -8,8%
Nell'ultimo trimestre del 2022 la riduzione è stata del -5,1%
MSC includerà il porto di Livorno nel servizio West Med - Middle East/India
Ginevra
Il collegamento ha frequenza settimanale
PROSSIME PARTENZE
Visual Sailing List
Porto di partenza
Porto di destinazione:
- per ordine alfabetico
- per nazione
- per zona geografica
UPS registra un calo del fatturato dopo 40 trimestri consecutivi di crescita
Atlanta
UPS registra un calo del fatturato dopo 40 trimestri consecutivi di crescita
Nel 2022 i ricavi hanno superato per la prima volta i 100 miliardi di dollari
Nel 2022 i ricavi del gruppo Wärtsilä sono aumentati del +22%
Helsinki
Il valore delle nuove commesse è cresciuto del +6%
Nel 2023 nei porti sardi sono attesi oltre 400mila crocieristi rispetto ai 221mila dello scorso anno
Cagliari
Ad oggi sono programmati 191 scali ai porti di Cagliari, Olbia, Porto Torres, Golfo Aranci, Oristano e Arbatax
Nuovo ricorso di Grimaldi Euromed contro l'ok al piano di concordato preventivo della Moby
Milano
È stato omologato dal Tribunale di Milano lo scorso 24 novembre
Intelligenza artificiale e navigazione autonoma
Tokyo
Sono i campi d'attività in cui coopereranno le giapponesi NYK e Ghelia
Il porto rumeno di Costanza ha movimentato un traffico annuale record
Costanza
Il porto rumeno di Costanza ha movimentato un traffico annuale record
I container sono stati pari a 772.046 teu (+22,2%)
Soddisfazione di Confitarma per l'ok della commissione parlamentare UE alle disposizioni sul credito navale
Roma
Da molti anni - sottolinea la Confederazione - ci battiamo affinché, a fini regolamentari bancari, il credito navale venga gradualmente assimilato a quello infrastrutturale
Investire nella Blue Economy per creare posti di lavoro, aumentare i livelli di reddito e ridurre le emissioni
Losanna
Lo suggerisce uno studio scientifico pubblicato su “Frontiers in Marine Science”
PORTI
Porti italiani:
Ancona Genova Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Napoli Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venezia
Interporti italiani: elenco Porti del mondo: mappa
BANCA DATI
ArmatoriRiparatori e costruttori navali
SpedizionieriProvveditori e appaltatori navali
Agenzie marittimeAutotrasportatori
MEETINGS
A Livorno una tre giorni di Assoporti per approfondire gli aspetti della trasformazione urbana nella città portuali
Livorno
Si incontreranno due gruppi tecnici...
Giovedì a Milano un convegno di Fedespedi su “La digitalizzazione logistica e il PNRR”
Milano
Fin dal 2020 la Federazione dà il proprio contributo alla costruzione del Piano
››› Archivio
RASSEGNA STAMPA
3rd oil tanker body found, 5 workers still missing
(Bangkok Post)
TAS Offshore in talks to build 27 tugboats
(The Star Online)
››› Archivio
FORUM dello Shipping
e della Logistica
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archivio
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Partita iva: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Direttore responsabile Bruno Bellio
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore
Cerca su inforMARE Presentazione
Feed RSS Spazi pubblicitari

inforMARE in Pdf Archivio storico
Mobile