testata inforMARE

25 settembre 2022 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 09:39 GMT+2



23 settembre 2022

FedEx annuncia un sensibile rialzo delle tariffe delle spedizioni

Nel trimestre giugno-agosto registrata un'ulteriore attenuazione della domanda e dei ricavi

Il prossimo 2 gennaio il gruppo logistico e di consegne espresso FedEx incrementerà le tariffe delle spedizioni applicando un rialzo medio del +6,9% che salirà al +6,9%-7,9% per la spedizione di colli di maggiore dimensione. L'annuncio del sensibile rincaro è stato comunicato ieri in occasione della presentazione dei risultati del primo trimestre dell'esercizio fiscale 2023, periodo che è terminato lo scorso 31 agosto e che ha registrato un ulteriore rallentamento della crescita dei ricavi. Affievolimento dell'aumento del volume d'affari che, ha spiegato il presidente e amministratore delegato di FedEx Corp., Raj Subramaniam, è conseguenza della contrazione della domanda: «ci stiamo muovendo rapidamente e con flessibilità - ha specificato - per navigare in uno scenario operativo difficile, agendo sui costi e facendo leva su capacità e sugli aspetti commerciali per adeguarci all'impatto della riduzione della domanda».

Nel trimestre giugno-agosto di quest'anno i ricavi del gruppo sono ammontati a 23,24 miliardi di dollari, con una crescita del +5,6% sullo stesso periodo dell'esercizio fiscale 2022. Più accentuato l'aumento dei costi, saliti del +7,0% a 22,05 miliardi di dollari. Utile operativo e utile netto hanno registrato diminuzioni rispettivamente del -14,8% e -21,3% scendendo a 1,19 miliardi e 875 milioni di dollari.

FedEx ha confermato che il risultato operativo consolidato «è stato influenzato negativamente dalla debolezza dei volumi complessivi che è accelerata nelle ultime settimane del trimestre a causa dell'indebolimento degli scenari economici. Inoltre - ha precisato l'azienda - i risultati sono stati influenzati negativamente da ostacoli ai servizi di FedEx Express. Il rialzo degli introiti, inclusi gli aumenti generati dai surcharge per il carburante - ha specificato ancora FedEx - hanno più che compensato il calo dei volumi, determinando un incremento dei ricavi del trimestre».

Relativamente alla più marcata crescita dei costi, FedEx ha confermato di aver implementato misure per contenerli; tuttavia l'impatto di queste iniziative è risultato in ritardo rispetto alla flessione dei volumi e i costi operativi sono rimasti elevati rispetto alla domanda.

FedEx prevede che nel secondo trimestre del corrente esercizio fiscale i ricavi rimarranno stabili o subiranno un lieve aumento essendo attesi introiti pari a 23,5-24,0 miliardi di dollari rispetto a 23,47 miliardi totalizzati nel periodo settembre-novembre dello scorso anno.





Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.




Indice Prima pagina Indice notizie

- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail