testata inforMARE
Cerca
5 dicembre 2023 - Anno XXVII
Quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
09:26 GMT+1
LinnkedInTwitterFacebook
C . I . S . Co . bulletin
LÉGISLATION

La figura dello spedizioniere nel diritto britannico

Lo spedizioniere di merci tradizionalmente è sempre stato un intermediario tra il caricatore ed il vettore. Tale soggetto svolge la funzione di stipulare accordi relativi alla spedizione di merci per conto di un importatore o esportatore. Egli prenota, quindi, lo spazio su una nave, un aereo, un treno o un semirimorchio stradale per merci consolidate.

Può agire esclusivamente per un vettore e cercare carichi destinati a riempire gli spazi per quel vettore. Può anche predisporre l'imballaggio, il carico, il trasbordo, il magazzinaggio ed il deconsolidamento e la distribuzione locali. Può anche darsi che debba provvedere alla documentazione, stipulare le assicurazioni della merce e fornire consulenze.

Nell'espletamento di questi compiti, era importante che lo spedizioniere non facesse alcuna promessa in ordine all'eventuale effettuazione del trasporto - in qualsiasi modo - da parte sua. Non doveva dimostrare alcuna intenzione di impegnarsi personalmente nel trasporto; generalmente parlando, non doveva possedere alcun veicolo di trasporto. Il suo compito era quello di riporre particolare cura nella scelta del vettore o di altro operatore, ovvero della modalità di trasporto in caso di carichi particolari. Nel caso egli avesse agito in maniera imprudente a tale riguardo, avrebbe potuto essere chiamato a risponderne nel caso di cattivi risultati. Lo spedizioniere era, in breve, un agente: era lì per "oliare le ruote" dell'operazione di trasporto.

Delimitazioni internazionali

Questa era, e grosso modo rimane, la situazione nel Regno Unito. In Europa continentale e nei Paesi scandinavi vi sono alcune differenze. Nel Regno Unito si presenta un problema irrisolto. Anche se lo spedizioniere non esegue nessuna delle operazioni in ordine alle quali stipula accordi, poiché egli non rivela al proprio cliente l'identità degli operatori che eseguiranno la prestazione e poiché egli applica una tariffa tutto compreso sulla merce, può essere considerato il responsabile principale e può effettivamente dover rispondere della prestazione dell'operazione. In ogni altro caso il cliente può presentare ricorso. Al giorno d'oggi in generale lo spedizioniere-agente nel Regno Unito opera ai sensi di clausole che stabiliscono la misura della sua responsabilità sia come agente che nel caso di ruolo primario. Il cliente dovrebbe essere a conoscenza delle condizioni suddette; in ogni caso, dovrebbe essere consapevole del fatto che lo spedizioniere agirà sulla base delle stesse, e dovrebbe - pertanto - chiedere di esaminarle. Tali condizioni valgono quali pre-informazione per il cliente in ordine ai rispettivi diritti e prerogative di ciascuna parte rispetto al contratto di spedizione.

Applicazione obbligatoria

Queste condizioni, tuttavia - nonché lo status o ruolo dello spedizioniere - possono essere modificate dall'applicazione di una convenzione d'intenti che regolamenti il trasporto di merci. Ciò si verifica spesso, laddove lo spedizioniere organizzi il trasporto internazionale di merci su strada.

Lo spedizioniere si troverà spesso a rivestire il ruolo giuridico di contraente con il vettore, con tutte le potenziali responsabilità che ne conseguono. Si tratta di materia contrattuale, che non tiene conto del fatto che può succedere anche che lo spedizioniere non veda neanche le merci oggetto del trasporto. Tanto è vero che il suo nome non appare da nessuna parte sulla documentazione, ovvero al più appare soltanto nella designazione del mittente.

Nel continente europeo ed in Scandinavia lo spedizioniere si trova spesso a rivestire un ruolo maggiormente riconosciuto. Si tratta del ruolo di "committente di trasporto". E' noto che questo committente non esegue personalmente il contratto di trasporto ma si limita alla mera organizzazione. Egli agisce in nome proprio ma per conto del suo cliente.

Egli diviene certamente la parte principale in relazione al contratto di trasporto ma solamente a beneficio del proprio cliente. Per questi spedizionieri, la protezione rispetto alle responsabilità potenziali di trasporto risiede nelle condizioni commerciali riconosciute in ciascun Paese. Ad esempio, in Germania le condizioni AdSP; in Scandinavia, le condizioni NSAB85.

Ed ognuna di loro è diversa. Non esistono norme uniformi in relazione alle spedizioni di merci, sebbene varie organizzazioni abbiano effettuato tentativi di elaborarne alcune.

Nel Regno Unito, lo spedizioniere, nel caso voglia stipulare contratti come agente, ha il dovere di fornire assicurazioni in ordine al rispetto - da parte sua - delle regole che porteranno a costituirlo in quel ruolo. Tra queste ultime, si possono citare le norme secondo cui lo spedizioniere deve: spiegare al proprio cliente che potrà servirsi di altri vettori o altre modalità per eseguire la prestazione, assicurandosi che il cliente sappia di chi si tratta; applicare un sovrapprezzo (di commissione) sulle tariffe di movimentazione, magazzinaggio od altro; notificare al proprio cliente le condizioni che stabiliscono il proprio ruolo di agente, con relativi doveri e responsabilità; evitare che il proprio nome venga apposto sulla documentazione di accompagnamento dei beni viaggianti in qualsiasi punto che possa procurargli un ruolo operativo.

Conclusioni

Dal punto di vista del caricatore, se quest'ultimo volesse sapere con certezza chi andare a cercare nel caso di un problema scaturente dalle operazioni di trasporto merci, dovrebbe fare poche domande ma precise. L'onere della prova in ordine al ruolo di agente ricade, tuttavia, sullo spedizioniere.

(da: cargo Systems, ottobre 1997)

Consiglio europeo dei Trasporti, non affrontato il tema del rischio di perdita di competitività dei porti di transhipment causato dall'EU ETS
Bruxelles
Nessuna risposta alle preoccupazioni espresse da Cipro, Croazia, Grecia, Italia, Malta e Portogallo
Maersk potenzierà le proprie strutture e attività logistiche nel sud-est asiatico
Copenaghen
Previsti investimenti per oltre 500 milioni di dollari
Nel porto della Valletta la prima fornitura a una nave di energia elettrica della rete di terra
Londra
Per dotare le cinque banchine del terminal del cold ironing sono stati investiti 49,9 milioni di euro
Accordo Accademia Italiana della Marina Mercantile - De Wave nel campo della cantieristica navale
Genova
Collaborazione per la formazione di tecnici per la supervisione e l'installazione di impianti sulle navi
Accordo Anthony Veder - Accelleron per l'assistenza ai turbocompressori di 13 navi
Baden
Intesa basata su una tariffa fissa applicata alle ore effettive di funzionamento
Ellerman sigla uno slot agreement con MSC relativo alle rotte marittime transatlantiche
Londra
Entrerà in vigore il primo gennaio
AdSP dell'Adriatico Settentrionale, il Comitato di gestione approva la terza variazione di bilancio
Venezia
Confermato l'adeguamento del +25,15% dei canoni demaniali marittimi per il 2024
Rinnovato il direttivo di Confetra Nord Est
Venezia
Paolo Salvaro confermato alla presidenza, mentre Manuel Scortegagna è stato nominato vicepresidente
GNV avvia una nuova campagna di recruiting
Genova
Il primo appuntamento lunedì e martedì a Napoli
Il gruppo logistico Spinelli pubblica il suo primo Bilancio di Sostenibilità
Genova
PROSSIME PARTENZE
Visual Sailing List
Porto di partenza
Porto di destinazione:
- per ordine alfabetico
- per nazione
- per zona geografica
Ok al trasferimento della concessione di Terminal Ferry Barcelona al gruppo Grimaldi
Barcellona/Napoli
Delibera dell'Autorità Portuale catalana dopo il via libera dell'autorità antitrust
L'assemblea dell'IMO conferma all'unanimità la nomina di Velasco a segretario generale
Londra
Il mandato, della durata di quattro anni, inizierà il prossimo primo gennaio
Varata ad Ancona la nave da crociera Viking Vela
Trieste
Sarà consegnata a fine 2024
Porto della Spezia, firmato il contratto per la realizzazione del nuovo molo crociere
La Spezia
Previste due banchine della lunghezza di 393 e 339 metri
d'Amico International Shipping entrerà a far parte dell'indice FTSE Italia Mid Cap
Lussemburgo
Include le 60 aziende con la maggiore capitalizzazione di mercato quotate sui mercati MTA e MIV di Borsa Italiana
Santi Casciano nominato amministratore delegato di Vado Gateway e Reefer Terminal
Vado Ligure
Assumerà l'incarico il 15 dicembre
Rixi: firmate le convenzioni con 12 interporti per oltre 11 milioni destinati al completamento della rete
Roma
A breve sarà pubblicato l'avviso per ulteriori otto milioni di euro
Saipem si è aggiudicata due contratti offshore del valore di circa 1,9 miliardi di dollari
Milano
Sono relativi ad attività in Guyana e in Brasile
Al porto della Spezia è stato facilitato l'accesso alle navi mercantili alimentate a GNL
La Spezia
La sosta di queste unità è disciplinata da un'ordinanza della Capitaneria di Porto
Il gruppo Maersk esce dal capitale della norvegese Höegh Autoliners
Oslo
Vendute le ultime 20 milioni di azioni
Concluse le operazioni di disincaglio del traghetto Lider Prestij
Roma
Si procederà ora alla verifica degli standard di sicurezza della navigazione
PORTI
Porti italiani:
Ancona Genova Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Napoli Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venezia
Interporti italiani: elenco Porti del mondo: mappa
BANCA DATI
ArmatoriRiparatori e costruttori navali
SpedizionieriProvveditori e appaltatori navali
Agenzie marittimeAutotrasportatori
MEETINGS
Convegno sui cambiamenti nella logistica portuale
Ravenna
Si terrà il primo dicembre a Ravenna
Convegno di Uniport sul futuro della portualità italiana
Roma
Si terrà il 5 dicembre a Roma
››› Archivio
RASSEGNA STAMPA
Ports cyber hack reveals Australia's 'vulnerability' to attack
(The New Daily)
Economy Minister: Anaklia port project developing “according to plan”, “no delays” in deadlines
(Agenda.ge)
››› Archivio
FORUM dello Shipping
e della Logistica
Relazione del presidente Mario Mattioli
Roma, 27 ottobre 2023
››› Archivio
Liberata la petroliera Central Park
Tampa
L'intervento della Combined Maritime Force TF 151 ha fatto desistere gli aggressori, costretti alla resa
Una nave sequestrata nel Golfo di Aden e una colpita da un drone nell'Oceano Indiano
Attacchi alla petroliera “Central Park” e alla portacontenitori “CMA CGM Symi”
Gruber Logistics ha aperto una nuova filiale in Francia
Ora
Ha sede a Lione e si concentrerà sulla fornitura di servizi logistici completi
Nasce il Propeller Club Ports of La Spezia and Marina di Carrara
Marina di Carrara
Nell'associazione spezzina cresce il numero di iscritti che provengono dal porto apuano
Passaggio di consegne al vertice dell'Autorità di Sistema Portuale dello Stretto
Messina
Mega ha ricordato gli ostacoli incontrati lungo tutto il suo mandato
Concluso l'iter autorizzativo per costruire i cassoni della nuova diga foranea di Genova a Vado Ligure
Genova
Inizialmente ne saranno realizzati cinque che saranno posti a difesa del cantiere
Ok del consiglio comunale al Piano Regolatore del porto di Marina di Carrara
Marina di Carrara
Soddisfazione dell'AdSP per il via libera al nuovo strumento di pianificazione atteso dal 1981
Impala Terminals compra all'asta la HES Hartel Tank Terminal di Rotterdam
Ginevra
La costruzione dell terminal per rinfuse liquide nel porto olandese sarà completata grazie ad un ulteriore investimento
Un Regolamento di esecuzione precisa i termini di gestione delle società di navigazione per l'EU ETS
Bruxelles
È stato pubblicato oggi nella Gazzetta ufficiale dell'Unione Europea
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Partita iva: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Direttore responsabile Bruno Bellio
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore
Cerca su inforMARE Presentazione
Feed RSS Spazi pubblicitari

inforMARE in Pdf Archivio storico
Mobile