testata inforMARE
31 gennaio 2023 - Anno XXVII
Quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
14:00 GMT+1
LinnkedInTwitterFacebook
C . I . S . Co . notiziario
TRASPORTO INTERMODALE

Il Governo russo appoggia la Trasversale Transiberiana

Negli ultimi sei anni, i contenitori movimentati sulla Trasversale Transiberiana sono diminuiti drasticamente. Rispetto ai 150.000 TEU di carichi in transito trasportati nel 1989, il totale del 1996 è stato pari a 37.000 TEU, con una riduzione grosso modo del 75%. I volumi in entrambe le direzioni sono rimasti quasi immutati.

Il collegamento in questione provvede al trasporto di tre tipi di traffico. I carichi nazionali vengono definiti Infra-C.S.I.; vengono detti bilaterali quelli movimentati tra la C.S.I. ed un altro Paese; infine, sono transiti attinenti ai traffici tra due Paesi (estranei alla C.S.I.) quelli che determinano una movimentazione sulla Trasversale Transiberiana.

Le ragioni del declino sopra descritto sono numerose e tra di esse si possono annoverare la diminuzione della produzione nazionale russa, un notevolissimo incremento del livello delle tariffe di trasporto merci, i ritardi relativi ai contenitori nel porto di Vostochniy a causa di procedure doganali complesse e lunghe e delle conseguenti formalità, nonché i continui furti sia nelle ferrovie che nei porti.

Allo scopo di porre un freno (e, si spera, di invertire la tendenza) a tale declino, il governo russo sta intraprendendo iniziative con il carattere dell'urgenza.

Di conseguenza, il 4 giugno scorso è stato adottato dal governo un programma di miglioramenti che mira alla riduzione delle tariffe di trasporto merci e di movimentazione presso i porti e gli scali ferroviari, alla semplificazione delle procedure e formalità doganali, alla riduzione dei tempi di viaggio ed all'incoraggiamento della riduzione delle imposte locali sui carichi in transito nella zona economica di Vostochniy.

Quanto alle tariffe di trasporto, è stata presa una decisione mirata alla riduzione nell'ordine del 10% delle tariffe di attraversamento relative ai carichi in transito (non bilaterali). Il provvedimento è entrato in vigore il 1° luglio 1997. Inoltre, in occasione della riunione del 30 e 31 ottobre scorso del Consiglio di Coordinamento dei Trasporti Transiberiani, è stata posta all'ordine del giorno l'ipotesi di ulteriori riduzioni tariffarie. Al momento attuale, le tariffe inerenti agli attraversamenti dai principali porti giapponesi alla volta di Brest (sul confine occidentale della Bielorussia) via porto di Vostochniy sono pari a 793 dollari USA per un 20 piedi ed a 1.428 dollari per un 40 piedi, mentre dalla Corea del Sud le tariffe sono di 791 dollari per i 20 piedi e di 1.424 dollari per i 40 piedi. Una volta arrivati a Brest, le tariffe di attraversamento alla volta di Varsavia - ad esempio - sono di 195 dollari per i 20 piedi e di 265 dollari per i 40 piedi. Nessuna di queste tariffe include il costo del noleggio del contenitore e dei sovrapprezzi relativi alle riparazioni od alla documentazione. Le tariffe in direzione est sono più basse di una percentuale compresa tra il 30 ed il 50%.

In confronto, le tariffe medie di trasporto merci marittimo (tutto compreso) nel corso del secondo trimestre di quest'anno tra l'Asia e l'Europa sono state pari a 1.036 dollari/TEU in direzione est ed a 1.156 dollari /TEU in direzione ovest.

Rispetto alla riduzione dei tempi di viaggio, non si ritiene che la velocità dei treni possa essere aumentata in misura notevole, ma si pensa che si possa comunque ottenere il medesimo risultato mediante un controllo più rigoroso degli orari dei treni e l'eliminazione dei ritardi presso le stazioni e gli scali. Attualmente, i tempi di viaggio sono di 12-14 giorni da Porto Vostochniy a Brest e di 14-15 giorni da Porto Vostochniy alle stazioni di Luzhaika/Vainikkala sul confine finlandese. I programmi per il 1998 prevedono un miglioramento di tali tempi tra le 15 e le 24 ore.

Fino al mese scorso, non era stato apportato alcun taglio alle imposte locali nell'area economica di Vostochniy. Tuttavia, la questione è ancora al vaglio delle autorità competenti.

Il Consiglio di Coordinamento dei Trasporti Transiberiani è stato istituito nel 1993 quale organismo non commerciale e senza fini di lucro. Le sue funzioni principali sono le seguenti:

  • il coordinamento delle proposte avanzate in ordine alle movimentazioni trasportistiche dei carichi sulla tratta transiberiana;

  • il coordinamento delle proposte relative alle tariffe di trasporto di transito, così come a quelle di trasporto bilaterale, sulla tratta transiberiana;

  • la predisposizione di un meccanismo finalizzato all'accertamento delle responsabilità in ordine ai ritardi nella consegna dei carichi ed alla scarsa sicurezza del trasporto dei carichi, nonché alla regolamentazione dei procedimenti per la composizione delle dispute tra parti che effettuano il suddetto trasporto;

  • l'adozione di documentazione standard nel contesto delle regole sui metodi di trasporto.

Tra i suoi membri vi sono società ferroviarie, operatori marittimi, operatori portuali, l'Associazione Coreana degli Spedizionieri Internazionali di Merci e l'Associazione Operatori Intermodali Giapponesi.

Si riporta, infine, l'opinione di un utente, Maire Kaartama, segretario generale del Consiglio Caricatori Finlandesi, il quale commenta: "Il servizio ha un suo potenziale, ma tutto dipende dall'affidabilità. Se divenisse affidabile, sarebbe maggiormente utilizzato".

(da: Containerisation International, ottobre 1997)

Nel 2023 nei porti sardi sono attesi oltre 400mila crocieristi rispetto ai 221mila dello scorso anno
Cagliari
Ad oggi sono programmati 191 scali ai porti di Cagliari, Olbia, Porto Torres, Golfo Aranci, Oristano e Arbatax
Nuovo ricorso di Grimaldi Euromed contro l'ok al piano di concordato preventivo della Moby
Milano
È stato omologato dal Tribunale di Milano lo scorso 24 novembre
PROSSIME PARTENZE
Visual Sailing List
Porto di partenza
Porto di destinazione:
- per ordine alfabetico
- per nazione
- per zona geografica
Intelligenza artificiale e navigazione autonoma
Tokyo
Sono i campi d'attività in cui coopereranno le giapponesi NYK e Ghelia
Il porto rumeno di Costanza ha movimentato un traffico annuale record
Costanza
Il porto rumeno di Costanza ha movimentato un traffico annuale record
I container sono stati pari a 772.046 teu (+22,2%)
Soddisfazione di Confitarma per l'ok della commissione parlamentare UE alle disposizioni sul credito navale
Roma
Da molti anni - sottolinea la Confederazione - ci battiamo affinché, a fini regolamentari bancari, il credito navale venga gradualmente assimilato a quello infrastrutturale
Investire nella Blue Economy per creare posti di lavoro, aumentare i livelli di reddito e ridurre le emissioni
Losanna
Lo suggerisce uno studio scientifico pubblicato su “Frontiers in Marine Science”
Inaugurata ad Arenzano la nuova Scuola di Alta Formazione per Medici di Bordo
Arenzano
Messina (Assarmatori): è una risposta concreta alla necessità reale e impellente di garantire la salute e la sicurezza di chi naviga
Lo scorso anno il traffico delle merci nei porti sudcoreani è diminuito del -2,3%
Seul
I container sono stati pari a 28,8 milioni di teu (-4,1%)
Iniziativa per attivare a Livorno un percorso ITS dedicato alla logistica e ai trasporti
Livorno
A Noghere un nuovo polo produttivo integrato al porto di Trieste
Trieste
L'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale ha acquistato un'area di 350.000 metri quadri
Lunedì a Rapallo si terrà la prima edizione di “Shipping, Transport&Intermodal Forum”
Genova
Verranno analizzate la situazione attuale e le prospettive del comparto marittimo e logistico
A Livorno una tre giorni di Assoporti per approfondire gli aspetti della trasformazione urbana nella città portuali
Livorno
Si incontreranno due dei gruppi tecnici dell'associazione: quello specializzato sul tema dei rapporti porto-città e quello degli urbanisti
Corsica Sardinia Ferries partecipa al progetto di Neoline per realizzare una nave ro-ro a vela
Corsica Sardinia Ferries partecipa al progetto di Neoline per realizzare una nave ro-ro a vela
Vado Ligure
Sarà impiegata su una rotta transatlantica
Giovedì a Milano un convegno di Fedespedi su “La digitalizzazione logistica e il PNRR”
Milano
Fin dal 2020 la Federazione dà il proprio contributo alla costruzione del Piano
PORTI
Porti italiani:
Ancona Genova Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Napoli Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venezia
Interporti italiani: elenco Porti del mondo: mappa
BANCA DATI
ArmatoriRiparatori e costruttori navali
SpedizionieriProvveditori e appaltatori navali
Agenzie marittimeAutotrasportatori
MEETINGS
A Livorno una tre giorni di Assoporti per approfondire gli aspetti della trasformazione urbana nella città portuali
Livorno
Si incontreranno due gruppi tecnici...
Giovedì a Milano un convegno di Fedespedi su “La digitalizzazione logistica e il PNRR”
Milano
Fin dal 2020 la Federazione dà il proprio contributo alla costruzione del Piano
››› Archivio
RASSEGNA STAMPA
3rd oil tanker body found, 5 workers still missing
(Bangkok Post)
TAS Offshore in talks to build 27 tugboats
(The Star Online)
››› Archivio
FORUM dello Shipping
e della Logistica
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archivio
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Partita iva: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Direttore responsabile Bruno Bellio
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore
Cerca su inforMARE Presentazione
Feed RSS Spazi pubblicitari

inforMARE in Pdf Archivio storico
Mobile