testata inforMARE
7 dicembre 2022 - Anno XXVI
Quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
00:02 GMT+1
LinnkedInTwitterFacebook


COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTSANNO XXXV - Numero 31 GENNAIO 2017

LEGISLAZIONE

LA COMMISSIONE EUROPEA SI APPRESTA AD IRRIGIDIRE LE REGOLE SUL LAVORO DEGLI AUTOTRASPORTATORI A MAGGIO

I camionisti ed i sindacati del settore si sono alleati allo scopo di chiedere alla Commissione Europea di eliminare le scappatoie che consentono ai lavoratori sottopagati dei paesi più poveri dell'Unione Europea di consegnare merci ovunque nella comunità.

In anticipo rispetto alla riforma normativa in programma per maggio, Violeta Bulc, responsabile dei trasporti per l'Unione Europea, ha affermato il 24 gennaio che le imprese fittizie che tirano in basso i salari dei camionisti sono "una delle principali cause di tensione fra i paesi dai bassi salari e quelli dagli alti salari".

Un autista rumeno e rappresentanti sindacali hanno ottenuto un'udienza presso il Parlamento Europeo al fine di avvertire la Bulc dell'esistenza di camionisti sottopagati e sfruttati che vengono inviati in viaggi a lunga distanza in tutta l'Unione Europea e che riescono a penetrarvi attraverso le falle di quella che essi definiscono una regolamentazione sociale scadente.

La Bulc ha promesso che non liberalizzerà le regole dell'Unione Europea sul cabotaggio che consentono ai camionisti di restare in un altro paese dell'Unione Europea sino a sette giorni pur essendo ancora soggetti alla normativa nazionale dei propri paesi di appartenenza.

La Commissaria, peraltro, ha altresì in programma di rimpolpare i provvedimenti per l'applicazione delle regole allo scopo di evitare che i datori di lavoro commettano violazioni della legge.

Cristina Tilling della European Transport Workers' Federation ha dichiarato che ciò potrebbe comportare da parte dei veicoli pesanti commerciali l'uso di strumenti per registrare la nazionalità dell'autista, il luogo in cui guidano e quanto a lungo rimangono sulla strada.

"La cosa più importante da definire è la normativa sul lavoro che viene applicata all'autista" ha dichiarato a EurActiv.com.

Le consegne di trasporto merci transfrontaliere su camion sono aumentate nell'Unione Europea.

Secondo le cifre relative al 2014 di Eurostat, gli autisti polacchi trasportano più merce attraverso le frontiere dell'Unione Europea di ogni altra nazionalità nella comunità, mentre la Francia e la Germania ricevono la maggior parte delle consegne in termini di volumi da parte di autisti stranieri.

Il quarantadue per cento dei camionisti bulgari e rumeni che viaggiano attraverso la Danimarca dichiarano di guadagnare in media 1.400 euro al mese mentre i camionisti danesi guadagnano tre volte quella cifra, secondo un'indagine del 2015 condotta dalla ditta di consulenze danese COWI.

Marius Stanca, un camionista rumeno, ha parlato in occasione dell'udienza dl 24 gennaio delle condizioni di lavoro pericolose ed antigieniche e delle lunghe ore di guida.

Stanca, che adesso lavora per un'impresa di autotrasporto danese, ha detto che la sua vita è migliorata da quando ha firmato un contratto di lavoro danese.

"Non tutti hanno la mia fortuna" afferma.

La Commissione finora ha lottato per far applicare standard sociali in tutta l'Unione Europea per i camionisti che viaggiano frequentemente fra i vari paesi.

La scorsa estate, l'esecutivo ha avviato un procedimento di infrazione nei confronti di Germania e Francia per la violazione delle regole del mercato interno dell'Unione Europea dopo che le autorità nazionali hanno richiesto alle imprese di autotrasporto estere di pagare agli autisti il proprio salario minimo nazionale ogni volta che essi passano attraverso i loro paesi.

Bulc ha dichiarato nel corso dell'udienza del 24 gennaio che le normative nazionali sul salario minimo nazionale "non dovrebbero essere applicate in modo frammentario".

La Bulc sta preparando il nuovo disegno di legge sul lavoro dei camionisti con Marianne Thyssen, la Commissaria in carica per gli affari sociali dell'Unione Europea, e ha detto che esso includerà i provvedimenti per spiegare come un distinto progetto di legge sul distacco dei lavoratori potrà applicarsi al settore dell'autotrasporto merci.

Il disegno di legge sul distacco dei lavoratori, che stabilisce le regole per i dipendenti che vengono inviati temporaneamente in altri paesi dell'Unione Europea, si è impelagato in faticosi negoziati fra i governi nazionali, la Commissione ed i parlamentari europei.

Alcuni paesi come la Francia sostengono l'adozione di regole più rigorose allo scopo di impedire il dumping sociale derivante da lavoratori sottopagati, mentre un gruppo di paesi dell'Europa orientale spingono per la mancata adozione di provvedimenti che a loro dire sono protezionisti e discriminano le imprese che già pagano oneri legali ed amministrativi più alti per inviare i lavoratori all'estero.

Agnes Jongerius, una socialista olandese che è una dei due parlamentari europei che hanno fatto proprio il controverso disegno di legge sul distacco dei lavoratori inviato al Parlamento, ha definito l'autotrasporto "il settore dove è più evidente lo sfruttamento dei lavoratori".

La parlamentare ha detto che "è davvero strano" che la Commissione abbia separato le regole sul lavoro dei camionisti dal disegno di legge sul distacco dei lavoratori.

L'esecutivo ha proposto modifiche alla direttiva sul distacco dei lavoratori nello scorso mese di marzo, il che significa che gli autisti e le imprese di autotrasporto merci potrebbero ritrovarsi in un limbo giuridico se i negoziati sulle nuove regole inerenti all'autotrasporto dovessero andare molto per le lunghe.

La Jongerius ha suggerito che le iniziative della Commissione vengano ispirate dalle regole da essa applicate nella vertenza giudiziaria nei confronti della normativa sul salario minimo della Francia e della Germania.

"Non penso che la Commissione prenda sul serio la sicurezza e la protezione della gente che lavora nell'autotrasporto così come lo fa il mercato interno" ha dichiarato a EurActiv.
(from: euractiv.com, 25 gennaio 2017)



MSC attiverà un nuovo servizio di linea diretto tra India e Mediterraneo occidentale
Ginevra
In Italia scalerà i porti di Genova, Salerno e Gioia Tauro
Alessandra Orsero è stata eletta presidente di Confetra Liguria
Genova
È vice presidente di Isomar e di Spediporto
Accademia Italiana della Marina Mercantile e Fincantieri avviano percorsi di formazione continua
Genova
Un programma è stato studiato specificamente per il personale tecnico del polo di Sestri Ponente
Progetto di Fedespedi e Accudire per sperimentare la digitalizzazione della CMR
Milano
Calamandrei: auspichiamo che il parlamento ratifichi, nel minor tempo possibile, il protocollo alla Convenzione CMR
Accordo tra Assologistica e Assiterminal per iniziative volte allo sviluppo del settore logistico
Milano
È incentrato su ntermodalità, modernizzazione dei contratti, digitalizzazione, formazione e sostenibilità
Cepsa investirà tre miliardi di euro per la produzione di idrogeno verde in Andalusia
Madrid
Verrà utilizzato anche per la decarbonizzazione dello shipping attraverso i porti di Algeciras e Huelva
Sbarcato a Savona un carico di grano proveniente dall'Ucraina
Savona
È il primo a giungere in Liguria dall'inizio del conflitto
I porti turchi chiuderanno il 2022 con un'ulteriore crescita del traffico delle merci
Ankara
Atteso un totale di 545 milioni di tonnellate rispetto ai 526 milioni dello scorso anno
Gara per la vendita della terza nave da crociera ordinata da Swan Hellenic a Helsinki Shipyard
Helsinki
È lunga 125,0 metri e larga 24,3 metri
Partnership della giapponese NYK e dell'indonesiana PIS incentrata sul trasporto marittimo di GNL
Tokyo
L'intesa include altri segmenti d'attività, tra cui le rinfuse petrolifere e le FSRU
Federlogistica, giù le mani del Ministero dei Beni culturali dalla blue economy
Roma
Merlo: non possono non generare grande preoccupazione le recenti dichiarazioni del sottosegretario Sgarbi
Aumento dei costi e concomitante riduzione dei traffici pongono sotto pressione i terminalisti portuali italiani
PROSSIME PARTENZE
Visual Sailing List
Porto di partenza
Porto di destinazione:
- per ordine alfabetico
- per nazione
- per zona geografica
Dal porto di Rijeka è partito il primo servizio ferroviario regolare per il mercato austriaco
Rijeka
Avvio del treno blocco dall'Adriatic Gate Container Terminal
Nel terzo trimestre l'indice del fatturato dei servizi di trasporto e magazzinaggio ha registrato una crescita congiunturale del +3,9%
Roma
La variazione tendenziale è del +19,9%
Il Propeller Club di Salerno ha sviscerato le problematiche e le opportunità offerte dal cold ironing
Salerno
Il PNRR destina 700 milioni a 34 porti per l'elettrificazione delle banchine
Lloyd's Register ha ottenuto l'autorizzazione ad ispezionare il naviglio italiano adibito a viaggi nazionali
Londra
Il gruppo britannico potrà agire in qualità di ente tecnico ed organismo tecnico riconosciuto
Il BIMCO prevede che il trend di indebolimento del mercato dello shipping containerizzato si protrarrà nel 2023 e nel 2024
Bagsværd
I carrier, pur di riempire le navi, potrebbero innescare una spirale di discesa dei noli
Hupac incrementerà la frequenza del servizio intermodale Rotterdam-Pordenone
Chiasso
Salirà da tre a cinque rotazioni a settimana
Assarmatori, le tempistiche di applicazione dell'ETS per il trasporto marittimo, in particolare per le Autostrade del Mare, e per il trasporto stradale devono essere allineate
Roma
Messina: è necessario prevenire pericolosi, e potenzialmente irreversibili, fenomeni di trasferimento modale
MSC ha preso in consegna il proprio primo aereo cargo
Ginevra
Verrà impiegato tra Cina. USA, Messico ed Europa
La russa Uralchem sta realizzando un terminal portuale a Taman, in Crimea, per l'esportazione di ammoniaca
Mosca
Dovrebbe diventare operativo entro la fine del 2023
PORTI
Porti italiani:
Ancona Genova Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Napoli Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venezia
Interporti italiani: elenco Porti del mondo: mappa
BANCA DATI
ArmatoriRiparatori e costruttori navali
SpedizionieriProvveditori e appaltatori navali
Agenzie marittimeAutotrasportatori
MEETINGS
Genova, workshop “Nuove energie ai porti”
Genova
Si terrà venerdì a Palazzo San Giorgio
Interporto di Nola, convegno su ZES e logistica
Nola
Si terrà il 3 novembre
››› Archivio
RASSEGNA STAMPA
S. Korean shipyards rank 2nd in new global orders in Nov.
(YONHAP News Agency)
Exclusive: India to offer incentives to boost shipbuilding industry - sources
(Reuters)
››› Archivio
FORUM dello Shipping
e della Logistica
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archivio
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Partita iva: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Direttore responsabile Bruno Bellio
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore
Cerca su inforMARE Presentazione
Feed RSS Spazi pubblicitari

inforMARE in Pdf Archivio storico
Mobile